Ideal Standard, Zaia: nostra gestione crisi diventi un modello

Lunedì 20 giugno 2022 – 17:15

Ideal Standard, Zaia: nostra gestione crisi diventi un modello

Presentato al Mise accordo di cessione a cordata veneta

Ideal Standard, Zaia: nostra gestione crisi diventi un modello

Venezia, 20 giu. (askanews) – Si è tenuta oggi presso il Ministero dello Sviluppo Economico la riunione di presentazione dell’accordo di cessione del sito Ideal Standard di Borgo Valbelluna (Belluno) e del marchio “Ceramica Dolomite”. La riunione segue l’atto formale di sottoscrizione da parte di Ideal Standard e della cordata industriale, composta da Finint S.p.a, Delfin S.a.r.l., Luigi Rossi Luciani S.a.p.a. e Za-Fin S.r.l., dell’accordo di cessione a quest’ultima del sito produttivo di Borgo Valbelluna e del marchio Ceramica Dolomite con effetto dal primo giugno. L’accordo prevede il trasferimento di tutti i lavoratori nella nuova società e ha segnato l’inizio della nuova stagione industriale per Ceramica Dolomite e i suoi lavoratori.

Il lavoro di reindustrializzazione condotto dal tavolo istituzionale, costituito presso l’Unità di crisi aziendali di Veneto Lavoro, composto oltre dalla Regione, dal MISE, dalle parti sindacali, dalla proprietà di Ideal Standard e dall’Advisor Sernet che nell’accordo sottoscritto il 30 maggio ha trovato pieno compimento. “Sono felice che durante l’incontro sia stato sottolineato il valore della gestione di questa crisi aziendale che abbiamo costruito con tutte le parti coinvolte – afferma il presidente della Regione, Luca Zaia -. Tutti hanno convenuto che il sistema messo in atto e gli strumenti adottati (sistema relazionale tra le parti, ammortizzatori sociali, modelli contrattuali, partecipazione del pubblico all’impresa) possono essere considerati utile bagaglio e modello nella gestione delle crisi aziendali”.


Alla riunione odierna ha partecipato l’assessore regionale al Lavoro, Elena Donazzan, supportata dal dirigente dell’Unità di Crisi Aziendali di Veneto Lavoro, Mattia Losego, con alcuni componenti della struttura stessa: Silvia Cavallarin, Giuliano Bascetta e Giosué Giardineri. “Quello messo in atto nel caso Ideal Standard è un modello che si basa sulla collaborazione di tutte le parti, per la quale vogliamo ringraziare, in particolare, le parti sindacali – Filctem CGIL, Femca CISL e Uiltec UIL di Belluno – la multinazionale e la cordata veneta, per la condivisione di un obiettivo di reindustrializzazione che ha permesso di salvare i posti di lavoro, la produzione e un marchio di valore del territorio bellunese” ha concluso Donazzan.

Leggi anche:  I paladini di droga e aborto liberi si mettono in riga per il green pass

CONDIVIDI SU:


Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Leggi anche:  Famiglia Cristiana, uno speciale di 100 pagine su Dante e il suo universo