il nuovo governo come Thatcher- Corriere.it

Una manovra fiscale come non si vedeva dai tempi di Margaret Thatcher. Il governo conservatore di Liz Truss, per bocca del cancelliere dello Scacchiere Kwasi Kwarteng (ossia il ministro del Tesoro), ha annunciato un drastico taglio delle tasse con l’obiettivo di dare una scossa elettrica all’economia britannica, ormai in recessione, e avviarla verso un percorso di crescita. La sorpresa di questo mini-budget l’eliminazione dell’aliquota pi alta sui redditi, quel 45% che scattava al di sopra delle 150 mila sterline: ora anche i pi ricchi pagheranno solo il 40%. Allo stesso tempo, l’aliquota base scende dal 20 al 19%: questo per non ha evitato ai conservatori l’accusa di favorire i ceti pi abbienti, anche perch l’altra misura altamente simbolica l’eliminazione del tetto al bonus per i banchieri.

I banchieri e la cancellazione dei limiti ai bonus

Nel 2014, sulla base della legislazione europea, era stato stabilito che i bonus non potessero essere superiori al doppio dello stipendio: ora scatta il “liberi tutti” per i lupi della City, con l’obiettivo di rendere Londra di nuovo competitiva con New York e Hong Kong e dimostrare al mondo della finanza che ci sono vantaggi concreti derivanti dalla Brexit. Nella stessa direzione “business-friendly” va la rinuncia ad alzare le tasse sui profitti aziendali dal 19 al 23%, come era stato invece programmato dal precedente governo.

Leggi anche:  I Luminari – Il Destino nelle Stelle avrà una stagione 2?

Niente Iva sullo shopping degli stranieri

C’ qualcosa anche per gli stranieri in questo mini-budget d’autunno: chi arriva dall’estero non pagher pi l’Iva sullo shopping.

Ma ovviamente il grosso delle misure rivolto alla platea interna: si va dagli sgravi fiscali sull’acquisto della prima casa alla riduzione dei contributi sociali che gravano sugli stipendi dei lavoratori.

una scommessa enorme e rischiosa quella del governo Truss: il pacchetto fiscale appena annunciato vale almeno 45 miliardi di sterline (oltre 50 miliardi di euro) e verr finanziato facendo ricorso a nuovo debito: ma i costi del finanziamento sui mercati sono subito schizzati verso l’alto e la sterlina ha toccato un nuovo minimo nei confronti del dollaro. Truss e suoi ministri sono convinti che la crescita dell’economia cui puntano consentir di maneggiare agevolmente il nuovo debito: ma sicuramente i conservatori stanno gettando alle ortiche la loro tradizionale prudenza fiscale. Gli economisti sono divisi sulla bont della ricetta: c’ chi ha paventato la possibilit di un attacco speculativo alla sterlina come nel Mercoled Nero del 1992, quando la moneta britannica fu costretta a uscire dal meccanismo monetario europeo. Ma sicuramente una scommessa che pu pagare sul piano politico, perch dopo gli anni di incertezza sotto Boris Jonshon adesso Liz Truss si rimessa sulla strada della purezza ideologica neo-thatcheriana: e in questo modo pu ricompattare il tradizionale elettorato conservatore. Se poi riuscir effettivamente a rianimare l’economia britannica, potr presentarsi fra due anni agli elettori con un risultato in grado di garantire un’altra vittoria sui laburisti.

Leggi anche:  Il film documentario Rooney su Prime Video

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  «Lookbook 2009-2021», quelle vite alla stazione Termini

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News