I programmi dei partiti sulla scuola solo un libro dei sogni

Nessun partito punta sull’istruzione come motore dello sviluppo del Paese: la scuola resta fuori dal podio delle priorità. È quanto sostiene Tuttoscuola che ha pubblicato uno studio analizzando i programmi elettorali delle varie compagini in vista della tornata elettorale del 25 settembre.

La lista delle “promesse in vista del voto richiederebbe risorse ben superiori, tra i 12 e i 15 miliardi di euro all’anno, a quelle previste dal quadro macroeconomico – si afferma nell’analisi – preso a riferimento dagli ultimi governi, e non compatibili con l’attuale incidenza della spesa dell’istruzione sul Pil, in costante calo da anni”. L’istruzione è presente in tutti i programmi elettorali “senza però che sia dato ad essa particolare peso come, per fare qualche esempio, la flat tax, il salario minimo, la difesa del reddito di cittadinanza”, sostiene lo studio.

Leggi anche:  Se trovi le 10 Lire con la spiga di grano sei ricco sfondato: ecco il valore

Le principali forze politiche, nelle loro “agende”, prevedono 38 diverse proposte di riforma. “Il libro dei sogni elettorali – afferma Tuttoscuola – include il tempo pieno per tutti alla scuola primaria (programma di Azione-Italia Viva, costo 12 miliardi di euro, più del reddito di cittadinanza), la riduzione del numero di alunni per classe a 15 (Verdi-Sinistra Italiana, costo 8 miliardi all’anno, senza contare l’indisponibilità di nuove aule in molte scuole), l’assunzione di circa 150mila precari (Lega). E molto altro, spesso con spese difficilmente sostenibili”. Per il portale dedicato all’universo scuola “spiccano assenze sorprendenti”. Nel programma del M5s “nessun accenno a classi pollaio e al tempo pieno, storici cavalli di battaglia del Movimento.”

Leggi anche:  Diretta/ Trento Tortona (risultato 26 - 39) video streaming tv: intervallo lungo

In generale, nelle proposte avanzate “dall’estrema sinistra fino a Fratelli d’Italia non emerge la visione di un modello di scuola profondamente innovativo in grado di rispondere alle sfide attuali e future poste dall’evoluzione tecnologica – aggiunge Tuttoscuola  -, ambientale e sociale per un paese in cui oggi uno studente su due al termine del ciclo di studi è sostanzialmente impreparato, come certificato dall’Invalsi”.
 

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  La furbetta incassa il reddito di cittadinanza e coltiva marijuana in casa - Milano Post

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook