Ita Airways, un anno di voli (e di turbolenze)- Corriere.it

Ita Airways compie 1 anno di voli (e turbolenze) dal decollo del primo Airbus A320
Un Airbus A350 di Ita Airways in volo (foto Lukas Souza / Unsplash)

il pomeriggio del 14 ottobre 2021 e nel quartier generale provvisorio di Ita Airways all’Eur, Roma, il giorno prima del decollo ufficiale, mancano ancora le firme su alcune autorizzazioni e sui contratti pi importanti. A partire da quello che trasferisce gli aerei con la livrea di Alitalia alla nuova compagnia di bandiera. solo dopo le 23 — a sette ore dal volo inaugurale — che i documenti risultano tutti in regola. Alle 6.20 del 15 ottobre 2021 un Airbus A320 di Alitalia decolla da Milano Linate verso Bari. Ita Airways avvia ufficialmente le attivit. In dodici mesi succede di tutto. Pi tra i corridoi che tra i gate. L’offerta di acquisto di due colossi come Msc e Lufthansa, la proposta di un fondo americano (che vincer poi la gara), ma anche le tensioni al vertice, le liti, le accuse reciproche sfociate il 12 ottobre 2022 nella decisione di sei membri del cda e dell’amministratore delegato di azzerare le deleghe al presidente esecutivo (mossa per bocciata dal collegio sindacale).

Leggi anche:  Ita Airways, dal Tesoro arrivano altri 400 milioni di euro. Azzerato il Cda- Corriere.it

Ita Airways compie 1 anno di voli (e turbolenze) dal decollo del primo Airbus A320

L’inaugurazione

Ita Airways festeggia oggi un anno di voli. Oggi il primo giorno di una storia tutta da scrivere, commenta il presidente Alfredo Altavilla, braccio destro di Sergio Marchionne in Fiat, il 15 ottobre 2021 subito dopo aver mostrato, con un colpo di scena, che il marchio Alitalia acquistato per 90 milioni il giorno prima non sar utilizzato (per ora). La nuova compagnia tricolore decolla in mezzo alla pandemia con la met della flotta (52 aerei) di quella vecchia, meno della met del personale (2.800), un portafoglio di rotte ridotto sia per il Covid, sia per contenere i costi di avvio di quella che viene giudicata una startup. Soprattutto: parte con un nome nuovo, Ita Airways appunto, e con aerei che mano a mano vengono ridipinti tutti di azzurro. Il nuovo marchio e la nuova livrea sono il simbolo del cambiamento, dell’inizio di una avventura diversa, sottolinea Altavilla.

Ita Airways compie 1 anno di voli (e turbolenze) dal decollo del primo Airbus A320

I due compleanni

Per ogni fine c’ sempre un nuovo inizio, sostiene Fabio Lazzerini, amministratore delegato e direttore generale di Ita. Questo soltanto il primo passo di un progetto ambizioso: la creazione della nuova compagnia di bandiera che connetter il nostro Paese al mondo. Per Lazzerini — ex Emirates Italia, ex capo del commerciale di Alitalia — una sorta di secondo compleanno. Il primo, il 29 giugno 2020, quando l’allora presidente del Consiglio Giuseppe Conte a mezzo Facebook comunica che Lazzerini sar l’amministratore delegato della nuova compagnia aerea italiana, al 100% pubblica (del Tesoro), affiancato da Francesco Caio come presidente. Il secondo quel 15 ottobre 2021, oltre un anno dopo dal post sui social di Conte, quando finalmente il vettore decolla.

L’accordo con l’Ue

In mezzo i mesi di sportellate — come lui stesso ricorda pi volte — con l’Antitrust Ue che impone a Ita (ufficialmente Italia Trasporto Aereo Spa) diverse limitazioni: le dimensioni ridotte dell’azienda, la perdita di alcuni slot a Milano Linate, Roma Fiumicino e altri scali europei, l’impossibilit a comprare dalla vecchia Alitalia MilleMiglia (il programma fedelt con oltre 5 milioni di iscritti), la possibilit di rilevare i rami manutenzione e handling (servizi di terra) ma solo in cordata con altre societ. E, infine, un finanziamento pubblico di massimo 1,35 miliardi di euro per tre anni (700 milioni nei 2021, 400 milioni nel 2022, 250 milioni nel 2023) a fronte di una richiesta di Roma di 3 miliardi.

La presentazione ufficiale di Ita, il 15 ottobre 2021
La presentazione ufficiale di Ita, il 15 ottobre 2021

I due vertici

Il debutto avviene in un momento di limitazioni Covid. La conferenza stampa viene organizzata in modalit remota: Altavilla, Lazzerini, Emiliana Limosani (chief commercial officer), Giovanni Perosino (chief marketing officer) e il comandante Riccardo Privitera (direttore operazioni di volo) si collegano da uno studio tv e dopo una lunga presentazione rispondono a poche domande dei cronisti collegati su una piattaforma riservata e con un accesso con diverse restrizioni per evitare fughe di notizie e, soprattutto, che qualcuno scoprisse in anteprima il nuovo nome della compagnia aerea. Ma la partenza dei collegamenti capita anche in uno dei diversi momenti di tensione tra Lazzerini e Altavilla che nel frattempo subentrato a Caio durante il governo di Mario Draghi e per prendendosi pure diverse deleghe importanti che il suo predecessore non aveva.

Ita Airways compie 1 anno di voli (e turbolenze) dal decollo del primo Airbus A320

I primi intoppi

L’esordio registra qualche intoppo. Il 22 ottobre, una settimana dopo il debutto, otto voli di Ita destinati a Linate vengono fatti atterrare altrove (Malpensa, Genova) a causa della nebbia nel capoluogo lombardo: anche se gli aerei sono autorizzati e i piloti pure la natura della compagnia — una start up decollata da pochi giorni — non consente di operare subito in condizioni di scarsa visibilit. Secondo le regole internazionali serve un periodo di rodaggio di attivit normali prima di effettuare quelle in situazioni meno soddisfacenti. La sera del 27 ottobre l’Ente nazionale per l’aviazione civile (Enac) concede il via libera a Ita anche quando c’ nebbia. Intoppo risolto.

Le frizioni

A dicembre le frizioni tra Altavilla e Lazzerini diventano pubbliche. I due, spiegano fonti interne all’azienda, avevano anche raggiunto un accordo (monetario) per il passo indietro di Lazzerini, ma poi l’intesa salta. La coabitazione forzata tra i due vertici continua nei giorni in cui Msc e Lufthansa avviano i contatti informali con il governo italiano. Il pomeriggio del 24 gennaio il gigante marittimo e il colosso europeo dei cieli inviano al ministero dell’Economia — azionista unico di Ita — una manifestazione d’interesse per comprare l’80% dell’aviolinea tricolore, lasciando il 20% allo Stato. In cambio mettono sul tavolo — spiegano le fonti — 1,35 miliardi di euro. Lo stesso giorno il cda di Ita approva i conti dei primi due mesi e mezzo di voli: 1,31 milioni di passeggeri trasportati, 90 milioni di ricavi complessivi, 147,9 milioni di perdite nette.

Ita Airways compie 1 anno di voli (e turbolenze) dal decollo del primo Airbus A320

L’offerta Msc-Lufthansa

La mossa di Msc e Lufthansa fa il giro del mondo. Non tanto per il peso di Ita nel trasporto aereo, ma perch l’offerta pu rappresentare l’inizio di un nuovo mondo della logistica e degli spostamenti con una piattaforma unica che offre viaggi turistici, trasferte di lavoro, pacchetti volo-crociera, trasporto di merce via mare (pi lento) e via aria (pi veloce), sinergie sull’acquisto delle materie (il carburante serve sia alle navi di Msc sia agli aerei di Lufthansa e di Ita). Il tutto in un punto del globo — l’Italia — dove tutto questo pu, secondo i piani di Ginevra (sede di Msc)e Francoforte (quartier generale di Lufthansa) diventare un laboratorio. Da integrare poi con i treni dell’alta velocit.

La classe Economy dell’Airbus A350 di Ita (foto Leonard Berberi / Corriere)
La classe Economy dell’Airbus A350 di Ita (foto Leonard Berberi / Corriere)

L’iter di vendita

I due colossi non vogliono perdere tempo. Concedono 90 giorni (lavorativi) di trattative in esclusiva per trovare un accordo. Per gestire l’operazione Ita ingaggia alcuni advisor. Il Tesoro frena: per le regole europee bisogna prima passare attraverso una gara pubblica, trasparente e aperta a chiunque. Cos l’11 febbraio il Consiglio dei ministri d l’ok all’iter per la privatizzazione. Una settimana dopo il dpcm viene pubblicato in Gazzetta Ufficiale stabilendo l’alienazione (cio la cessione) della partecipazione del ministero dell’Economia e delle finanze, con la precisazione che il dicastero comunque mantiene una partecipazione di minoranza, non di controllo.

La tensione nel Cda

Mentre tutti pensano che Msc-Lufthansa non abbiano rivali, ecco che il 10 marzo spunta l’offerta di un fondo americano, sconosciuto in Italia ai pi, che si chiama Certares e che ha molti investimenti in aziende che si occupano di viaggi e affari. Poco dopo arriva anche la manifestazione d’interesse di Indigo Partners, altro fondo americano che investe nelle compagnie aeree low cost come Wizz Air. Le tensioni al vertice registrano un nuovo colpo di scena: 6 membri del Consiglio di amministrazione di Ita su 9 (gli altri sono il presidente, l’ad e la consigliera indipendente Frances Ouseley) si dimettono dal board per contrasti con Altavilla. Il Tesoro nei mesi successivi non ratificher mai quella decisione e i membri restano in carica ancora oggi.

L’Airbus A350 di Ita Airways poco prima del Gran Premio d’Italia di Formula1
L’Airbus A350 di Ita Airways poco prima del Gran Premio d’Italia di Formula1

La guerra e le cordate

Intanto, dopo un inverno complicato per la risalita dei contagi nel mondo Ita si prepara alla stagione estiva, quella dove di solito si fanno profitti. Ma l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia e il rincaro del carburante non aiutano. Sul fronte vendita il Tesoro d tempo fino al 18 aprile ai soggetti interessati per inviare le proprie offerte vincolanti per Ita, ma in data room — la stanza con i dati riservati della compagnia — entrano soltanto Msc-Lufthansa e Certares, non Indigo. Il pomeriggio del 23 maggio entrambe le cordate inviano le loro offerte vincolanti che per non soddisfano i tecnici del Mef su diversi aspetti. Si decide allora di rifare la procedura: il 22 giugno, un mese dopo, il ministero riapre la data room ai soggetti interessati e d tempo fino al 5 luglio per la consegna delle nuove offerte corrette.

Il colpo di sonno

La notte tra il 30 aprile e il 1 maggio un volo Ita Airways partito da New York e diretto a Roma non risponde al centro radar francese. In quel momento, viene ricostruito in seguito, il primo ufficiale sta riposando, come peraltro previsto per quel segmento del viaggio, ma all’improvviso si addormenta pure il comandante — per qualche minuto — che viene in seguito licenziato dalla compagnia. L’allarme viene lanciato quando il controllore di volo transalpino non riesce a mettersi in contatto con la cabina mentre il velivolo procede normalmente grazie al pilota automatico impostato.

Il primo Airbus A220 di Ita Airways consegnato a ottobre 2022
Il primo Airbus A220 di Ita Airways consegnato a ottobre 2022

Il nuovo aereo

A inizio giugno arriva il primo Airbus A350-900, velivolo di nuova generazione e il primo ad essere utilizzato da una compagni aerea italiana. L’aereo viene utilizzato per avviare le rotte intercontinentali verso il Sud America (Buenos Aires) e mano a mano che arrivano gli altri impiegato verso Los Angeles e New York. Ogni aeromobile, com’ stato deciso dall’inizio dei voli, reca il nome di uno sportivo azzurro che si particolarmente distinto durante la sua carriera. Partita con 52 aerei oggi Ita ne impiega 69, compreso anche il primo dei quattro A220 consegnato da poco e che sar utilizzato per i voli brevi e medi.

La decisione del Tesoro

Sul fronte privatizzazione non si hanno notizie per il resto di luglio. Bisogna aspettare il 4 agosto quando durante una conferenza stampa il ministro dell’Economia Daniele Franco comunica che bisogner fare un altro giro di offerte vincolanti perch neppure quelle consegnate il 5 luglio da Msc-Lufthansa e Certares sono ancora soddisfacenti. Nel frattempo mentre Msc e Lufthansa si irrigidiscono di fronte alla possibilit di prevedere per lo Stato una quota maggiore del 20%, il fondo Usa rivede la sua proposta, arrivando a offrire circa 350 milioni di euro per il 50% pi un’azione di Ita (il restante 49,99% nelle mani del Mef) a cui aggiunge 600 milioni di ricapitalizzazione in un secondo momento: i requisiti soddisfano i tecnici del ministero che il 31 agosto comunicano che la cordata vincente quella di Certares (con la partnership commerciale di Delta Air Lines e Air France-Klm) e con questa inizier la trattativa in esclusiva della durata di un mese.

Il presidente di Ita Airways Alfredo Altavilla
Il presidente di Ita Airways Alfredo Altavilla

Lo scontro al vertice

Settembre 2022 scivola velocemente. Un po’ troppo. Perch I negoziati tecnici vengono avviati a fine mese: il 24 viene aperta la data room — dopo una lettera di sollecito dell’advisor del Mef —, il 28 viene organizzata la prima expert session, subito dopo l’esito delle elezioni politiche. Il giorno dopo inizia il braccio di ferro tra Altavilla (che ha la delega sulle alleanze) e il Tesoro sulla gestione del dossier. Il ministero — che intanto proroga di un altro mese le trattative in esclusiva, fino al 31 ottobre — chiede ad Altavilla di dare accesso a tutte le informazioni sensibili di Ita non solo a Certares, ma anche a Delta e Air France. Altavilla replica che non si pu fare perch le due compagnie non intendono investire denaro nel vettore tricolore e quindi restano ancora tecnicamente rivali.

L’amministratore delegato di Ita Airways Fabio Lazzerini
L’amministratore delegato di Ita Airways Fabio Lazzerini

L’assalto finale

La crisi rientra, ma per poco. L’8 ottobre i sei membri dimissionari del cda di Ita, supportati dall’ad Lazzerini, chiedono ad Altavilla di inserire tra i punti della riunione del board del 12 ottobre anche l’azzeramento delle deleghe operative del presidente. Per gli addetti ai lavori il segnale dell’avvio della sfida finale — durata mesi — tra Lazzerini e Altavilla. Che infatti deflagra proprio nel Cda: i sei membri e Lazzerini votano per togliere le deleghe al presidente e assegnarle all’ad, Altavilla si oppone e sostiene che solo l’assemblea degli azionisti pu decidere questa cosa e non il cda. Il giorno dopo il Tesoro — l’azionista unico di Ita — a legittimare la mossa della maggioranza del board. Secondo gli osservatori un modo anche per accelerare l’iter di vendita.

Ita Airways compie 1 anno di voli (e turbolenze) dal decollo del primo Airbus A320

Il bilancio

In questo clima da resa dei conti dentro Palazzina Alfa, quartier generale di Ita, a pochi passi dall’aeroporto di Fiumicino e un tempo sede centrale di Alitalia, viene deciso di annullare la festa per il primo anno della nuova compagnia tricolore. Una compagnia che dal 15 ottobre 2021 al 30 settembre 2022 Ita Airways ha trasportato 8,25 milioni di passeggeri negli oltre 86 mila voli, con una media di 95 viaggiatori per decollo. Dal 15 ottobre 2021 al 30 giugno 2022 ha registrato 568 milioni di euro di ricavi e 420 milioni di perdite. Un rosso di 1,6 milioni al giorno. A Certares toccher anche questo compito: invertire la rotta e far vedere i profitti.

Iscriviti alla newsletter “Whatever it Takes” di Federico Fubini. Dati, fatti e opinioni forti: le sfide della settimana per l’economia e i mercati in un mondo instabile. Ogni luned nella tua casella di posta.

E non dimenticare le newsletter L’Economia Opinioni”

e “L’Economia Ore 18”.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News