Incastrati, intervista a Ficarra e Picone

Condividi articolo tramite:

Ad inaugurare il 2022 su Netflix è Incastrati, serie comica ideata, diretta e recitata dal duo comico composto da Salvo Ficarra e Valentino Picone al loro primo progetto televisivo.

Nell’arco di sei episodi, Incastrati presenta un racconto che rispetta gli stilemi della commedia degli equivoci, intrecciandola ad una trama crime che consente agli autori di inserire l’elemento giallo nella serie. Al centro della storia due amici che rimangono coinvolti nelle vicende di un omicidio eccellente. Cercando di scappare dalla scena del crimine, i due si mettono sempre più nei guai in un crescendo di eventi che li porterà addirittura a dover fare i conti con la mafia.

Come il mio personaggio di Incastrati, anche io sono un divoratore di serie tv” racconta Salvo Ficarra, che tra i titoli che ha maggiormente apprezzato quest’anno cita The Crown e The Serpent.

continua a leggere dopo la pubblicità

Leggi Anche |  Laver Cup 2021, dove vedere il torneo a squadre di tennis in TV e streaming

Nel mondo di Incastrati la pandemia non è mai accaduta: questo perché la serie fu concepita prima dell’insorgere dell’emergenza sanitaria globale. “Avevamo appena finito di girare ‘Il primo Natale’ e a quel punto abbiamo voluto cimentarci con qualcosa di nuovo” ricorda Valentino Picone. Lo spunto per una serie giunse da Ilaria Castiglioni, manager delle produzioni originali per Netflix Italia.

La sfida era quella di sperimentare un mezzo diverso da quello cinematografico. “Avevamo voglia di misurarci con un genere a metà tra il crime e il giallo, e ci siamo lanciati in quest’avventura” continua Valentino. Se far ridere per sei episodi anziché due ore è già una sfida di per sé, lo è ancor di più debuttare su un palco globale in 190 Paesi simultaneamente. “Con Netflix si ha un impatto immediato” commenta Salvo Ficarra, che continua: “Ci piaceva l’idea di portare la nostra comicità all’estero, che è una cosa sempre difficile da fare”.

Leggi Anche |  Il cast di “The Empress”, la miniserie Netflix sulla Principessa Sissi

La trama di Incastrati, ambientata in una Sicilia talmente pittoresca da risultare a tratti stucchevole, vede i due protagonisti interpretati da Ficarra e Picone alle prese, loro malgrado, con la malavita locale. Non è un caso che nella squadra autoriale di Incastrati ci siano anche Leonardo Fasoli e Maddalena Ravagli, head writer di Gomorra – La serie. Due che di serie tv sulla mafia se ne intendono.

Come rispondono i due registi e creatori a chi accusa la serialità italiana di raccontare troppo spesso la mafia per assicurarsi un’esportazione internazionale? “Rispondo che scrivessero loro una serie” dice prontamente Valentino Picone.

continua a leggere dopo la pubblicità

In apertura di post il video integrale con il racconto di Salvo Ficarra e Valentino Picone riguardo all’esperienza di Incastrati, in streaming dal 1° gennaio in streaming su Netflix.

Leggi Anche |  É sempre mezzogiorno | Ricetta meringhe di Luca Montersino

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Condividi articolo tramite: