Fotovoltaico sui tetti agricoli: bando da 1,5 miliardi di euro per contributi a fondo perduto

Pubblicato in Gazzetta il decreto del ministero delle Politiche Agricole che sblocca 1,5 miliardi di euro da fondi Pnrr per il fotovoltaico sui tetti delle imprese agricole, agroalimentari, zootecniche e degli agriturismi (Parco Agrisolare).

L’obiettivo dichiarato dal Governo è quello di ridurre i consumi del settore agroalimentare riqualificando le strutture produttive e utilizzando i tetti degli edifici per arrivare a una potenza installata pari ad almeno 375.000 kW nel 2026.

Verranno selezionati e finanziati i progetti che prevedono l’acquisto e la posa in opera di pannelli sui tetti di fabbricati strumentali all’attività agricola, compresi gli agriturismi.

Inoltre, l’intervento per cui si richiede il contributo potrà coprire anche i costi di riqualificazione e ammodernamento delle strutture, con la rimozione dell’eternit e amianto sui tetti ove presente, e/o migliorare la coibentazione e areazione.

Segnaliamo che la Commissione Europea dovrà dare il via libera alla misura. Non appena arriverà il benestare dell’Ue, sarà emanato l’avviso e fissate le date per la presentazione delle domande. I contributi saranno concessi fino a esaurimento.

Parco Agrisolare col fotovoltaico

Il decreto ministeriale pubblicato lo scorso 28 giugno, determina gli interventi per la realizzazione di impianti fotovoltaici da installare su edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale, da finanziare nell’ambito del Pnrr, Missione 2, componente 1, investimento 2.2 «Parco Agrisolare».

Le risorse disponibili sono pari a 1,5 miliardi di euro. La spesa massima ammissibile per singolo progetto è di 750mila euro, nel limite massimo di 1 milione di euro per soggetto beneficiario.

L’obiettivo finale da raggiungere è l’installazione di pannelli fotovoltaici per una potenza complessiva pari a 375.000 kW, contribuendo così ad aumentare la sostenibilità, la resilienza, la transizione verde e l’efficienza energetica del settore.

Nel decreto viene specificato che il 40% delle risorse è riservato al finanziamento di progetti da realizzare nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Il bando darà il via alla presentazione delle candidature dei progetti: dal momento in cui è riconosciuto il contributo, i beneficiari hanno 18 mesi per la realizzazione degli interventi.

Finanziamenti per l’agrivoltaico: chi sono i soggetti beneficiari

All’art. 4 del suddetto decreto ministeriale si individuano i soggetti che possono accedere al contributo a fondo perduto, ovvero:

Sono esclusi i soggetti esonerati dalla tenuta della contabilità IVA, aventi un volume di affari annuo inferiore a euro 7.000.

Interventi e spese ammissibili

Gli interventi ammissibili all’agevolazione, da realizzare sui tetti di fabbricati strumentali all’attività agricola, zootecnica e agroindustriale, devono prevedere l’installazione di impianti fotovoltaici, con potenza di picco non inferiore a 6 kWp e non superiore a 500 kWp.

L’articolo 6 del decreto evidenzia che, unitamente a tale attività, possono essere eseguiti uno o più dei seguenti interventi di riqualificazione ai fini del miglioramento dell’efficienza energetica delle strutture:

Le tipologie di spese ammissibili per la realizzazione di impianti fotovoltaici sono, invece:

Per la rimozione e smaltimento dell’amianto, ove presente, e l’esecuzione di interventi di realizzazione o miglioramento dell’isolamento termico e della coibentazione dei tetti e/o di realizzazione di un sistema di aerazione connesso alla sostituzione del tetto (intercapedine d’aria), sono ammesse le spese di demolizione e ricostruzione delle coperture, e fornitura e messa in opera dei materiali necessari alla realizzazione degli interventi, fino a un limite massimo ammissibile di euro 700,00/Kwp.

Gli interventi non coperti dall’agevolazione e i costi non ammessi

All’articolo 2 del decreto ministeriale si specifica che non sono ammesse alle agevolazioni interventi che prevedano attività su strutture e manufatti connessi a:

Invece, relativamente ai costi non ammissibili, si evidenziano:

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Leggi anche:  Jeff Bridges fuori pericolo: "Il cancro è in remissione""