Eitan, “rapito dal nonno” il bambino sopravvissuto alla strage del Mottarone

Condividi articolo tramite:

Per il suo affidamento era scoppiata una lite tra le famiglie

Eitan Biran, il bambino israeliano che è stato l’unico sopravvissuto al disastro della funivia del Mottarone, il 23 maggio scorso, sarebbe stato rapito da suo nonno e portato in Israele. Lo riferisce l’emittente israeliana N12. 

Il bimbo – che nell’incidente ha perso entrambi i genitori, il fratellino e i bisnonni che erano venuti a trovarlo in Italia- è da mesi suo malgrado al centro di una battaglia per la custodia legale.

Dopo un lungo ricovero all’ospedale Regina Margherita di Torino, mentre si stava riprendendo seguito dagli psicologi, Eitan – che ha 6 anni- è stato affidato alla zia paterna Aya Biran, medico 41enne che vive a Travacò con il marito Or Nirko e due figlie che frequentano la stessa scuola di Eitan, l’istituto delle Canossiane. Ma tre mesi dopo la tragedia, il ramo materno della famiglia che vive in Israele ha avanzato un’istanza per l’affidamento del bambino. Amos Dor, amico intimo di Aya Biran, la zia di Eitan ha raccontato a N12:  «Questa mattina il nonno è venuto a trovare Eitan, una visita concordata e organizzata in anticipo. Il nonno avrebbe dovuto riportare Eitan ad Aya intorno alle 18:30, cosa che non è avvenuta. E ora il nonno ha interrotto i contatti con Aya». 

Leggi Anche |  Ferencvaros-Juventus 1-4: doppietta di Morata, Dybala, autorete e Boli

Subito dopo l’incidente alla funivia del Mottarone, Eitan è stato affidato in prima istanza alla zia paterna Aya dal tribunale dei minori di Torino. E una volta dimesso dall’ospedale infantile Regina Margherita di Torino è stato accolto nella sua casa in provincia di Pavia, dove lunedì avrebbe iniziato la prima elementare. I parenti materni del bambino, unico sopravvissuto al crollo della funivia in cui sono morte quattordici persone tra cui i genitori, il fratellino di due anni e due nonni, hanno spiegato di essere stati colti di sorpresa da queste decisioni e lo scorso agosto si sono rivolti ad un avvocato israeliano, Ronen Dlayahu, per chiedere l’adozione del bambino «affinché cresca in Israele – avevano detto – così come ardentemente desiderava sua madre, Tali».

Leggi Anche |  Regina Elisabetta scrive ad alunni di scuola a Campobasso

Anche l’ambasciata israeliana avrebbe confermato che il piccolo Eitan si trova in Israele. Lo afferma l’avvocato Armando Simbari, che con Cristina Pagni e Massimo Sana assiste Aya Biran Nirko, zia e tutrice del piccolo Eitan, il bambino di 6 anni (e non 5 come scritto in precedenza) unico sopravvissuto all’incidente della funivia del Mottarone. «Sì, ci sarebbe una conferma dell’ambasciata israeliana» dice l’avvocato Simbari, ricordando che dopo l’azione legale avviata ad agosto dai parenti materni del bambino le autorità italiane «gli avessero inibito qualunque spostamento nell’area Schegen». 

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi Anche |  Green pass: c’è l’obbligo per l’accesso degli utenti negli uffici pubblici?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Condividi articolo tramite: