I versamenti fiscali verso il rinvio

I versamenti fiscali verso il rinvio

Verso il rinvio delle scadenze dei versamenti fiscali per i soggetti Isa. Dal 30 giugno si va al 20 luglio senza maggiorazione e al 20 agosto con la maggiorazione dello 0.40%.

Il dpcm con il tradizionale rinvio dei termini è pronto, secondo quanto risulta a ItaliaOggi ed è sul tavolo dell’ufficio di gabinetto del ministro dell’economia Daniele Franco (nella foto).

Il rinvio non è scontato fintanto che non ci sarà il sigillo ufficiale (ha fatto scuola il caso della proroga del modello 770 richiesta dai consulenti del lavoro, rimasta non firmata sulla scrivania del ministro) ma da ieri è partito ufficialmente il pressing dei professionisti con le richieste dello spostamento dei termini. Il tiro alla fune sulle scadenze fiscali è diventato un classico del mese di giugno.

Gli altri anni si arrivava in affanno al 16 giugno. Poi, con uno dei provvedimenti emergenziali per la pandemia, la scadenza è stata spostata al 30 giugno. Ma anche quest’anno non basta. Si sono concentrate modifiche normative, l’ultima il 15 giugno riguardante gli adempimenti legati all’autodichiarazione degli aiuti Ue.

Leggi anche:  Garda Link, collegamento "treno+autobus" di Trenitalia e ATV - Azienda Trasporti Verona.

Ieri, il presidente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti, Elbano de Nuccio, ha inviato una lettera al ministro Franco e al direttore dell’Agenzia delle entrate, Ernesto Maria Ruffini, motivando le ragioni della richiesta del rinvio per «consentire ai contribuenti e ai commercialisti che li assistono di effettuare l’adempimento senza affanni e con la dovuta diligenza professionale, nell’ottica di favorire la compliance e razionalizzare il calendario fiscale». Il presidente de Nuccio sottolinea anche come «quest’anno l’attività di elaborazione e compilazione delle dichiarazioni dei redditi e dell’Irap, funzionale al calcolo del saldo delle imposte dovute per il periodo d’imposta 2021 e del primo acconto relativo al periodo d’imposta 2022” sia “in considerevole ritardo a causa, tra l’altro, di alcune contingenze che hanno imposto il differimento della messa a disposizione degli strumenti necessari per l’adempimento. Innanzitutto, i correttivi agli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA) applicabili al periodo d’imposta 2021 al fine di tenere conto degli effetti di natura straordinaria della crisi economica e dei mercati conseguente all’emergenza sanitaria, sono stati approvati con decreto del 29 aprile 2022, pubblicato il 13 maggio 2022 sulla G.U. Soltanto a partire dal 4 maggio scorso gli studi professionali hanno potuto inviare all’Agenzia delle entrate le richieste per ottenere le forniture dei dati relativi alle precalcolate ISA 2022, indispensabili per il calcolo degli importi dovuti da ciascun contribuente per migliorare eventualmente il proprio punteggio di affidabilità fiscale. A ciò si è aggiunto», osserva de Nuccio, «che le dichiarazioni precompilate sono state pertanto rese disponibili a partire dal 23 maggio 2022 (invece che dal 30 aprile) ed è stato possibile modificare e inviare all’Agenzia delle entrate la dichiarazione (730 e Redditi) o accettare senza modifiche il modello 730 precompilato soltanto dallo scorso 31 maggio. Circostanze che hanno avuto ripercussioni anche sul lavoro delle software house che hanno dovuto ritardare il rilascio agli studi professionali degli applicativi necessari per l’elaborazione delle dichiarazioni».

Leggi anche:  Serie B, il Lecce a Benevento: sfida dei tanti ex. Le probabili formazioni

.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Gas, Giovannini: 'Stop agli speculatori. Aiuti a famiglie e aziende'

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook