Hai le 10 Lire con la spiga? Ecco il valore ufficiale di oggi, incredibile

Le 10 Lire con la spiga continuano ancora a far parlare di se ed all’interno di questo articolo proveremo a darvi sempre più informazioni dettagliate. Abbiamo già parlato di questa moneta rara ma evidentemente c’è sempre bisogno di portare avanti qualche piccolo aggiornamento così da tenersi informati.

Innanzi tutto stiamo parlando di una moneta piccola che è stata utilizzata durante il vecchio millennio quando ancora non esisteva l’euro. E’ stata emessa per la prima volta nel 1951 e riconoscerla è molto semplice. Essa infatti nella parte del dritto si presenta con un aratro sul quale vi è la scritta “Repvbblica Italiana”. Sotto quest’ultima scritta vi è invece la lettera “R” che è il simbolo della Zecca, precisamente di quella italiana. Vi è dunque l’anno di conio e, come abbiamo già detto, è stata messa in circolazione per la prima volta nel 1951.

Dall’altro lato vi è invece il disegno famoso delle due spighe che divergono tra loro. Esse infatti sono una contro l’altra e sotto vi è il valore nominale della moneta, ovvero “10”. Il peso di questa moneta da 10 Lire è di 1,6 grammi mentre il diametro è di 23,2 millimetri. Si hanno notizie di tale pezzo di conio già a partire dal 1951, come già detto, e fino al 2001. Vi è stata una pausa di distribuzione tra il 1956 ed il 1965 ma esistono più di 40 versioni tutte differenti tra loro.

Quanto valgono le 10 Lire con la Spiga?

10 lire spiga

Riuscire a dare un valore definitivo non è certamente una cosa semplice. Come detto poco sopra, infatti, esistono veramente tante versioni di questa moneta e per questo motivo bisognerà praticamente cercare quasi un ago in un pagliaio per trovare quella giusta.

Leggi anche:  "6 miliardi sottratti alla spesa pubblica": i numeri record delle frodi in Italia

La 10 Lire Spiga che vale di più è quella che è stata messa in circolazione nel 1954 ed oggi vale addirittura più di 10.000 volte tanto. Essa infatti si può pagare anche più di 100 euro e molti esperti sottolineano che questo valore, nel tempo, può solo andare ad aumentare.

Vi sono comunque anche altre versioni che valgono veramente tantissimi soldi. Un esempio è certamente quella del 1965 che al giorno d’oggi vale circa 35 euro, mentre tutte le altre versioni che sono state emesse negli anni ’50 sono quasi tutte intorno ai 30 euro.

E’ sempre giusto sottolineare che una moneta rara deve comunque essere in Fior di Conio per poter essere venduta in maniera corretta. Nel caso in cui, infatti, vi siano delle tracce, delle macchie o dei segni di usura sulla moneta, quest’ultima potrebbe perdere gran parte del proprio valore.

Quali sono le 10 Lire che valgono di più?

Nella storia della Lira italiana non vi sono state solamente le 10 lire con la spiga. Prima di esse infatti vi erano le cosiddette “10 Lire Olivo”. Avere in casa uno di questi esemplari potrebbe sicuramente andarci a cambiare la vita dato che da un momento all’altro potremmo guadagnare addirittura più di 4.500 euro.

Leggi anche:  Bonus spesa 2022/ Alcuni comuni hanno riconfermato i buoni, ma c'è tempo fino al 31 luglio

Il motivo è dato dal fatto che questa moneta fa ormai parte del dopoguerra ed è stata messa in circolazione prima della “Spiga”. Per questo motivo il suo valore è ancora più alto e tende ad aumentare anno dopo anno.

Quali sono le 10 Lire con errore di conio?

Negli anni sono state emesse così tante versioni di monete che alcune possono aver inciampato in qualche errore di conio. E’ il caso delle 10 Lire emesse nel 1956. Queste infatti hanno visto un disegno più grande del previsto e vi sono dunque delle spighe che coprono molta parte del retro in più rispetto alle altre.

Con molta probabilità il valore delle 10 Lire spiga con errore di conio potrebbero iniziare a valere sempre di più nei prossimi anni ma non vi sono ancora studi dedicati ed approfonditi sulla situazione.

Come vendere le 10 Lire

Ne abbiamo parlato più volte ma è sempre il caso di ripeterlo. Vendere monete rare non è difficile ma può diventare pericoloso. Bisogna infatti sempre essere a conoscenza della persona alla quale stiamo vendendo il nostro pezzo di conio, ma soprattutto conoscere l’intermediario.

Molte persone ormai per vendere vecchie Lire si stanno rivolgendo a CataWiki che è un portale nato appunto per queste tipologie di scambi “d’epoca”. Per farlo vi basterà semplicemente creare un account su questo sito web ed iniziare a seguire passo dopo passo le indicazioni per poter creare una vostra asta o vendita che sia.

Leggi anche:  M5S, Faraone (IV): "Superbonus e RDC ai truffatori. 6 miliardi sottratti allo stato"

Bisogna sempre fare attenzione, e questo lo sottolineiamo sempre, a quelli che possono essere i furti o le fregature sulle monete rare. Potreste incappare in persone che non stanno realmente vendendo quel pezzo di conio così come potreste anche trovare qualcuno che dopo aver ricevuto la vostra moneta non vi arrivi a pagare.

Per questo motivo bisogna sempre assicurarsi che il portale che si sta utilizzando per vendere monete di valore sia ottimo e non contenga problemi su pagamenti o altro. Accertatevi sempre di guardare le recensioni degli utenti con i quali state lavorando ad una vendita così da far filare tutto liscio senza incomprensioni o problematiche varie.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News