Esclusiva di David Unsworth: sorrido ancora dell’affare Dominic Calvert-Lewin | Notizie di calcio


È stato un inizio strepitoso per la nuova stagione per Dominic Calvert-Lewin e l’uomo fondamentale per lui che si è unito all’Everton quattro anni fa ha parlato del suo orgoglio per il suo graduale sviluppo.

Calvert-Lewin è il capocannoniere della Premier League con sette gol al fianco di Heung-Min Son del Tottenham, e la sua squadra è in cima alla classifica dopo le prime cinque partite.

David Unsworth ha aiutato a reclutare l’attaccante dallo Sheffield United nell’agosto 2016 per un accordo che all’epoca valeva 1,5 milioni di sterline, ma ha detto l’allenatore dell’Everton U23 Sky Sports la tariffa era notevolmente inferiore.

Quando gli è stato chiesto della somma riportata, Unsworth ha detto: “Posso assicurarti che non era neanche lontanamente la somma di denaro che le persone spacciavano! Non dirò la tariffa esatta ma era molto inferiore a quella che hai appena citato.

“Sorrido ancora quando penso a come siamo riusciti a premiarlo. Era tutta una questione di tempismo e lo Sheffield United era in League One e aveva appena avuto un nuovo allenatore. Dominic non avrebbe giocato un ruolo importante nel tentativo di ottenere loro fuori dalla League One. Chris [Wilder] ha deciso di intraprendere la strada dell’esperienza e ha dimostrato di avere molto successo.

David Unsworth ha svolto un ruolo chiave nel portare Calvert-Lewin a Everton
Immagine:
David Unsworth ha svolto un ruolo chiave nel portare Dominic Calvert-Lewin a Everton

“Siamo riusciti a portare Dom nella nostra Under 23 in quel momento, ed è un giocatore con cui avevo lavorato in precedenza durante il mio periodo come allenatore allo Sheffield United a 16 anni. L’ho sempre seguito e ho cercato di tracciare il suo viaggio quando ha preso due periodi di prestito [at Stalybridge Celtic and Northampton Town].

“L’ho visto e sono stato assolutamente felice di portarlo nel club. È stato un acquisto fantastico per noi, e ora sta producendo il tipo di esibizioni e giocando come avremmo mai potuto immaginare quando era un giovane giocatore. È eccezionale ed è stato un acquisto brillante per noi “.

All’inizio della campagna 2016/17, si pensava che generare fondi vendendo Calvert-Lewin avrebbe aiutato in modo significativo il club dello Yorkshire a diventare la squadra della Premier League che è oggi.

Nell’acquistare un diciottenne, l’Everton stava firmando un potenziale, ma Unsworth non aveva dubbi sul fatto che l’attaccante avesse tutti gli attributi per diventare un membro della prima squadra.

Calvert-Lewin sale al livello dell'Everton contro il Liverpool lo scorso fine settimana
Immagine:
Calvert-Lewin sale al livello dell’Everton contro il Liverpool lo scorso fine settimana

“Abbiamo ritenuto che fosse un affare”, ha aggiunto Unsworth. “Sentivamo di aver ingaggiato un giocatore di qualità, ma ora è facile sedersi qui e dire, ‘sapevamo che avrebbe giocato nella nostra prima squadra’. All’epoca, aveva tutti gli strumenti per essere potenzialmente una prima squadra giocatore.

“Ma Dominic è andato avanti e ha fatto brillantemente per saltare ogni ostacolo che ha incontrato e ha colto ogni opportunità che gli è capitato.

“È diventato sempre più forte. È un giocatore eccezionale, un giovane eccezionale, e siamo tutti incredibilmente orgogliosi di lui all’Everton”.

‘Mi pizzico ancora lavorando con Ancelotti’



Carlo Ancelotti







0:35

Carlo Ancelotti si è dichiarato “ davvero soddisfatto ” e ha detto che la sua squadra di Everton trarrà fiducia dalla competizione con i campioni di Premier League del Liverpool nel pareggio per 2-2 a Goodison Park

Unsworth sottolinea che Calvert-Lewin non è l’unico giocatore che è passato alla squadra senior dell’Everton ad essere arrivato esternamente, con Mason Holgate, Jarrad Branthwaite e Niels Nkounkou che hanno tutti impressionato dall’inizio del mandato di Carlo Ancelotti.

Dopo il licenziamento di Marco Silva lo scorso dicembre, l’Everton ha ottenuto l’azionista di maggioranza del manager di “Hollywood”, Farhad Moshiri, che spera di riportare il club ai vertici del calcio.

Ad Ancelotti, il club ha nominato un tre volte vincitore della Champions League e della Premier League che ha riacceso le speranze dei tifosi quando Moshiri ha preso il controllo a Goodison nel febbraio 2016.



immagine di anteprima







3:08

LIBERI DA GUARDARE: Highlights dal pareggio dell’Everton con il Liverpool

La chiave per l’integrazione dell’italiano è stata la conservazione di coloro che formano il tessuto del club, e Unsworth ammette di dover ancora ricordare a se stesso il calibro dell’allenatore attualmente in panchina.

“E ‘comunque un posto favoloso in cui lavorare, ma quando hai un allenatore come Carlo Ancelotti, ci sono volte in cui mi sto ancora pizzicando a parlare con lui e stare al suo fianco.

“È fantastico che siamo stati in grado di reclutare qualcuno della sua classe, e quando il club sta andando così bene, tutto va molto meglio quando vinci partite a livello di prima squadra e sei seduto al All’improvviso non ci sono problemi e tutto è molto più roseo in giardino e possa continuare a lungo “.

Indegno assaporando il ruolo di direttore dell’accademia

Il boss dell'Everton Under 23 David Unsworth con il presidente Bill Kenwright
Immagine:
Il boss dell’Everton Under 23 David Unsworth con il presidente Bill Kenwright

Unsworth ha assunto un nuovo ruolo all’USM Finch Farm in questa stagione come parte della nuova struttura di sviluppo dei giocatori del club che include anche il rientro di Leighton Baines come coach di sviluppo professionale che lavora con i giovani giocatori della prima squadra, nonché gli U23 e gli U18 dopo il suo la pensione.

Pur continuando come capo degli U23, Unsworth è stato anche nominato direttore dell’accademia, il che gli consentirà di riunire tutte le squadre di gruppi di età in un’unica struttura gestionale per fornire un percorso chiaro alla prima squadra.

“Mi sto davvero divertendo ed è un’opportunità per spingere le prestazioni a ogni singolo livello”, ha continuato Unsworth.

“Quando hai qualcuno come Marcel [Brands] guidarlo ai vertici insieme a uno dei migliori manager del mondo, per imparare e lavorare con loro e per diffondere il messaggio che arriva da Carlo e Marcel, è un momento emozionante. È un grande lavoro ma sono circondato da persone di prima classe e da un allenatore di prima classe. È qualcosa che tutti possiamo aspettarci.

Domenica 25 ottobre ore 13:00

Calcio d’inizio alle 14:00

“Molte accademie lottano per un rapporto di lavoro con l’allenatore e vogliono che ci sia un percorso fino alla prima squadra in cui la conoscenza di ciò che ci si aspetta dai calciatori della Premier League venga trasmessa alle fasce di età più giovani.

“Il mio rapporto personale con Marcel e Carlo è eccezionale, mentre ho lavorato e suonato al fianco di Duncan [Ferguson] per diversi anni.

“Ora, si tratta di trasmettere la nostra conoscenza inferiore a tutti gli allenatori e lo staff dell’accademia in termini di ciò che è necessario affinché un giovane giocatore passi attraverso il sistema”.

‘Le squadre B accelererebbero lo sviluppo dei giocatori’

Unsworth è a favore del concetto di una squadra
Immagine:
Unsworth è a favore del concetto di una squadra “B” per aiutare lo sviluppo

All’inizio di questo mese, l’amministratore delegato del Manchester City Ferran Soriano ha sollevato il suggerimento di introdurre le squadre della Premier League “B” nella piramide della Football League inglese.

Molti club EFL stanno vacillando finanziariamente dopo che la pandemia ha costretto la chiusura degli stadi ai fan a marzo, mentre Arsene Wenger, nel suo ruolo di capo dello sviluppo del calcio globale della FIFA, ha detto a Sky Sports che 92 club della Football League sono “troppi per sopravvivere” al crisi attuale.

Giovedì scorso, i club della Premier League hanno respinto all’unanimità Progetto Big Picture ma ha deciso di creare un pacchetto finanziario di emergenza per i club della Lega Uno e della Lega Due.



immagine di anteprima







0:35

Il presidente di Exeter City Julian Tagg non è favorevole all’introduzione delle squadre B all’EFL e ha difeso la gestione dell’organizzazione della pandemia

Unsworth ha rifiutato di essere attratto da quello che ha descritto come l’elemento politico dell’esistenza di squadre “B” nella Football League, ma crede che gioverebbe ai suoi giocatori che si esibiscono contro professionisti esperti su base settimanale.

Ha detto: “Ci credo molto, ma non ci arrivo da nessun’altra angolazione se non quella che aiuta a produrre giovani giocatori e accelera lo sviluppo nei giovani giocatori.

“La mia opinione è sempre stata che se avessimo squadre di” B “come fanno in tutti gli altri principali campionati in Europa, il mio lavoro sarà più facile in termini di accelerazione del progresso e dello sviluppo dei giovani giocatori.

“Giocano contro uomini, giocano sul serio negli stadi. Tutte queste caratteristiche aiutano un giovane giocatore a svilupparsi molto più velocemente di quanto farebbe con un livello Under 23 e forse prestito dopo prestito dopo prestito”.



Il nuovo proprietario / presidente di Port Vale Carol Shanahan guarda prima della partita Sky Bet League Two tra Port Vale e Northampton Town a Vale Park il 10 agosto 2019 a Burslem, in Inghilterra.







0:58

La presidente di Port Vale, Carol Shanahan, ha respinto l’idea avanzata dall’amministratore delegato del Manchester City Ferran Soriano che le squadre B possano giocare nell’EFL

I club EFL hanno votato contro la riforma strutturale che avrebbe agevolato le squadre della Premier League “B” nelle sue divisioni nel 2016, ma da allora le squadre B sono state introdotte all’EFL Trophy, mentre i giovani giocatori di livello superiore possono acquisire esperienza e sviluppo tramite il prestito sistema.

Unsworth ha aggiunto: “Quando guardo il Barcelona B, ci sono giocatori di prima classe che sono ancora in prestito per il livello successivo della loro major league, quindi i nostri migliori giovani giocatori andranno sempre alle squadre del campionato. Ma sarebbe d’aiuto accelerare l’apprendimento e lo sviluppo di tutti i giovani giocatori.

“Questo è l’unico punto di vista da cui verrei. So che ci sono molte persone contrarie, ma è per altri motivi. Il mio punto di vista è puramente dal punto di vista dello sviluppo e accelererebbe sicuramente lo sviluppo dei giovani giocatori dell’Everton, che è il mio obiettivo finale.”





Fonte e diritti articolo

Sei il proprietario di questo articolo e vuoi che venga rimosso? Contattaci sulla nostra Pagina Facebook.