La Casta contro i Cinque Stelle

Sui media la filastrocca è sempre la stessa: la caduta del governo Draghi non l’ha provocata Draghi che si è dimesso, no, l’ha causata il Movimento Cinque Stelle, che non aveva tolto la fiducia a Draghi, non era andato via dal Parlamento sbattendo la porta, si era semplicemente astenuto dal voto, come avevano fatto in precedenza anche Lega e Italia Viva senza che nessuno invocasse la ghigliottina.

Se il governo Draghi è caduto e dobbiamo tornare alle elezioni, per i media la colpa è  stata di quei “pazzi fanatici” dei pentastellati, trattati peggio dei terroristi dell’Isis che attentano al governo a colpi di bombe e autobombe. Qualche esempio delle chicche che erano state pubblicate dai giornali? “Ostaggio degli estremisti” ( La Repubblica); il “CamaleConte antisistema” ( La Stampa); Un’Armata Brancaleone”, (Il Corriere della Sera).

E cosa avevano fatto di tanto orribile i Cinque Stelle per essere trattati come degli eversivi? Si erano permessi di presentare a Draghi nove condizioni ritenute peggio delle minacce nucleari di Putin. Volevano il cashback per digitalizzare l’Italia, il salario minimo, il superbonus che, per inciso, ha avuto effetti positivi sia sul Pil sia sull’occupazione, il divieto del termovalorizzatore a Roma e altre richieste terribili per una classe politica ancorata al signoraggio.

Leggi anche:  Gli strumenti anti - spread di Francoforte: acquisti di titoli mirati e temporanei, ecco come l'Eurotower potrà sostenere l'Italia

La verità è che la Casta vuole mettere i Cinque Stelle a testa giù, come Mussolini. Il Partito Democratico li vuole fuori dal Parlamento, Forza Italia li demonizza, Lega e Fratelli d’Italia li beffeggiano e Italia Viva vorrebbe portali al processo di Norimberga per aver introdotto quel reddito di cittadinanza che è visto peggio delle leggi razziali introdotte dai nazisti. La Casta non vuole che questo partito paladino dei diritti sociali resti alla Camera.

Draghi aveva detto che lui non governava senza i Cinque Stelle, ma l’impressione è che puntava proprio a questo. Draghi era visto come una garanzia dagli italiani, ma era visto come una garanzia anche dalle banche, dalle finanziarie, dalle associazioni industriali, dal Partito del Pil, dai sostenitori dello Spread, dai fautori del Mercato. Tutte persone che non vogliono i plebei dei Cinque Stelle tra le scatole. 

Leggi anche:  Reddito di cittadinanza: Manfredonia (Acli), "superare logica dei Centri per l'impiego con Case del lavoro dove Terzo settore possa portare ...

Adesso, il 25 settembre si tornerà alle urne. Giuseppe Conte ha già fatto sapere che, a differenza del minestrone messo in piedi dagli altri partiti con uomini e idee diverse, il Movimento Cinque Stelle correrà da solo. Questo potrà sembrare l’anticamera della sconfitta e, invece, potrebbe rappresentare un’occasione favorevole per i Pentastellati, che potrebbero convogliare dalla loro parte i voti dei delusi, degli scontenti, degli arrabbiati, di chi vuole il salario minimo, di chi vuole mantenere in piedi il reddito di cittadinanza, di chi non si riconosce né in questa destra né in questa sinistra. E non parliamo di quattro gatti, qui parliamo di un considerevole serbatoio di voti elettorali.

Leggi anche:  Gli ABBA diventano degli avatar e tornano in una serie di concerti con musica dal vivo

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook