Notizie H24

Scopri tutti gli aggiornamenti e le notizie del giorno in tempo reale!

Il maltempo flagella il Nord, allarme incendi in tutto il Centro Sud

Condividi Tramite:



Un’ondata di maltempo si sta abbattendo sul Nord Italia. La Protezione civile ha emesso allerta arancione per Alto Adige, Veneto, Piemonte e Liguria; gialla per Valle D’Aosta, Trentino, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna e Toscana. Allerta rossa invece per la Lombardia, già flagellata dalle piogge, in particolare nel cremonese, dove diverse frazioni sono state bersagliate da violente grandinate con chicchi grandi come uova, così hanno raccontato gli abitanti. A Milano fitta nebbia sui Navigli. Sul fronte opposto, in tutto il centro Sud è allarme per gli incendi, con i vigili del fuoco al lavoro sul territorio su due fronti: le bufere di vento e i nubifragi al Nord e gli incendi di boschi e macchia mediterranea nelle Marche, in Toscana e in Sicilia, dove  i roghi hanno lambito il del parco archeologico di Selinunte. Maxi rogo a Roma, intorno Grande Raccordo Anulare, che è stato con conseguente paralisi del traffico. Evacuate alcune abitazioni. Grossi incendi anche a Livorno, Olbia e nel Sassarese.

“Dalle prime ore di domani – dice il bollettino della Protezione Civile – le piogge tenderanno ad estendersi a parte del centro, specie sulle aree tirreniche, con un rinforzo dei venti meridionali a ridosso dei settori appenninici centro-settentrionali”.  Grave la situazione in Veneto, dove si segnalano danni notevoli per trombe d’aria, allagamenti, e fortissime raffiche di vento in molte zone e in particolare nel vicentino, nel veronese e nel bellunese. Colpiti i territori di Arzignano, Trissino (in provincia di Vicenza), Montecchia di Crosara (in provincia di Verona), Ponte nelle Alpi e Vodo di Cadore (in provincia di Belluno). Il governatore Zaia: “La situazione è seria. Domani mattina  sarò nel vicentino ed eventualmente nelle altre aree maggiormente colpite, per incontrare i sindaci e per fare una prima sommaria conta dei danni”.

Piogge e vento nel Lazio, dove la Protezione Civile annuncia “condizioni metereologiche avverse dalle prime ore di domani, domenica 30 luglio, e per le successive 18-24 ore, rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento”.  Acquazzoni e tempeste di vento in Liguria, dove per adesso non si registrano danni, come ha confermato il governatore Toti.

E non si è fatta attendere l’ondata di maltempo prevista sul Trentino Alto Adige. Sul Livrio, il ghiacciaio più alto dello Stelvio, è in corso una bufera di neve e violente raffiche di vento. La regione più settentrionale d’Italia già da ieri sera è attraversata dal maltempo. Allagamenti e tombini esplosi a Bolzano, allagamenti di abitazioni e scantinati anche a Trento, Rovereto, Pergine Valsugana e Riva del Garda.

Codice arancione per temporali e rischio idrogeologico fino alle 13 di domani 30 agosto, sul Nord Ovest della Toscana, codice giallo su tutto il resto della Toscana. Le precipitazioni saranno più probabili e frequenti sulla provincia di Massa-Carrara, sulle Apuane e sull’Appennino Tosco-Emiliano e risulteranno più diffuse a partire dal tardo pomeriggio-sera.




Potrebbe interessarti anche...