Ita Airways, trovato un accordo per salvare i lavoratori dei call center

Call center Ita Airways di Palermo e Rende, accordo trovato

Al tavolo indetto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in sinergia con il Ministero dello Sviluppo Economico è stata raggiunta un’intesa che salvaguarda le “elevate competenze degli addetti, un patrimonio che viene valorizzato”.

La compagnia sottolinea il livello di crescita “estremamente positivo che sta vedendo aumentare i suoi volumi di attività in maniera particolarmente rilevante, in termini di incremento del business per prenotazioni passeggeri e aperture di nuove rotte.

Call center Ita Airways, cosa prevede l’accordo

L’accordo prevede: internalizzazione con contratto a tempo indeterminato di 200 risorse ex Covisian dedicate alla commessa Ita Airways, che si affiancano ai colleghi già presenti nella sede di Fiumicino, in modalità smart working a Palermo e Rende.

Altro punto dell’intesa: 100 assunzioni a partire dalle prossime settimane e, in anticipo rispetto alle previsioni iniziali del tavolo di contrattazione, di altre 100 entro dicembre 2022 in linea con le previsioni di crescita della Compagnia – utilizzo di strumenti sociali innovativi presenti nell’ultima legge di bilancio in accordo con i Ministeri competenti.

Leggi anche:  DIRETTA/ Pro Vercelli Seregno video streaming tv: la sfida torna dopo 43 anni

Ita Airways sottolinea il “prezioso lavoro del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali insieme al Ministero dello Sviluppo Economico, che hanno permesso la realizzazione di un tavolo di concertazione contraddistinto da un approccio costruttivo di tutte le parti coinvolte a partire dalle sigle sindacali”.

“Una buona notizia per le lavoratrici e i lavoratori. Un risultato non scontato per il quale esprimo grande soddisfazione. Ringrazio tutti i soggetti coinvolti a partire dal mio staff, le parti sociali, le imprese e il Mise che ha lavorato per mettere in campo una risposta che ha consentito di salvaguardare i livelli occupazionali. Avevamo detto che avremmo gestito il tavolo senza clamore e senza propaganda, con l’unico obiettivo di non lasciare i lavoratori a casa e abbiamo raggiunto questo risultato” afferma il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando, dopo la conclusione della vertenza

Leggi anche:  Accoltella 5 persone tra cui un bimbo, arrestato a Rimini

L’accordo raggiunto oggi tra le aziende coinvolte, Almaviva, Covisian, Ita e le organizzazioni sindacali, specifica il ministero del Lavoro, consente di salvaguardare l’intero perimetro occupazionale dei siti di Palermo e Rende. I 520 lavoratori interessati dalla vertenza verranno interamente riassorbiti da Covisian e Ita Spa Airways entro il 31 dicembre 2022 in linea con quanto previsto dall’accordo dello scorso 21 ottobre.

In particolare, Ita si è impegnata ad assumere a tempo indeterminato 200 lavoratori del bacino di Palermo e Rende, mentre gli altri verranno progressivamente riassorbiti da Covisian.


Iscriviti alla newsletter

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Bonus 200 euro: la circolare Inps sulla modalità di erogazione

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook