ELEZIONI, SALVINI A GIULIANOVA: ‘FLAX TAX AL 15%, AZZERAMENTO LEGGE FORNERO E PACE FISCALE’

GIULIANOVA – “Flat Tax, tassa piatta, semplice, al 15%, da estendere ai due milioni di partite iva, che oggi già ce l’hanno, alle imprese, alle famiglie, ovviamente a partire da chi guardagna di meno e fattura di meno, l’azzeramento della Legge Fornero, che manda in pensione un milione di lavoratori e lavoratrici nei prossimi anni e permette alle aziende di assumere lavoratori giovani, più brillanti e più tecnologici e innovativi, la pace fiscale, la rottamazione delle cartelle dell’agenzia delle entrate e la revisione del reddito di cittadinanza. Perché molti imprenditori, molti albergatori e ristoratori mi dicono, anche qua in Abruzzo, di non avere manodopera. Sono più di un milione di persone che percepiscono il reddito di cittadinanza. Dare quei soldi alle imprese per creare lavoro. Sono tutte proposte realizzabili in un arco di tempo breve”.

Così il leader nazionale della Lega Matteo Salvini nel corso della prima delle due visite in Abruzzo, per la campagna elettorale per le politiche, questa sera a Giulianova.

Salvini, accolto dai parlamentari Giuseppe Bellachioma, Antonio Zennaro, Alberto Bagnai, il coordinatore regionale Luigi D’Eramo e dall’europarlamentare Massimo Casanova, ha affrontato i temi salienti al centro della campagna elettorale per le politiche del prossimo 25 settembre.

GUERRA IN UCRAINA E SANZIONI

“La Lega ha votato in Italia e in Europa qualunque aiuto all’Ucraina. Semplicemente, dopo mesi di sanzioni, i numeri dicono che non stanno fermando la guerra e non stanno mettendo in ginocchio la Russia. Anzi sono le imprese italiane che rischiano di pagare sanzioni. Sarebbe il primo caso nella storia in cui quello che viene sanzionato ci guadagna e quello che emette le sanzioni ci perde. Quindi noi siamo orgogliosamente alleati di chi si difende dall’aggressione, alleati delle alleanze dei paesi liberi e occidentali però bisogna provare in tutti i modi a fermare questa guerra”.

Leggi anche:  Picierno, Pd: "Le sanzioni alla Russia funzionano. Allarme in Europa per le posizioni di Salvini"

INVESTIMENTI SUL NUCLEARE

“Il nucleare pulito e sicuro, di ultima generazione, è la forma di energia che produce meno scorie, meno emissioni e che ha meno incidenti in assoluto. Questo è certificato dagli scienziati, dagli ordini degli ingegneri italiani, quindi ovunque possa arrivare una centrale nucleare sarebbe far arrivare ricchezza. Ci sono cento reattori in costruzione nel Mondo stasera dagli Stati Uniti, alla Cina, al Giappone, Corea, Romania, Francia, Slovenia, Finlandia. Se tutto il Mondo, per abbassare il costo dell’energia, investe sul nucleare pulito e sicuro e solo l’Italia dice no, probabilmente l’ideologia va superata. Il nucleare, come le rinnovabili, il gas, l’eolico, come l’idroelettrico, deve far parte dell’Italia altrimenti dipenderemo sempre dagli altri

STABILIMENTI BALNEARI

“Con i decreti attuativi che farà il nuovo Governo si possono tutelare tutti. Se si stabilisce il valore congruo per ogni balneare che volesse lasciare il posto e si stabilisce la prelazione per chi campa di questo lavoro, abbiamo reso un ottimo servizio a trentamila aziende che chiedono di essere regolarizzate e che invece vanno avanti di proroga in proroga. Chi vuole smettere di fare questo lavoro, deve avere da chi subentra il riconoscimento di tutti gli investimenti fatti, chi vuole andare avanti e ha nella spiaggia la sua principale fonte di reddito, deve poter avere la prelazione rispetto a tutti gli altri. Siccome il voto è tra 34 giorni, il nuovo Parlamento sarà in carica a metà ottobre e i decreti attuativi che sistemeranno questa annosa situazione potranno essere fatti rapidamente”.

COMPATTEZZA DEL CENTRODESTRA

“Il Centrodestra è compatto, governa 14 regioni su 20. La sinistra in queste politiche ho perso il conto di quanti candidati abbia: 2, 3, 4, 5. Renzi, Calenda, Di Maio, Letta, la Bonino, Potere al popolo, Sinistra europea eccetera eccetera… Noi invece facciamo della compatezza e dell’unione il nostro valore aggiunto. Non mi fido mai dei sondaggi che dicono che il Centro destra ha già vinto perché decidono gli italiani il 25 settembre, però l’aria di cambiamento è buona. E oggi in Romagna, nelle Marche e stasera in Abruzzo, in pieno agosto, avere la gente fuori che non riesce ad entrare perché ci sono già 350 persone, mi fa pensare che siamo sulla strada giusta. Poi Letta parla solo di fascismo, di razzismo, di russi, di rischio democratico se vincono la Lega e il Centro destra. Io dico che non è quello di cui hanno bisogno gli italiani”.

Leggi anche:  Corruzione nella Protezione civile pugliese: Lerario sospeso dal servizio

LA RISPOSTA ALLO STRISCIONE OFFENSIVO

“A chi ha chiesto cosa risponde a chi ha affisso uno striscione offensivo apparso qualche giorno fa davanti a uno stabilimento balneare di Giulianova, il Capitano ha spiegato: “Rispondo con il sorriso e le idee. Ma anche agli attacchi quotidianidi Calenda, di Letta, io rispondo con Quota 41, con il fatto che Cgil e Cisl, che sono l’opposto della Lega, abbiano detto ‘Bene la Lega con Quota 41’, è motivo di orgoglio. Rispondo con la Flat Tax che sta aiutando due milioni di lavoratori. Sulla lotta all’immigrazione penso che abbiamo dimostrato che Volere è potere, quindi se a qualcuno a Sinistra rimane solo con l’insulto nei miei confronti io rispondo solo con il sorriso”.

ACCESSO LIBERO AL PRIMO ANNO DELLA FACOLTA’ DI MEDICINA

“Togliere il numero chiuso al primo anno di Medicina. La spesa non c’entra niente, basta organizzare meglio di lavoro. Oggi ci sono decine di migliaia di ragazzi che provano il test di medicina con il quiz e con le crocette. E solo il 10 per cento ce la fa e va avanti. In altri Pesei europei, penso alla Francia, tutti accedono al primo anno di Medicina e in base ai voti, al merito, alla capacità, quelli che possono vanno avanti e gli altri cambiano indirizzo. Allo Stato costa zero, molto semplicemente le Università devono organizzare meglio i loro spazi e il loro lavoro. Abbiamo bisogno di medici? Sì. Li stiamo cercando a Cuba, in Albania, in Sud America? Sì. Ci sono tanti ragazzi italiani che vorrebbero iniziare a studiare Medicina, almeno il primo anno, per far capire se è adatta a loro o no, apriamolo a tutti. Costa zero”.

Leggi anche:  Trova i 2 euro con l’arpa del 2002 e guadagni €500: ecco quali

RIPRODUZIONE RISERVATA