Notizie H24

Scopri tutti gli aggiornamenti e le notizie del giorno in tempo reale!

Emergenza incendi: i piromani bruciano parchi verdi in tutta Italia

Condividi Tramite:


Brucia la Sicilia occidentale. Ma bruciano anche tante aree verdi tutelate in tutta Italia: riserve naturali, boschi, persino aree archeologiche. E dietro i ripetersi dei roghi, il sospetto forte (anzi la certezza) che ci sia la mano organizzata dei piromani. In Sicilia l’emergenza pesantissima: l’attacco in corso da diversi giorni. Dal Palermitano al Trapanese enormi roghi hanno devastato il territorio, spinti dalle forti folate del vento di scirocco. Oltre al vasto incendio che nelle ultime ore ha devastato la zona di Altofonte, alle porte di Palermo, dalle prime luci dell’alba tre grossi incendi hanno interessato la zona di San Vito Lo Capo, localit balneare del Trapanese, e la riserva naturale dello Zingaro, circa 1.700 ettari di parco tutelato con flora e fauna uniche e itinerari dalla bellezza mediterranea.

Fiamme dolose in tutto lo Stivale

Ma le aree di pregio di mira dalle fiamme dolose sono molte e in tutta Italia: nel Ravennate hanno incenerito sei ettari di bosco del monte Battaglia, zona su cui sorgono vestigia medievali tra cui la storica Rocca — meta di sentieri escursionistici assai apprezzati — da cui si pu scrutare tutta la pianura romagnola, da Ravenna, Imola, Faenza, Ferrara, Bologna, Rimini e il mare Adriatico. Roghi appiccati dall’uomo sono divampati in Costiera amalfitana, e hanno lambito gli accessi al Sentiero degli Dei, percorso escursionistico che percorre i monti Lattari e molto frequentato durante l’estate. E poi ancora: a Potenza incenerito uno storico bosco di querce, a Fabriano bruciati venti ettari di pineta, lo stesso a Campiglia (Livorno) e nella zona boschiva di Monte San Marco, in territorio di Orsara di Puglia.Per ricostituire i boschi ridotti in cenere dal fuoco ci vorranno fino a 15 anni osserva Coldiretti che parla di danni inestimabili al nostro patrimonio ambientale.

In Sicilia mano criminale

Di certo in queste ore l’emergenza principale in Sicilia. Dove sindaci parlano di una mano criminale che ancora una volta sta dietro ai roghi. Le fiamme dell’incendio nel Trapanese, partite da Macari, hanno superato la montagna e sono arrivate prima alla Tonnara di San Vito Lo Capo, sulla costa, e poi si sono estese alla vicina riserva naturale dello Zingaro, che gi nel 2012 era stata distrutta dalle fiamme. La zona stata devastata dal gigantesco rogo. L’unica area che si salvata, dicono gli uomini impegnati a fronteggiare le fiamme, la prima caletta della riserva, la Tonnarella del Luzzo. Lo Zingaro uno dei luoghi naturalistici pi frequentati dalla Sicilia ed stata la prima riserva naturale istituita nell’Isola quarant’anni fa. Ma questo paradiso naturale si trova ancora una volta a dovere subire la devastazione dei piromani. Le fiamme hanno raggiunto anche il Centro visitatori dello Zingaro, dove i Canadair hanno effettuato lanci d’acqua per limitare i danni. Siamo vicini e sosteniamo tutti coloro che, da oltre 24 ore, stanno lavorando incessantemente per arginare e spegnere i gravissimi incendi che in queste ore di forte scirocco hanno fatto strage del nostro territorio come ho potuto constatante seguendo tutte le fasi in costante contatto con la protezione civile regionale che coordina le attivit.

Fiamme anche del Parco archeologico Himera

Nel Palermitano, oltre al terribile incendio di Altofonte che ha reso necessaria l’evacuazione di 400 persone, fiamme anche del Parco archeologico Himera. L’incendio ha interessato anche un tratto della Statale 113 dove un ristorante stato lambito dalle fiamme. Il fumo ha raggiunto l’autostrada A19 Palermo-Catania problemi agli automobilisti. Le strutture del parco e il museo non sono coinvolte nel rogo. Brucia la vegetazione intorno al Tempio della Vittoria, che non ha subito danni. Un incendio sta divampando anche nella campagne tra Aliminusa e Montemaggiore Belsito, sempre nel Palermitano, dove intervenuto un Canadair. Anche qui devastati diversi ettari di bosco. Il presidente della Regione Nello Musumeci ha convocato una riunione urgente della giunta regionale per affrontare il tema dei roghi.

31 agosto 2020 (modifica il 31 agosto 2020 | 11:58)

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Fonte

Vuoi rimanere sempre aggiornato in tempo reale su ogni notizia pubblicata di notizieh24.eu? puoi trovarci su Google News!


Potrebbe interessarti anche...
Enable referrer and click cookie to search for pro webber