Ecco nuove prove scientifiche su come potrebbe rallentare o regredire il diabete di tipo II

Condividi articolo tramite:

A più riprese, ci siamo occupati su queste pagine del diabete di tipo II. Si tratta di una malattia ben conosciuta nei Paesi occidentali, legata a fattori sia genetici sia ambientali. Spesso è legata al ruolo dell’insulina, un ormone in grado di regolare i livelli di glucosio nel sangue. Quando l’insulina ha un’attività più bassa o quando viene prodotta in quantità minori dall’organismo, si ha un aumento del glucosio nel sangue e si parla di diabete.

La dieta e l’esercizio fisico sembrerebbero avere una grande importanza nel gestire la glicemia. Abbiamo visto come mangiando due volte a settimana questo tipo di pesce, si può prevenire l’insorgenza del diabete. E abbiamo suggerito l’ora giusta per allenarsi e tenere sotto controllo i livelli di glicemia. Ora, studi recenti fanno luce su alcuni aspetti del controllo di glicemia, prima non chiariti. Ecco, dunque, nuove prove scientifiche su come potrebbe rallentare o regredire il diabete di tipo II.

Spirulina

La scoperta dell’insulina e la scienza

Nella storia della medicina, la scoperta dell’insulina (e poi del diabete) rappresenta uno snodo fondamentale, per le modalità con cui è avvenuta e per la grande diatriba scientifica che l’ha accompagnata nel tempo. Prima della scoperta dell’insulina si pensava che il pancreas secernesse una qualche sostanza che controllasse il metabolismo del glucosio. In particolare, era stato Nicolae Paulescu, un professore rumeno, a porre le basi teoriche per capire gli effetti fisiologici e terapeutici del succo pancreatico. Per anni però si è cercato di purificare questa sostanza da estratti pancreatici, senza successo.

Solo nel 1922, Frederick Banting, Charles Best e John McLeod, riuscirono finalmente a isolarla nei cani. Questo consentì loro di vincere il Premio Nobel per la Medicina e la Fisiologia nel 1923. Si trattò di una proclamazione ricca di contestazioni, ripicche e recriminazioni, soprattutto da parte di Paulescu. Il comitato del Nobel ammise, successivamente, che Paulescu meritasse di essere premiato ma che, per statuto, non fosse più possibile rimediare all’errore.

Ecco nuove prove scientifiche su come potrebbe rallentare o regredire il diabete di tipo II

In uno studio fondamentale appena pubblicato su Nature Communications (Durrer C et al, 2021), i ricercatori hanno evidenziato ulteriormente il ruolo della dieta nella gestione e remissione del diabete di tipo II. In particolare, hanno scoperto che una dieta adeguata, non solo possa prevenire l’insorgenza del diabete, ma addirittura possa far migliorare la malattia.

Lo studio è stato condotto su pazienti diabetici cui era stato somministrato un piano alimentare con poche calorie, pochi carboidrati e ricco di proteine, per un periodo di 12 settimane. Il tutto sotto la supervisione di farmacisti che monitoravano le quantità di farmaci da far assumere ai volontari.

Con il passare del tempo i farmacisti hanno dovuto abbassare la quantità di farmaci da dare ai soggetti. Nel giro di 12 settimane più di un terzo dei partecipanti aveva interrotto l’assunzione di farmaci, dimostrando una remissione del diabete grazie al regime dietetico e alla modulazione dei farmaci. Si è inoltre notata una significativa riduzione della pressione sanguigna e della concentrazione dei trigliceridi nel sangue.

Sarebbe importante coinvolgere maggiormente il proprio farmacista o il proprio medico nel controllo del diabete, perché in grado di modulare dieta e farmaci in maniera adeguata.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Condividi articolo tramite:
Enable referrer and click cookie to search for pro webber