Energia, 8,4 miliardi per bollette e sconto benzina: la mappa degli aiuti

Il governo corre ai ripari e approva un nuovo consistente pacchetto di sostegni per attutire gli effetti dei rincari di luce e gas in arrivo con le prossime bollette. Aumenti che si annunciano a doppia cifra visto il perdurare di quotazioni alle stelle per il gas che ieri si è attestato poco sotto i 200 euro per megawattora.

La stretta sugli extraprofitti

Da qui la scelta dell’esecutivo di accelerare sulle nuove misure contro il caro energia con quasi 8,4 miliardi di euro di risorse sui 17 miliardi di dote complessiva – di cui 14,3 liberati dall’assestamento di bilancio, ai quali si aggiungono altri 2 miliardi fuori da quel perimetro -, alla base del decreto approvato il 4 agosto dal Cdm. Che contiene anche un ulteriore taglio al cuneo contributivo e la rivalutazione delle pensioni.

Con il provvedimento arriva, poi, anche un stretta sugli extraprofitti che passerà per un inasprimento delle sanzioni. Mentre, sul fronte del prelievo straordinario per le rinnovabili, si allunga la base temporale di calcolo (da fine anno al 30 giugno 2023) e cambia l’ambito di applicazione, ha chiarito il 4 agosto in conferenza stampa dopo il Cdm, il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani. Che ha poi rimarcato il raggiungimento dell’asticella del 74% nel riempimento degli stoccaggi, dopo aver lodato il lavoro del Gse e di Snam, e ha quindi escluso il ricorso a possibili razionamenti di gas nel caso in cui Mosca chiuda definitivamente i rubinetti. «In pochi mesi la nostra dipendenza dal gas russo è scesa dal 40 al 15%», ha aggiunto Cingolani. Il fisico genovese ha quindi riepilogato i numeri delle nuove forniture di gas e di Gnl in arrivo da qui al 2024 e ha ribadito la strategicità dei due nuovi rigassificatori galleggianti per la sicurezza nazionale: «Se dovessimo fallire nei rigassificatori dobbiamo stare molto attenti».

Leggi anche:  Exor, Vento presenta 8 nuove startup agli investitori

Fin qui gli step futuri, ma intanto il governo stende un ulteriore cordone di sicurezza attorno a imprese e famiglie con quasi 7,3 miliardi di nuovi interventi contro il caro energia, ai quali si affiancano 1,1 miliardi di euro circa per allungare il taglio delle accise sui carburanti al 20 settembre.

L’intervento su oneri e bonus

Ma andiamo per ordine. Nel pacchetto di norme anti-rincari, figura innanzitutto la replica di due misure (l’azzeramento degli oneri per luce e gas e il taglio dell’Iva sul secondo), che saranno estese anche al quarto trimestre proprio per alleggerire il possibile impatto determinato dall’attesa impennata dei prezzi in arrivo con le prossime fatture. In termini di coperture, 1,1 miliardi saranno utilizzati per azzerare gli oneri nel settore elettrico per gli ultimi tre mesi dell’anno sia per le famiglie che per le piccole imprese, mentre 1,8 miliardi serviranno per ridimensionare il peso delle voci parafiscali sulla bolletta del gas. Che potrà beneficiare, come nei trimestri precedenti, anche della riduzione dell’Iva al 5% per i consumi civili e industriali (costo: 798,7 milioni). A trarne vantaggio, nel complesso, saranno 30 milioni di utenze domestiche e oltre 6 milioni di piccole aziende, artigiani e commercianti.

Leggi anche:  Napoli, tabaccaio in fuga con Gratta e vinci da 500mila euro: dopo la denuncia è caccia all'uomo

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Non tutti i ministri brillano

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook