Il Grand hotel Vesuvio amato da Pablo Picasso. E come la fenice rinato dopo l’incendio nazista

Mezzogiorno, 25 settembre 2022 – 13:24

Un libro ripercorre i 140 anni dell’albergo napoletano fondato nel 1882 e finanziato dal barone Oscar de Mesnil

di Anna Paola Merone

C’era una volta l’Htel du Vsuve, fondato nel 1882 in uno degli angoli pi belli del mondo. Il grande albergo sul lungomare di Napoli cambi poi nome, nel 1880, in Grand Htel du Vsuve. Italianizzato poi in Albergo Vesuvio durante il fascismo e, in tempi pi recenti, ribattezzato Gran hotel Vesuvio. Benvenuti nel cuore dell’ospitalit napoletana, raccontata in un volume che una cavalcata attraverso 140 anni di storia contemporanea. Quasi un secolo e mezzo di aneddoti ed ospiti eccellenti attraverso i quali si snoda il racconto di una impresa turistica, della citt stessa, dell’Italia. Tutto minuziosamente ricostruito in un libro, Grand Hotel Vesuvio di Annunziata Berrino, che sar presentato il 30 settembre nel salone Scarlatti dell’albergo nel corso della celebrazione di un anniversario alla quale interverr anche lo scrittore Maurizio de Giovanni.

Leggi anche:  Anticipazioni Un altro domani 22 luglio 2022: episodio 36


shadow carousel

L?album degli ospiti
Le origini

Nel volume immagini e testi si intrecciano per restituire i contorni di una storia affascinante — fra momenti di assoluto fulgore e altri pi austeri e difficili — che incomincia a valle del Grand Tour. Alla fine dell’800 Napoli ha un crescente numero di visitatori, che sono per alla ricerca di strutture come quelle gi costruite a Spa, Vichy, Baden-Baden… L’acqua sulfurea, i fanghi fatti arrivare da Casamicciola chiusi nelle botti e il mare non bastano. Ed il barone Oscar de Mesnil — finanziare belga innamorato della citt — a intraprendere la realizzazione di un albergo sul lungomare, perfetto per soddisfare le richieste dei turisti che arrivano attratti dai Bagni del Chiatamone. L’ingresso su Santa Lucia ed collegato al centro con il primo tram a cavalli. La struttura gestita dai fratelli Fiorentino, albergatori di Sorrento. Gli interni sono in stile pompeiano e la vista sul Golfo mozzafiato. Inizia di qui una storia che si evolve parallelamente alle esigenze di una clientela di rango.

Picasso e Caruso

Nel 1906 e nel 1908 aprono il Santa Lucia e l’Excelsior, mentre i Fiorentino diventano proprietari dell’albergo dove nel 1917 arriva un giovane Pablo Picasso insieme con l’amico Jean Cocteau e dove nel 1921 prende commiato dal mondo Enrico Caruso: la sua salma verr esposta nel giardino d’inverno dell’hotel. Nel 1943 l’albergo, che era stato requisito e occupato dall’esercito tedesco, viene bombardato e incendiato dai nazisti in ritirata. Poi arrivano gli americani e i Fiorentino ripartono decisi a risalire la china: l’albergo riaprir nel 1950 su progetto di Michele Platania.

La Dolce vita

Con gli anni Cinquanta anche a Napoli arriva la Dolce vita e al Vesuvio alloggiano Rita Hayworth, Humphrey Bogart, Grace Kelly con il principe Ranieri di Monaco, Capi di Stato ed Emiri arabi. Poi una flessione, in anni che vedono Napoli fuori dalla rotta del turismo e dagli interessi di visitatori internazionali. Nel 1988 la famiglia Fiorentino vende la societ alla Cegal Spa e l’avvocato Sergio Maione — oggi presidente della Grande albergo Vesuvio Spa — diviene ad dell’azienda alberghiera. Erede di una famiglia di industriali, punta a un recupero radicale dell’hotel sotto la direzione dell’architetto Luigi Casalini

Dal G7 ad oggi

Con il G7 Napoli torna sotto i riflettori internazionali e il Vesuvio si conferma luogo cruciale per rispondere alle esigenze di turisti straordinari. Ospita tre delegazioni — Stati Uniti, Francia e Italia — ed l’inizio della storia di una nuova Napoli. Lucio Dalla, Luciano Pavarotti, Claudia Schiffer, Jude Law, Ben Stiller, Bryan Ferry, Keanu Reeves, ma anche Rania di Giordania, Woody Allen, Giorgio Armani… sono parte di una lista lunghissima degli ospiti famosi di un albergo dove le opere di arte contemporanea intrecciano temi classici. E che da 140 anni divide il battito del suo cuore con la citt.

25 settembre 2022 | 13:24

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News