Notizie H24

Scopri tutti gli aggiornamenti e le notizie del giorno in tempo reale!

Etna, una settimana di eruzione: la colonna raggiunge i 6 chilometri

Condividi Tramite:


L’Etna ha salutato l’alba con un nuovo suggestivo ed originale spettacolo. L’attività stromboliana si è intensificata e dunque si è ampliata la colonna di fumo e di cenere sulla sommità del vulcano. Una colonna di fumo che piegata dai venti si estende in maniera orizzontale per più di 6 chilometri e si interseca con gli altri colori della natura. Sulle sommità dell’Etna vi sono scenari di straordinaria bellezza dall’aurora al tramonto, che in realtà sono il frutto del dinamismo vulcanico e dell’intensità della luce. Ed hanno anche una spiegazione scientifica.

Il vulcanologo

Il vulcanologo Salvo Caffo, autore di studi e libri sull’Etna, spiega al Corriere: «Da più di una settimana accanto alla notevole e più visibile attività dell’apparato eruttivo del Cratere di Sud-Est vi è anche quella della Voragine Ovest o Bocca Nuova e del Nord-Est. Questo dinamismo dell’Etna è un fatto che rientra nella normale attività del vulcano. Le attività che si determinano nell’area sommitale, pur nella varietà e complessità, rappresentano la normale evoluzione geodinamica di uno dei vulcani più attivi del mondo». Il vulcanologo Caffo unisce al rigore scientifico una vera passione per l’Etna ed aggiunge: «Bisogna avere rispetto delle varie e complesse fenomenologie che si determinano in seguito ai processi termodinamici, e conseguentemente adattarsi alle leggi della natura. Il vulcano è nella sua posizione da oltre mezzo di milione di anni, noi uomini dobbiamo averne rispetto. Ricordiamo che i vulcani sono dei generatori di vita attraverso l’emissione di materiale allo stato solido e gassoso».

I colori

Cosa sta accadendo in questa fase? Caffo afferma:«L’attività persistente dell’ultimo periodo è caratterizzata da emissione di lava ed emissioni di gas, vapori e ceneri. Queste ultime, le ceneri, quando scaturiscono dalla polverizzazione di lave nuove assumono un colore grigio scuro. Mentre il colore giallo-ocra deriva dal crollo dei condotti craterici e dunque da lave più vecchie». La pluralità dei colori che notiamo ha una spiegazione scientifica. La visione della lunga colonna di fumo (in orizzontale perché piegata dai venti), «è il risultato dell’interazione delle radiazioni solari con gli elementi che vengono espulsi dall’Etna».

Veduta dell’Etna da Monte Troina, Pedara
Veduta dell’Etna da Monte Troina, Pedara

La parte più attiva

La parte più attiva in questi mesi è la zona del nuovo Cratere di Sud-Est. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, ha localizzato la sorgente del tremore in prossimità dell’area del Nuovo Cratere di Sud-Est, ad una profondità di circa 2900-3000 metri al di sopra del livello del mare. L’Etna è una grande dimensione ricca di natura e cultura, di storie e di vite, una pluralità di paesaggi e di biodiversità. Da qualunque lato lo si ammiri non smette di offrire visioni indimenticabili. Se da Sud e da Sud-Est se ne coglie tutta la dimensione di potente bellezza, dal lato Nord-orientale si osservano i paesaggi collinari, i vigneti.

29 agosto 2020 (modifica il 29 agosto 2020 | 16:13)

© RIPRODUZIONE RISERVATA





Fonte

Notizie h24 è un portale gratuito di notizie in tempo reale, lo scopo del sito è quello di raccogliere tutte le notizie più importanti presenti nel web da tutte le fonti e attestate giornalistiche attendibili e verificate, così da poter dare all'utente più informazioni possibili in modo semplice. Notizie h24 si diffida dalle false notizie, qui vengono pubblicate solamente notizie verificate. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.

Vuoi rimanere sempre aggiornato in tempo reale su ogni notizia pubblicata da notizieh24.eu? puoi trovarci su Google News!




Potrebbe interessarti anche...