«Evitata penalizzazione del Made in Italy»- Corriere.it

L’Italia, insieme ad altri nove Paesi in Europa — tra cui Francia, Olanda, Spagna e Polonia — ha votato contro la proposta della Commissione europea del Programma di lavoro annuale 2023 per la promozione dei prodotti agricoli e alimentari. Il comitato che rappresenta gli Stati dell’Ue non ha potuto approvare il programma, che per il 2023 vale circa 186 milioni di euro e stabilisce i criteri di selezione per l’accesso ai fondi Ue finalizzati alla promozione. Tra questi, requisiti stringenti per alcune categorie di prodotti come carni, vino e alcolici in generale. Questo ha motivato il voto contrario dei nove Paesi.

Alleanza Cooperative Agroalimentare

Secondo quanto prevede la procedura, la Commissione europea potr presentare un programma modificato per trovare il via libera degli Stati. In alternativa pu andare avanti in autonomia, ma il segnale inviato dai Paesi stato chiaro in vista della proposta di riforma del regime di aiuti, che prevede limiti al finanziamento di campagne Ue con carni e alcolici. Il presidente di Alleanza Cooperative Agroalimentare, Carlo Piccinini, commenta l’espressione del Comitato degli Stati membri affermando che si trattato di una maggioranza schiacciante, con cui stata respinta una proposta estremamente pericolosa che avrebbe di fatto penalizzato i progetti di promozione per carni, salumi e vino. Piccinini spiega anche che non si tratta della prima volta in cui la Commissione europea tenta di anticipare sul lato amministrativo degli orientamenti politici ancora in discussione e certamente distonici rispetto al vigente assetto regolatorio, aggiunge.

Leggi anche:  L’episodio finale di Moon Knight è su Disney+

Il cambiamento dell’Europa

Secondo l’opinione del presidente, la Commissione ora dovr prendere atto della contrariet dei Paesi europei e di conseguenza riformulare il programma, questa volta attenendosi in modo stringente a quelli che sono i principi di una sana politica di promozione. Rispetto all’esito della votazione, Piccinini nota un’Europa che sta cambiando. Esprimiamo apprezzamento per il nuovo approccio che il ministro Francesco Lollobrigida ha inteso imprimere alla posizione del Governo Italiano in sede Ue — ha aggiunto —. Il rifiuto di posizione ideologiche precostituite sembra finalmente entrare di scena nella sensibilit degli Stati membri. Confidiamo che questo sia il primo segnale di una necessaria inversione di tendenza a tutela dei prodotti agroalimentari europei e delle eccellenze italiane.

Leggi anche:  Cotto e Mangiato | Ricetta nidi di cioccolato

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Ufficiale: Mina Settembre 2 in arrivo nel 2022!

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News