Fisco, Stellato (Cesfi): al governo Meloni chiediamo subito una nuova rottamazione delle cartelle esattoriali

Mezzogiorno, 7 novembre 2022 – 18:23

Il presidente del Centro studi sulla fiscalit internazionale: Serve una riforma dell’Agenzia delle Entrate e delle riscossioni

di Redazione online

fondamentale intervenire subito con la rottamazione delle cartelle esattoriali, programmando un provvedimento da attuare nel 2023. I dati incrociati sulla crescita in ulteriore rialzo, rispetto alle aspettative e il rapporto deficit/pil in calo, da innestare comunque al rischio di una recessione ancora probabile, dicono con chiarezza che questo il momento del coraggio in ambito fiscale. Lo propone Ezio Stellato, presidente del Ce.s.f.i (Centro Studi sulla Fiscalit Internazionale), come prima iniziativa urgente che dovrebbe assumere il Governo Meloni sul tema fisco.

Leggi anche:  Alex Belli copia per mandare i messaggi a Delia Duran? Ecco cos’è successo


La sfida centrale riguarda il tema della riscossione – argomenta Stellato -. Un primo passo imprescindibile al quale poi bisogner aggiungere un intervento strutturale, introducendo la meritocrazia fiscale oltre che quella della nuova sostenibilit tanto desiderata. Nel nostro quotidiano lavoro ci imbattiamo in storie che fotografano il malfunzionamento del sistema, tra procedure esecutive illegittime che aleggiano in una sorta di palleggio continuo tra le direzioni regionali e nazionali dell’Agenzia delle Entrate. L’intervento di Ezio Stellato arriva nel mezzo del dibattito sull’aggiornamento della programmazione economico-finanziaria. Abbiamo accolto con favore la nomina del viceministro all’Economia Maurizio Leo, una eccellente figura tecnica che conosce con dovizia le dinamiche di questo sistema, non solo un tecnico della materia, ma un esperto delle procedure interne dei palazzi del Governo – premette il dottore commercialista e presidente del Ce.s.f.i. -. dunque il momento di mettersi all’opera ma c’ bisogno della volont politica d’accompagnare il cambiamento, sbloccando, proprio nell’epoca del Pnrr, soprattutto per lo sviluppo del Sud, i lacci e lacciuoli che rallentano l’Italia, a partire dall’art. 28 della Costituzione e dalla legge Severino per intervenire sul fenomeno del timore della firma.

Leggi anche:  I fans avvertono Soleil dell’ingresso di Delia ma non fila tutto liscio
La newsletter del Corriere del Mezzogiorno

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie della Campania iscriviti gratis alla newsletter del Corriere del Mezzogiorno. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui.

7 novembre 2022 | 18:23

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News