Italia in zona bianca, tranne la Valle d’Aosta, via il coprifuoco

Italia in zona bianca, tranne la Valle d’Aosta, via il coprifuoco. Le ultime notizie.

Italia in zona bianca, tranne la Valle d’Aosta, via il coprifuoco (Foto di Firenze di Erifili Gounari su Unsplash)

Finalmente l’Italia entra in zona bianca e il coprifuoco viene eliminato. Non tutta Italia, a dire la verità. La Valle d’Aosta resterà ancora una settimana in zona gialla, ultima Regione d’Italia. Poi da fine giugno tutta la mappa delle Regioni si tingerà di bianco.

I dati sul buon andamento dell’epidemia di Covid-19 sono stati confermati, dunque da lunedì 21 giugno entreranno in zona bianca: Basilicata, Campania, Calabria, Marche, Sicilia, Toscana e Provincia autonoma di Bolzano.

In zona bianca cade l’obbligo di coprifuoco, ma la restrizione alla libera circolazione notturna verrà comunque abolita su tutto il territorio nazionale il 21 giugno, come aveva già previsto il decreto di maggio sulle nuove riaperture. Il coprifuoco, introdotto nel novembre 2020 dal governo Conte, è stato posticipato di un’ora, alle 23.00, il 19 maggio, poi alle 24.00 dal 7 giugno. Nel frattempo, nelle Regioni diventate bianche è venuto meno.

Di seguito tutte le informazioni sulle nuove zone bianche e sull’andamento dell’epidemia di Covid in Italia. Cosa bisogna sapere.

Leggi anche –> Green pass italiano: come ottenere il certificato, la procedura

Italia in zona bianca, tranne la Valle d’Aosta, via il coprifuoco

Continua il calo dei contagi di Covid in Italia, insieme all’incidenza settimanale. Dati ottimi che portano in zona bianca, quella con minime restrizioni, altre Regioni. Sono sei Regioni e una Provincia autonoma che cambieranno colore lunedì 21 giugno: Basilicata, Campania, Calabria, Marche, Sicilia, Toscana e Bolzano. Erano le ultime rimaste ancora in giallo, insieme alla Valle d’Aosta che passerà invece in zona bianca lunedì 28 giugno (se i dati saranno confermati). Ultima Regione in zona rossa, a inizio maggio, e ora ultima in giallo.

Nelle scorse settimane, erano entrate in zona bianca: Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna, il 31 maggio, poi Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto, da lunedì 7 giugno.

In zona bianca non c’è più il coprifuoco, che tuttavia comunque sarà eliminato su tutto il territorio nazionale da lunedì 21 giugno. Come da calendario delle riaperture.

Zona bianca, tuttavia, non significa “tana libera tutti”, anche se tutto, o quasi, sarà riaperto, perché alcune restrizioni resteranno. Prima di tutto l’obbligo di mascherina, anche all’aperto (ma potrebbe essere eliminato già a fine mese, prima della data fissata al 15 luglio). Rimangono, poi, l’obbligo di distanziamento fisico e il divieto di assembramenti.

Le discoteche sono ancora chiuse. Mentre nei cinema, nei teatri, negli stadi, nei palazzetti e in altri luoghi di aggregazione i numeri degli accessi sono contingentati.

Per consentire lo svolgimento delle attività in sicurezza, sono state introdotte delle linee guida sull’apertura dei locali pubblici e lo svolgimento di cerimonie ed eventi. Per i posti a tavola dei ristoranti è stato introdotto il limite massimo di 6 persone non conviventi al tavolo al coperto, mentre non è previsto alcun limite all’aperto. Il limite delle 4 persone non conviventi al tavolo rimane solo per la Valle d’Aosta, da lunedì.

Inoltre, per alcuni spostamenti e per partecipare ad alcuni eventi, anche in zona bianca, serve il Green pass: per spostarsi da e verso le Regioni arancioni e rosse (che al momento non ci sono, salvo alcuni comuni in zona rossa), per partecipare ai ricevimenti di matrimonio e per fare visite nelle RSA.

Leggi anche –> Green pass europeo: come funziona e dove richiederlo

covid colori regioni 19 aprile
Napoli, Piazza del Plebiscito (Foto di Carlo Achilli da Pixabay)

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook