Ecco un possibile potenziamento delle linee guida per contenimento pandemia, prendiamo nota

Condividi articolo tramite:


Il governo ha saggiamente deciso di potenziare le linee guida del suo piano di contenimento della pandemia che ha finora sortito risultati così efficaci. Si ribadisce la ripartizione a pastello del paese, però a fasi: ogni regione potrà essere, nella stessa giornata, rossa – gialla – arancione a seconda degli orari: rossa dalle sette a mezzogiorno, gialla da mezzogiorno alle due, arancio dalle due alle quattro: dopo scatta il coprifuoco anticipato fino al giorno dopo. All’interno delle singole regioni, ogni città dovrà diversificare le tinte secondo fasce orarie più stringenti, per esempio dalle 7,12 alle 11,57, dalla 11,57 alle 14,22 e così via. All’interno delle singole città ogni isolato dovrà regolarsi stabilendo tempistiche più particolareggiate. All’interno di ogni isolato ciascun negozio esercizio bottega dovrà adottare momenti chirurgicamente diversi, per esempio: il bancone del bar in fascia rossa per 2 ore 14 minuti e 27 secondi mentre la sala da thè sarà gialla ma solo per 1 ora 43 minuti e 6 secondi e il bagno arancio per 45 minuti spaccati; poi i colori si rimescolano eccetera. All’interno delle singole fasce andrà distinta la capacità di blocco di movimento in funzione della tonalità, tipo Fantozzi col pomodorino incandescente: rosso – rosso pompeiano – arancio aragosta, giallo canarino, eccetera. In particolare, la UE ha appena introdotto la subcategoria “profondo rosso” relativamente alle località ad alto rischio, per varcare le quali saranno necessari tamponi potenziati, test di resistenza, scansioni laser e patentino di responsabile. “Bisogna scoraggiare gli spostamenti non necessari cioè tutti” ha detto la presidente della Commissione Ursula Van Der Leyen Vien dal Mare, sempre più somigliante a Charlotte Rampling ne “Il portiere di notte”.
Il citato coprifuoco verrà gradualmente portato a 15, poi 18, poi 26 ore al giorno (due di bonus per il seguente), con significative zone franche riservate a: spacciatori da passeggio, centri sociali, campi rom, navi ong. Le mascherine andranno applicate senza fallo e una apposita commissione girerà in assetto di guerra a verificare l’aderenza cutanea, come quelle di Diabolik. Nessuna deroga, chi viene trovato storto, gli spezzano la quinta vertebra e cammina storto.
Si potrà ancora “pisciare il cane”, ma solo con autocertificazione firmata dal cane in persona. Il guinzaglio dovrà rispettare misure precisissime, nella forbice da 12,4 cm a 143,2 cm di lunghezza, preferibilmente di colore giallo-rosso e l’animale dovrà essere munito di apposita mascherina secondo le specifiche adottate dal CTS, vidimate dall’ISS e comunicate con uno specifico DPCM.
Gli emiliani, con la zeppola, e i calabresi, con quelle insidiose espirate, non potranno uscire mai, secondo gli orientamenti forniti dalla veterinaria Ilaria Capua via satellite dalla Florida. Bene invece i siciliani, notoriamente di poche parole. Le scuole riapriranno, ma in totale assenza e solo per dare aria alle aule, i cui muri tuttavia andranno tappezzati di mascherine. Le case private andranno sanificate ogni 15 minuti con irrorazioni a pioggia di amuchina, ovviamente di provenienza cinese. Le automobili potranno circolare ma solo in garage e l’autista dovrà viaggiare rigorosamente solo e munito di mascherina autorizzata sulla quale andrà applicata una visiera di plexiglas con venature in eternit. Nelle fasce istantanee in cui sarà permessa la circolazione pedonale sarà vietato salutarsi anche toccandosi i gomiti e pure guardandosi; proibito il cenno del capo; peraltro, andrà osservata scrupolosamente una distanza prudenziale di 700 m.
Gli esercizi alimentari potranno sempre servire generi d’asporto, ma solo dalle 13,35 alle 13,37 ed erogati mediante fionde immunizzate, e i clienti dovranno acchiapparli lanciandosi con parate modello Zoff, però con speciali guanti sterili. Sarà proibito dormire in due nello stesso letto. Se non c’è posto per letti diversi, si potrà facilmente adottare il sistema dei turni orari, come nei fumetti di Tex Willer. Nel frattempo, per il periodo di veglia, ci si potrà infilare una scopa immune su per il culo e con quella passeggiare per la casa, che tra l’altro è tutta salute. Proibita ogni effusione di sorta. Proibito parlarsi a tavola. Se uno mangia, l’altro sta sul pianerottolo (ovviamente bardato come i tecnici delle centrali nucleari) e viceversa. Proibito parlarsi sul pianerottolo fra coinquilini. Caldamente consigliata, e chi vuole capire capisca, la visione del tg uno con la quotidiana spoon river del Covid. Si potrà restare connessi, ma solo per esprimere una calda soddisfazione sui social per l’operato del governo e comunque meglio non comunicare in videochat, non si sa mai, il virus potrebbe passare anche dallo schermo, in webinar.
Il presidente del Consiglio invita a rispettare con amore tutti gli orientamenti, in modo da potere avere, in prospettiva, una Pasqua finalmente blindata e una estate del tutto rinchiusa. La vostra soddisfazione, è il nostro miglior premio, piripiripiripiripì!

Leggi Anche |  Leone nuovo bambino del Kinder Cioccolato

Sei il proprietario di questo articolo e vuoi che venga rimosso? Contattaci sulla nostra Pagina Facebook.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Condividi articolo tramite:
Enable referrer and click cookie to search for pro webber