La ministra Bonetti Iv candidata a Roma. Il messaggio di Mattarella al Meeting: guerra russa scellerata

di Chiara Barison

Le notizie sugli schieramenti, i candidati e i partiti in diretta, in vista della tornata elettorale del 25 settembre

• Come funziona il Rosatellum, la legge elettorale con cui voteremo il 25 settembre.
• Scontro Letta-Meloni: lei lo accusa di aver screditato l’Italia durante un’intervista alla Cnn, lui ribatte: «Proponi follie».
• Nelle liste di centrodestra la Lega ricandida tutti i vertici e Forza Italia è in subbuglio.
• Atteso per oggi il chiarimento di Matteo Renzi circa il presunto slittamento della Leopolda in programma per il 3 settembre.

Segui le ultime notizie sui protagonisti, i partiti e i sondaggi politici nel nostro Speciale elezioni 2022

Ore 12:07 – Fontana (Lega): «Pd chiarisca su La Regina»

«Il Pd dica una parola chiara e definitiva su La Regina. Alcuni retroscena giornalistici davano per certo il ritiro della candidatura di questo giovane che su Israele parla come gli estremisti islamici. Invece, nelle ultime ore il Pd affermerebbe esattamente il contrario, rilanciando e confermando con orgoglio la scelta su questo personaggio. Basta con questa vergogna». Lo dichiara il deputato e vicesegretario della Lega Lorenzo Fontana.

Ore 12:04 – Fazzolari (FdI): «Attacco Pravda a Meloni una medaglia per FdI»

«La Pravda russa, quotidiano comunista tanto caro anche alla sinistra italiana, attacca frontalmente Giorgia Meloni per le sue chiare posizioni a sostegno dell’Ucraina e della collocazione occidentale dell’Italia. Questi attacchi da parte degli eredi della peggiore propaganda sovietica, sono una medaglia per Fratelli d’Italia della quale andiamo fierissimi». Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Giovanbattista Fazzolari.

Ore 11:58 – Bonetti: «Mi impegno su Roma con Calenda»

«Un progetto riformista per dare all’Italia tutte le opportunità che merita, quel gusto del futuro che con Mario Draghi abbiamo ritrovato e che ci ha fatti leader nel mondo. Ci impegniamo e il mio impegno all’uninominale sarà con Carlo Calenda a Roma, per Roma». Lo scrive su twitter la ministra per le Pari opportunità e la famiglia di Italia viva Elena Bonetti annunciando la sua candidatura.

Un progetto riformista per dare all?Italia tutte le opportunità che merita, quel gusto del futuro che con Mario Draghi abbiamo ritrovato e che ci ha fatti leader nel mondo.
Ci impegniamo e il mio impegno all?uninominale sarà con @CarloCalenda a Roma, per Roma. #ItaliaSulSerio

— Elena Bonetti (@elenabonetti) August 20, 2022

Ore 11:45 – Centrodestra, Palamara: «Posso candidarmi,certificato penale è bianco»

«Oggi ho ritirato il certificato del casellario giudiziale e c’è scritto “nulla”. Questa è la mia risposta a chi mi sta inserendo negli elenchi degli impresentabili sui giornali e poi fa scrivere magistrati sottoposti a procedimento penale come Piercamillo Davigo. In tutte le liste ci sono degli imputati, anche perché ormai tutti i partiti si professano garantisti, ma l’unico per cui non vale questo principio rischio di essere io sebbene non abbia neppure una condanna in primo grado». Lo dice Luca Palamara, ex presidente dell’Associazione nazionale magistrati e consigliere del Consiglio superiore della magistratura, radiato dalla magistratura per l’inchiesta su scandali e complotti sulle carriere delle toghe per cui è imputato a Perugia, in corsa per una candidatura con il centrodestra.

Ore 11:38 – Lupi (Noi moderati): «Per caro bollette mettiamo un tetto al prezzo del gas, poi intervento su rinnovabili e nucleare»

Leggi anche:  Fear the Walking Dead 6, su Prime Video in streaming da oggi

«Bollette alle stelle dall’anno scorso senza alcun miglioramento dei servizi; aziende costrette a scaricare l’aumento sui clienti o, peggio, a ridurre l’attività o addirittura a chiudere; calo della produzione e del gettito fiscale con un effetto a catena che fa crescere inesorabilmente lo spread, il divario tra i nostri titoli pubblici e quello degli altri paesi». Lo dice Maurizio Lupi, capo politico di Noi moderati. «Si è avviata una tempesta perfetta che occorre immediatamente interrompere», aggiunge Lupi in merito all’impennata dei prezzi dell’energia. «Per questo ribadisco che bisogna accelerare l’autonomia energetica dell’Italia e dell’Europa con un tetto al prezzo del gas, un intervento sulle rinnovabili e virare coraggiosamente verso il nucleare sicuro», conclude.

Ore 11:25 – Calenda: «Mi candiderò all’uninominale di Roma»

«Mi candiderò all’uninominale di Roma insieme a Elena Bonetti. È una seconda occasione per sconfiggere il sistema di potere della dx e del PD di cui abbiamo visto il volto truce negli ultimi giorni. Un sistema che tiene bloccata Roma in una situazione indecorosa da anni. Avanti». Così, sulla sua pagina Twitter, Carlo Calenda, leader di Azione.

Ore 11:15 – Pravda: «Potenziale premier Meloni sceglie la strada del caos»

«La potenziale presidente del Consiglio italiano Giorgia Meloni, sceglie la strada del caos e porterà l’Italia in una crisi ancora più profonda dell’attuale».

È quanto scrive la Pravda, in home page sul suo sito, in una analisi dedicata al ruolo della Meloni e Fratelli d’Italia in vista delle prossime elezioni del 25 settembre. «Meloni ha espresso sostegno all’Ucraina e alla fratellanza transatlantica e ha assicurato che il suo governo sarà un solido governo atlantista che sosterrà l’Ucraina nella sua lotta contro la Russia», scrive la Pravda. «Il compagno di coalizione, il leader leghista Matteo Salvini, è sospettato di “aver ucciso” il governo di Mario Draghi “su ordine di Vladimir Putin”. La Meloni, storicamente euroscettica, ora non ha più il coraggio di esserlo, e si può capire il perché. Nella situazione attuale con l’Ue, non sarebbe in grado né di coordinare il programma della coalizione né di qualificarsi per le elezioni. Pertanto, Giorgia Meloni nega coraggiosamente i sospetti sull’assistenza russa e mantiene il silenzio sulla sua opposizione all’immigrazione e su quella che ha chiamato la lobby Lgbt», prosegue la Pravda. «Per quanto riguarda l’operazione speciale in Ucraina, la Meloni ritiene che l’Italia non debba essere l’anello debole dell’Occidente. L’Italia, invece, dovrebbe dimostrarsi una nazione orgogliosa e fedele che si toglie lo stereotipo della nazione degli spaghetti e del mandolino, tanto cara ai malvagi. Come si vede, Meloni pone un chiaro accento sull’immagine, più che sull’interesse nazionale», conclude la Pravda.

Ore 11:06 – Foti (FdI): «Governo Draghi non ha tutelato il settore agricolo»

«Proteggere gli agricoltori, difendere le nostre terre dai cambiamenti climatici, tutelare i nostri prodotti soprattutto dalla concorrenza sleale. Questi sono solo alcuni degli obiettivi di Fratelli d’Italia per rilanciare uno dei settori trainanti della nostra economia. L’agricoltura va sostenuta e tutelata perché mai come in questo periodo è sotto attacco». Lo dichiara Tommaso Foti, vicecapogruppo alla Camera di Fratelli d’Italia. «Non sono bastate la pandemia e gli aumenti causati dalla guerra in Ucraina a rendere difficile la vita di migliaia di imprenditori stanno contribuendo anche il reddito di cittadinanza e le scelte scellerate dell’Unione Europea. Fratelli d’Italia difenderà in Europa e nel mondo quest’eccellenza, come non ha mai fatto il governo “dei migliori” in questi ultimi anni», conclude il deputato di Fratelli d’Italia.

Leggi anche:  Conte: 'Non credo che Di Battista voglia rientrare. Meloni? Inadatta a governare'

Ore 11:03 – Conte a Letta: «Esci dalla nostalgia di Draghi»

«Caro Enrico, possiamo anche illuderci che con Draghi “sarà tre volte Natale e festa tutto il giorno”. Esci dalla nostalgia, la realtà dell’agenda Draghi sono 6 euro in più al mese per i lavoratori a più basso reddito. Due colazioni al bar». Lo dichiara via Twitter il presidente M5S Giuseppe Conte, replicando al video del segretario del Pd Enrico Letta che lo accusa di essere responsabile insieme a Salvini e Berlusconi della caduta del governo Draghi e della mancata attuazione dell’integrazione salariale anti inflazione prevista dal Governo prima di essere congedato.

Ore 10:57 – Boldrini: «Occuparsi di questioni economiche non impedisce di occuparsi di diritti»

«Occuparsi delle questioni economiche non impedisce di occuparsi di diritti». Lo ha detto l’ex presidente della Camera, Laura Boldrini, candidata alle prossime elezioni con il Partito Democratico. «L’Italia è rimasta indietro. Basta riguardare la squallida immagine della destra che esulta al Senato quando è stata affossata la legge Zan», ha commentato Boldrini.

Ore 10:38 – La Regina (Pd): «Nessun passo indietro»

«Nessun passo indietro, stiamo lavorando alla campagna elettorale con passione e determinazione. La vicenda di ieri si è chiusa con le mie scuse, la destra vorrebbe tenerla aperta. Come detto al Pd, giovani e Sud saranno il motore della crescita del Paese. Andiamo avanti!». Lo scrive il candidato del Pd, Raffaele La Regina su Twitter commentando le voci di un suo ritiro dalla candidatura alle politiche del 25 settembre.

Ore 10:20 – Mattarella: «Nessuna regressione su equità contro povertà»

«La passione per l’uomo ha come presupposto la pace, come orizzonte la convivenza democratica, l’equità sociale, il rispetto di ogni persona nella sua libertà, nei suoi diritti, nelle sue diversità» ed è «un’impresa ci sfida sulla tutela di ogni persona, come nel contrasto alla pandemia, a partire da chi è più debole e in difficoltà. Ci sfida sul terreno della nostra capacità di solidarietà, accoglienza e integrazione. Ci richiama a un senso di giustizia che non tollera regressioni con l’aumento delle povertà e delle emarginazioni». Lo scrive il presidente Sergio Mattarella in un messaggio al meeting di Cl.

Ore 10:07 – Lega, Salvini capolista anche in Basilicata al Senato

Matteo Salvini sarà candidato in Basilicata come capolista della Lega in Senato. Il segretario della Lega rivela la scelta e sottolinea che correrà nella stessa regione di Raffaele La Regina, leader del Pd lucano e candidato del Pd finito al centro delle polemiche per un post contro lo Stato di Israele.

Da seconda carica dello Stato e per il ruolo istituzionale che ricopre, anche la presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati ha scelto di candidarsi nell’uninominale della Basilicata a palazzo Madama, un seggio considerato importante e prestigioso, riferiscono fonti azzurre, per dare una mano al partito.

Leggi anche:  Lavori ai tombini, possibili code tra Porta a Prato e la Fortezza

Ore 10:01 – Urso, Copasir: «Medvedev? La sua è una carnevalata»

(Paola Di Caro) Nel giorno in cui il Copasir, che presiede, approva all’unanimità la relazione sui dossier trattati nella legislatura dando indicazioni al Parlamento su come agire per rafforzare la tutela della sicurezza nazionale, Adolfo Urso lancia un appello a tutti i partiti. Lui, esponente di Fratelli d’Italia che «ha dimostrato, dall’opposizione, come si possa essere uniti sui temi fondanti della Nazione, sulla sua collocazione internazionale, sulle alleanze» sostenendo la posizione del governo sull’Ucraina, chiede di non «dissipare questo patrimonio con divisioni non solo inutili, ma funzionali solo a chi vorrebbe colpirci».

Ore 09:57 – Mattarella: «Guerra scellerata nel cuore dell’Europa»

«A poca distanza da noi, nel cuore dell’Europa, si combatte una guerra scellerata, provocata dall’aggressione della Federazione Russa all’Ucraina». Lo scrive il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato al Presidente della Fondazione Meeting per l’amicizia fra i popoli, Bernhard Josef Heinrich Scholz.

Ore 09:53 – Salvini su ritiro La Regina: «Meglio tardi che mai»

«Meglio tardi che mai». Lo afferma il leader della Lega Matteo Salvini rilanciando le indiscrezioni notturne sulla decisione di Raffaele La Regina, capolista del Pd in Basilicata alla Camera fra gli under 35 indicati dal segretario del Pd Enrico Letta, di rinunciare alla candidatura dopo le polemiche innescate dalla notizia di un post su Facebook nel 2020 che ironizzava sulla legittimità dello Stato di Israele. «Frasi – afferma il leader della Lega – che hanno consentito a Raffaele La Regina di diventare una colonna del Pd in Basilicata e di correre per il Parlamento con l’applauso di Enrico Letta che lo aveva espressamente citato come esempio. Nella notte, La Regina ha fatto un passo indietro. Meglio tardi che mai».

Ore 09:12 – Liste Pd: La Regina fa un passo indietro

Le liste del Pd perdono in queste ore un altro nome. In Basilicata infatti fa un passo indietro Raffaele La Regina, rinunciando alla candidatura dopo le polemiche innescate dai post su Fb sulla legittimità dello Stato di Israele: «In cosa credete di più: legittimità dello Stato di Israele, alieni o al mollicato di Mauairedd? E perché proprio al mollicato?».

20 agosto 2022 (modifica il 20 agosto 2022 | 12:08)

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook