Elezioni politiche 2022: il giorno di Draghi al Meeting di Rimini

E’ il giorno di Mario Draghi al meeting Cl di Rimini: è il ritorno in pubblico del premier il cui intervento è previsto per le 12. Ieri, sullo stesso palco, si sono “sfidati” i principali candidati alle elezioni del 25 settembre con scintille tra Letta e Meloni: contestazioni dal pubblico per il primo quando ha parlato di voler riformare la scuola rendendola obbligatoria fino alla maturità e standing ovation per la leader di FdI.

Dopo il meeting Giorgia Meloni ha scelto di aprire la sua campagna elettorale ad Ancona, in quello che è considerato ormai il feudo della destra. “Non ho niente di cui scusarmi sul video di Piacenza della ragazza stuprata, l’ho solo ripreso dalla stampa” ha detto dal palco, dopo che le opposizioni e gran parte della stampa internazionale – da quella spagnola a quella tedesca – l’hanno aspramente criticata, giustificandosi anche sul tema delle “devianze”. “Quando ero giovane ero obesa e sono stata bullizzata: figuriamoci se non conosco il tema. Lo sport mi ha salvata”.

Leggi anche:  Supplenze ATA 2022, cosa succede se rinuncio ad una supplenza? Queste le sanzioni

 

Verso le elezioni, la campagna elettorale in tempo reale 

“Al Voto” La newsletter per le elezioni | Rosatellum Legge elettorale, una spiegazione semplice

 

 

Meloni: “Sinistra menefreghisti su sicurezza, priorità Fdi”

“Girare nelle nostre città sta diventando un’impresa ogni giorno più ardua: microcriminalità diffusa, violenze, spaccio a cielo aperto, baby gang. Strade, piazze, a volte interi quartieri completamente abbandonati al degrado e sottratti al controllo dello Stato, spesso consegnati alle putride regole della mafia e della criminalità organizzata.

Fenomeni presenti soprattutto nelle periferie urbane e nelle aree di maggior disagio, che la sinistra non ha saputo o non ha voluto contrastare, un pò per menefreghismo, un pò perché stanno sempre comodamente seduti nei loro patinati salotti radical chic, un pò per impostazione ideologica, perché la sicurezza in fondo per loro è una cosa di destra. L’intervento dello Stato serve subito, ora”. Lo dice la presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni in un video su Facebook.

Leggi anche:  Come fare un nuovo nucleo familiare per Isee 2022

De Raho: “Gravissima intimidazione a Cannizzaro”

E’ “gravissimo ciò che è avvenuto”. Sono le parole di Federico Cafiero de Raho – ex capo della procura nazionale antimafia e già procuratore del tribunale di Reggio Calabria – in relazione all’intimidazione consumata ieri sera a colpi di pistola contro la vetrata della segreteria politica del parlamentare di Forza Italia, Francesco Cannizzaro. De Raho, capolista in Calabria per i Cinque Stelle, afferma “la necessità di un controllo serio e approfondito sull’andamento della campagna elettorale per prevenire ogni forma di intimidazione o condizionamento. La mia presenza in Calabria – ha aggiunto – è anzitutto per sottolineare la priorità che vi è nel Paese di contrasto alle mafie per la tutela delle libertà e delle iniziative di sviluppo sociale ed economiche”

Leggi anche:  Covid Italia, 4.664 contagi e 34 morti: bollettino del 12 settembre

Berlusconi: “L’astensionismo è autolesionista Leader FI: ‘Renzi e Calenda si sono condannati all’irrilevanza”

Ogni giorno “daremo agli italiani una ragione in più per la quale è nel loro interesse andare a votare e naturalmente votare Forza Italia. Oggi quasi il 50% degli elettori minaccia l’astensionismo. Un comportamento autolesionista e che diventa anche un disastro per la democrazia”. Lo dice in un’intervista a Il Riformista il leader di Fi Silvio Berlusconi.
Nel centro-destra italiano “non esiste nulla di assimilabile a partiti estremisti o sovranisti di altri paesi europei” ribadisce, parlando anche del Pnrr che “con minimi aggiustamenti”, è “da mandare avanti più in fretta che si può. Considererei gravissimo perdere risorse che io stesso, lavorando in Europa con grande impegno, ho ottenuto per l’Italia, convincendo i principali leader del PPE”.


Infine, rispetto a Renzi e Calenda “si sono condannati all’irrilevanza – sottolinea Berlusconi -. Ho detto e ripetuto che le nostre porte erano aperte a chi avesse voluto creare un vero centro liberale. Ma evidentemente il loro intento non era questo”.

 Speranza: “Con Letta paese in mani sicure, Meloni-Salvini avventura”

“Salvini e Meloni rappresenterebbero un’avventura per il paese. Con i loro amici Orban e Le Pen l’Italia sarebbe più debole e isolata in Europa.Enrico Letta è invece serio e affidabile. Con lui il paese è in mani sicure”. Così il leader di Articolo uno, Roberto Speranza, candidato a Napoli per la lista democratici e progressisti.

Salvini: “Legge migliore su famiglia quella in Ungheria”
 

“La legge più avanzata per la famiglia è quella dell’Ungheria: là ci sono tantissimi aiuti, congedi parentali estesi anche ai nonni, tra i più avanzati d’Europa”. Lo afferma il leader della Lega, Matteo Salvini, ai microfoni di Radio 24.

Di Maio posta insulti candidato M5S: “Caro Conte, rispetto persona prma di tutto”

“Caro Giuseppe, il rispetto della persona viene prima di tutto. Come hai scritto nello statuto del tuo partito: ‘Le espressioni verbali aggressive devono essere considerate al pari di comportamenti violenti’. Trai tu le conseguenze”. Lo scrive su Facebook il leader di Impegno Civico Luigi Di Maio, postando gli insulti nei suoi confronti pubblicati sui social dal candidato grillino Gaetano Amato, il quale aveva apostrofato il ministro degli Esteri come un “pezzo di m…”. “Spero solo che oltre a scriverli certi principi siano davvero rispettati. Ma forse è chiedere troppo”, conclude il titolare della Farnesina rivolgendosi a Conte.

Berlusconi: “Su Ponte Stretto stavolta non ci fermeranno”

Lo Stretto di Messina è “una grande opera che è indispensabile per rendere più unito e più moderno il nostro Paese, un’opera della quale si discute da molti anni ma che purtroppo non è mai stata realizzata”. Lo dice il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, nell’odierna “pillola” del programma. “Io ho sempre ritenuto – prosegue – che il ponte sullo Stretto fosse una priorità assoluta e che costituisse uno dei progetti più importanti per il nostro Paese. Non ho cambiato idea. Il ponte rimane una priorità assoluta, non solo per collegare la Calabria e la Sicilia, ma per completare uno dei principali corridoi europei di traffico ferroviario e autostradale. Questa volta non ci fermeranno. Questo è il nostro progetto, questo è il nostro impegno a cui non verremo mai meno”.

Letta: “Video stupro? Metodo abietto. Su uso social Meloni come Trump”

La pubblicazione del video sullo stupro “è stato gravissimo” come lo è il fatto che i social “abbiano ritirato quel video e cancellato i post di Giorgia Meloni, aspirante leader politica del nostro Paese, che si fa cogliere a violare le regole sui diritti delle persone”. Così Enrico Letta.

Stupro Piacenza, la versione di Meloni: “Il video era oscurato, non devo chiedere scusa”

“Ricordo che Twitter, Facebook e Instagram fecero la stessa con Trump quando travalicò limiti di decenza: Meloni è sulla stessa linea di Trump, e Trump ha fatto una brutta fine”.

Taranto, candidato Terzo Polo definì truffa il Covid

Scoppia un nuovo caso per le candidature del Terzo Polo di Calenda e Renzi a proposito dei post sui social. Dopo quelli di Stefania Modestino D’Angelo, docente di italiano, candidata nel listino plurinominale di Caserta, e di Guido Garau, filosofo e giornalista, che corre nel proporzionale in Sardegna, a proposito dei loro post “filo Putin” (da parte di D’Angelo) e contro Draghi (da parte di Garau). Il nuovo caso è a Taranto e riguarda il candidato del Terzo Polo, Angelo Di Lena, di Pulsano (centro della provincia), che corre per il collegio della Camera uninominale Puglia 08. E’ quello che verte su Taranto città ed altri comuni. Di Lena ha definito il Covid ad aprile 2020 una truffa. Lo rivela Open.

Rita Dalla Chiesa: “Mai creduto ad accuse mafia contro Berlusconi”

“Ho vissuto a Mediaset dal 1984. Ho conosciuto bene il Presidente e l’ho difeso con le unghie e con i denti. È sempre stato assolto. Hanno avuto paura di lui solo quando è entrato in politica. Non ho mai creduto a queste accuse e non ci crederò mai”. Così Rita Dalla Chiesa, in merito alle polemiche suscitate dalla sua candidatura con il partito di Silvio Berlusconi.

Letta: “Io premier? Se italiani lo chiedono lo faccio”

“Io premier? Ovviamente se gli italiani me lo chiedono lo faccio”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, a Rtl 102,5. “Calenda? Per me è una pagina voltata, guardo avanti, non ho nessun ripianto. Abbiamo una coalizione che comprende Più Europa, capitanata da Emma Bonino, sono convinto che faremo una bella campagna elettorale con loro e altri alleati”.

(fotogramma)

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook