Frank Sinatra, perché i suoi film sono i più richiesti a Natale

Condividi articolo tramite:

Il camino acceso, il panettone, forse un mazzo di carte pronte e lucide. Ma difficilmente potrà mancare un film di Frank Sinatra, magari in coppia con Dean Martin e Bing Crosby, per iniziare il Natale.

Frankie Swoonatra‘ era il soprannome (derivato dal verbo swoon, “svenire”, riferito all’effetto che produceva sulle sue ammiratrici). “Il colore dei suoi occhi era il colore dell’America, blu, “old blue eyes” azzurro come l’epoca e il sogno nel quale tutto il mondo si è specchiato per 60 anni“, scriveva Vittorio Zucconi nel ’98 su Repubblica. Frank Sinatra fu l’attore, accanto a Bing Crosby e l’attrice Marjorie Reynolds, di “Happy hollidays” (Buone vacanze): il film del 1942, musicale e poco parlato, che ha reso famosa la canzone “White Christmas”. Scritta da Irving Berlin, è il singolo più venduto di tutti i tempi. Il testo, composto in piena Seconda Guerra Mondiale, ricordava la tragica scomparsa del figlio proprio nel periodo di Natale. Un brano che rimandava al clima natalizio ormai perduto, per questo la voce di Crosby così triste e commemorativa, era perfetta per celebrarlo.

Happy hollidays con Frank Sinatra

In un tipico salotto americano, dove il calore vince su tutto, supera ogni addobbo e scalda più della moquette, Frank e Bing riempiono le tazze di ponce. Sorseggiano la bevanda con gli occhi persi al di là dei vetri, appannati quanto basta a ricordare che fuori la neve imbianca ogni cosa. Da un braciere sospeso da terra, si alzano fiamme di fuoco, e la complicità tra i due è scandita dalle note di “Jingle Bells“. Vestiti dall’eleganza sartoriale, come vuole il guardaroba di ogni gentleman, andranno cantando alla messa di Natale. Fino a raccogliersi intorno al tavolo imbandito, due posti stretti e uniti, dove il cameriere in livrea bianca trascinerà il carrello con il tacchino. Un musicarello potrà sembrare “Happy hollidays“. Ma è un classico di tutti i tempi, che non invecchia. Che racchiude in sé la parola magica ‘..Christmas is coming’.

Leggi Anche |  “Lucky Luke – Caffè Olé”, Terence Hill nero bollente stasera in tv

Anche in “Alta Società” del 1956, Frank Sinatra, nei panni del reporter Mike Connor, recita accanto Bing Crosby, suo rivale nel film. Entrambi i protagonisti, sono innamorati della stessa donna interpretata da Grace Kelly. Che sta per sposarsi con un altro uomo. Alla maniera dei ricchi, sbadati nelle questioni di cuore. Chi la spunterà dei due? La canzone nel film “Who Wants to Be a Millionaire?“, dette il titolo al più famoso gioco della televisione, riprodotto anche in Italia. In “Un uomo da vendere” del 1959, Sinatra recita con Frank Capra, interpretando un vedovo donnaiolo con la passione per il gioco d’azzardo. Nel film canta “High Hopes“, canzone che vinse l’Oscar entrando nella lista di brani più ascoltati per oltre diciassette settimane.

Leggi Anche |  DIRETTA Serie A, Lazio-Juventus | Cronaca LIVE, formazioni, tempo reale

Frank, leggenda e realtà

Qualcuno verrà” è il film di Vincente Minnelli, padre di Liza, regista ancora poco considerato all’epoca. Atmosfere di serate prenatalizie, trascorse in locali pieni di fumo, alcol che trabocca in innumerevoli brindisi ai tavoli. Con il personaggio di Fischio/Dean Martin che non toglie mai il suo inseparabile cappello. Neanche dentro casa, e guai a spogliarsene dandolo alla guardarobiera. Sinatra canta e balla su lenti sognanti, scende da Rolls-Royce bianca, e lo accoglie un interno fatto di cuscini su divani e i mobili bar tra gin e scotch in bella mostra.

Frank Sinatra decise di diventare un cantante sull’onda dell’ammirazione per Bing Crosby, che ascoltava spesso alla radio. Iniziò intorno al 1931, come da lui stesso raccontato in svariati concerti, nel piccolo saloon gestito dal padre (originario di un paese di Palermo, e sua madre di Genova), nel quale era presente uno dei primi juke-box. E quando i clienti inserivano la moneta per ascoltare le hit famose eseguite dalle orchestre dell’epoca, chiedevano al giovane Frank, di esibirsi per loro. Una carriera che lo portò a dormire meno di tre ore a notte, con i due pacchetti di sigarette che fumò ogni giorno per quasi settant’anni, e la bottiglia di whisky, lui devoto al Jack Daniel’s, che assumeva quotidianamente. Tre cubetti di ghiaccio e uno spruzzo d’acqua: “This is a gentlemen’s drink”, dichiarò una volta. E al mattino, si vocifera, usasse acqua di lavanda per coprire l’odore dell’alcol, in nome della sua accanita mania di pulizia.

Leggi Anche |  Charlene di Monaco torna da Alberto? Ci sono novità: ecco come sta

Sinatra, l’America è vicina

Il cappello Fedora a falda stretta portato di sbieco. Lo stesso che indossa nel francobollo da 42 centesimi, che nel 2008, le Poste degli Stati Uniti hanno emesso in suo onore. Frank Sinatra sorride ammiccante, voce e pupe; e il segreto dei suoi film, i più visti a Natale, sta in quel figlio d’italiani, che ha portato l’America da noi e noi in America. Very Good, ma sempre uno di casa.

Federica De Candia. Seguici sempre su MMI e Metropolitan cinema

Adv

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Condividi articolo tramite: