Il leader della MotoGP Mir “davvero sorpreso” dal passo della Honda nelle prove libere del GP di Teruel – MotoGP


Il leader del campionato MotoGP Joan Mir ammette di essere “davvero sorpreso” dal ritmo mostrato dai piloti Honda durante le prove libere del venerdì per il Gran Premio di Teruel ad Aragon.

Takaaki Nakagami di LCR ha concluso venerdì il più veloce di tutti dopo aver superato la FP2, mentre Alex Marquez, il podio del GP di Aragon, è stato il più veloce nella sessione mattutina.

Mir è arrivato quinto assoluto dopo aver svolto la maggior parte del suo lavoro nella sessione pomeridiana con la sua gomma media meno preferita, ma ammette che la Honda ha “trovato qualcosa” nella settimana dal GP di Aragon.

PIÙ: Come la Honda ha sistemato una moto che solo Marc Marquez poteva guidare

“Di sicuro sarà più uguale, perché [everyone has done] molti giri su questa pista, [gathered] molte informazioni “, ha detto Mir, quando Autosport gli ha chiesto se fosse preoccupato per il ritmo mostrato venerdì da chi gli sta intorno.

“Sono davvero sorpreso delle Honda. Sono davvero, molto veloci.

“Quindi, hanno trovato qualcosa perché tutti i piloti, anche il collaudatore [Stefan Bradl] – è super veloce.

“Quindi, sarà interessante vedere come saranno quelle moto in gara.

“Penso che al momento Nakagami sia quello che probabilmente ha il ritmo migliore.

“Sulla carta siamo abbastanza vicini, ma ci siamo allenati anche con la gomma che normalmente non mi piace – con la media.

“Allora, vediamo se con le soft mi sento un po ‘meglio, che normalmente sono le gomme da gara, e poi vedremo com’è il passo”.

Mir era di oltre 10 km / h più lento della Ducati più veloce nel rettilineo posteriore ad Aragon venerdì, ma “non è preoccupato” per questo dato che aveva motori usurati.

“Penso che il pacchetto che abbiamo al momento sia abbastanza buono, non sono affatto preoccupato per la potenza”, ha aggiunto.

“Ma probabilmente siamo con motori usati e questo è qualcosa che puoi vedere e puoi sentire.

“Mi trovo benissimo con la moto, solo in gara l’unico problema è stato che la gomma anteriore era un po ‘distrutta sul lato sinistro.

“Sembra che con alcune impostazioni usiamo di più la gomma anteriore, quindi questo è ciò su cui stiamo lavorando per capire perché è importante non avere questo problema.

“Questo ci è costato lottare per la vittoria nell’ultima gara”.

Enable referrer and click cookie to search for pro webber