Fitch promuove Napoli. Baretta: il piano è credibile per l’agenzia di rating

Mezzogiorno, 16 ottobre 2022 – 08:28

«Hanno valutato positivamente l’innalzamento dell’Irpef». Il rating passa da stabile a positivo

di Fabrizio Geremicca

«Fitch promuove Napoli: il rating passa da stabile a positivo». Ieri Pier Paolo Baretta, assessore al Bilancio nella giunta Manfredi, ha pubblicato un messaggio sulla sua pagina facebook per dare notizia che l’agenzia di rating ha riclassificato la città sotto il profilo della credibilità finanziaria nei confronti dei mercati. Dice al Corriere del Mezzogiorno : «Il giudizio è espresso una volta all’anno. Fitch esamina il debito, le scelte fatte, i contributi che si ricevono. La promozione è il risultato sostanzialmente di due fattori». Li elenca. «Il primo è rappresentato dalla circostanza che con il Patto per Napoli arrivano dallo Stato contributi strutturali a fondo perduto. Vuol dire, secondo Fitch, che lo Stato ha fiducia nel lavoro che possiamo condurre». Il secondo fattore, va avanti nella sua ricostruzione l’esponente della giunta Manfredi, «è che hanno valutato positivamente la circostanza che innalzeremo le tasse aeroportuali e l’Irpef e che abbiamo affidato ad una società esterna la riscossione». L’incremento dell’Irpef, precisa l’assessore al Bilancio del Comune di Napoli, sarà dello 0,1 oppure 0,2%. Le tasse aeroportuali – quantifica poi l’ex sottosegretario al ministero dell’Economia e delle Finanze del governo Conte – dovrebbero essere aumentate di uno o due euro.

Leggi anche:  Cristiano Malgioglio svela il cachet ospiti per Mi casa es tu casa


Valorizzazione patrimonio

Prosegue: «Nel giudizio positivo di Fitch rientra certamente anche la circostanza che ci sia un piano di valorizzazione del patrimonio concordato con Invimit. Tutto ciò fa sì che l’agenzia di rating consideri che ci sia una politica di risanamento in atto e determina un giudizio positivo». Quali saranno le ricadute di questa valutazione per l’azione dell’amministrazione Manfredi? «Non siamo quotati in borsa – è la risposta dell’assessore al Bilancio – e dunque non avremo un effetto immediato, ma certamente l’aumento della credibilità istituzionale favorirà l’accesso ad altre fonti di finanziamento, qualora dovesse essercene la necessità. Potremo, inoltre, muoverci con più agibilità sulle scelte del Pnrr, che prevedono l’elargizione di tantissime risorse». Il Patto per Napoli al quale fa cenno Baretta è stato sottoscritto a marzo dal sindaco Manfredi e da Mario Draghi, all’epoca presidente del consiglio dei ministri. Prevede che dal governo arriveranno a Napoli nei prossimi venti anni un miliardo e 231 milioni di euro per contribuire a risanare il deficit che in primavera aveva toccato i 5 miliardi di euro. Comporta l’adozione da parte dell’amministrazione comunale di una serie di misure, tra le quali appunto il ritocco dell’Irpef e delle tasse aeroportuali. Nell’ambito del patto, poi, ad aprile il Comune ha sottoscritto una intesa con Invimit – società partecipata al 100% dal ministero delle Finanze – per «la valorizzazione e l’efficientamento del patrimonio immobiliare». Ha suscitato non poche perplessità da parte di Alberto Lucarelli e di altri docenti universitari impegnati sul versante della tutela dei beni comuni. «Siamo di fronte – commentò all’epoca il giurista della Federico II – ad un modello di governance che ha molte caratteristiche del commissariamento.

Leggi anche:  Barbara D’Urso ospite in una trasmissione televisiva Rai nel weekend: ecco quale
La newsletter del Corriere del Mezzogiorno

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie della Campania iscriviti gratis alla newsletter del Corriere del Mezzogiorno. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui.

16 ottobre 2022 | 08:28

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News