Festa del Cinema di Roma: il film “Open Arms” vince il premio del pubblico

Condividi articolo tramite:

Il “Premio del pubblico FS“, della sedicesima edizione della Festa del Cinema di Roma è stato assegnato al film “Open Arms“ di Marcel Barrena, che narra le imprese di Oscar Camps, fondatore dell’organizzazione.

Il film “Open Arms”, ha vinto il premio del pubblico alla 16° edizione della Festa del Cinema di Roma

“Open Arms – La legge del mare” è il film di Marcel Barrena che si è aggiudicato il “Premio del Pubblico FS“, alla sedicesima edizione della Festa del Cinema di Roma.

Open arms” è un’organizzazione di volontari, creata da Oscar Camps, che per prima si è impegnata per salvare migliaia di migranti nel Mediterraneo ed è attualmente al centro della cronaca, per il processo a carico di Matteo Salvini. Il film mostra proprio la nascita di questa associazione.

Leggi Anche |  Premio Boccaccio, quando le parole sono luce

“Due amici, Oscar e Gerard, lasciano le spiagge di Barcellona, colpiti dalla fotografia di un bambino annegato nel Mediterraneo e così senza rifletterci troppo decidono di andare a Lesbo “per dare una mano”. Qui scoprono la quotidianità di migliaia di persone che rischiano la vita cercando di solcare il mare con imbarcazioni precarie, per sfuggire dalla miseria e dalle guerre che affliggono i loro Paesi d’origine”.

“La cosa più sconcertante è che nessuno sta svolgendo attività di salvataggio, così insieme ad Esther, Nico ed agli altri membri della loro squadra, lotteranno per compiere il lavoro disatteso dalle autorità e per portare a migliaia di persone l’aiuto di cui hanno estremo bisogno”.

Ecco quanto è stato dichiarato dal regista

Ecco quanto ha spiegato il regista, Marcel Barrena:

Leggi Anche |  “Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino”: memoriale di una generazione

“Avevamo due grandi sfide con questo progetto, da un lato volevamo fare un film popolare, non eravamo interessati a un cinema artistico che non avrebbe visto nessuno e dall’altra dovevamo girarlo nel modo più vicino possibile alla realtà. Non è stato semplice ma abbiamo cercato di costruire una struttura cinematografica che potesse arrivare a molti spettatori”.

“Dal punto di vista tecnico poi abbiamo avuto il problema di girare in mare, abbiamo dovuto diventare amici del caos e cercare di adattarci alla luce, al meteo e alle esigenze di trecento comparse in acqua. È stata una lavorazione intensa, le riprese sono state tutte in Grecia, ma non a Lesbo, dove abbiamo ricevuto minacce naziste che ci hanno costretto a lasciare l’isola”.

Adv

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Leggi Anche |  Con un pizzico di pseudoscienza

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Condividi articolo tramite: