La nuova agevolazione con Isee basso è in banca: a chi spetta il conto corrente gratis

Conto corrente gratis, realmente a zero spese è possibile? La risposta è affermativa, anche se non spesso scontata per tutti, dal momento che in molti non sanno di averne diritto.

Ebbene, il conto corrente, in quanto strumento di risparmio, presenta alcune agevolazioni soprattutto nei confronti di coloro che hanno un reddito basso.

Un vantaggio non da poco, viste le spese di gestione dei conti corrente nonché l’imposta patrimoniale che scatta obbligatoriamente, al raggiungimento di una specifica soglia di risparmi.

Il beneficio è confermato per tutti coloro che soddisfano un determinato requisito Isee.

Ecco tutti i dettagli.

Chi ha diritto al conto base? Tutti coloro che non superano questa soglia di Isee 2022

Confermata anche per il 2022, la soglia Isee che permette di beneficiare di un conto corrente gratis a zero spese, per chi non supera un Isee di 11.600€ annui.

Si tratta del cosiddetto Conto base che il decreto MEF in vigore dal 20 giugno 2018, ha introdotto per alcune specifiche categorie di persone.

Nella fattispecie si tratta di pensionati e lavoratori con reddito basso.

La misura è attiva per:

  • pensionati con assegno inferiore o uguale ai 18.000 euro lordi l’anno 
  • contribuenti che presentano un modello ISEE di valore inferiore ad 11.600 euro.

Tutti coloro che rientrano in queste condizioni devono fare presente la situazione in banca, che provvederà ad attivare un conto con queste caratteristiche, in loro favore, ovviamente a fronte di debita documentazione fornita.

Leggi anche:  SHEROCCO: DAL 23 AL 26 GIUGNO A OSTUNI, IN PUGLIA, LA PRIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL dei diritti e delle culture LGBTQIA+

Qui a seguire, tutti i dettagli riguardanti il funzionamento di questa tipologia di conto corrente gratis nonché le modalità da seguire per poterne aprire uno in proprio favore.

Conto corrente gratis con Isee fino a 11.600€: quali sono le caratteristiche del conto base

L’attenzione di questo articolo è tutta puntata sul fatto che il conto base è un conto a zero spese: quindi il più grande vantaggio di questa tipologia di conto riguarda senza dubbio il costo.

Innanzitutto, il contribuente o pensionato che ha diritto a intestarsi questo tipo di conto è tenuto a pagare solo una somma una tantum cioè una volta sola, nel corso di un anno, che tra l’altro risulta inferiore a quella che è la media rispetto ai comuni conti correnti bancari.

Per il resto, zero spese: non ci sono commissioni da pagare, né tutti i costi da sostenere come invece normalmente accade per mantenere aperto un conto di tipo tradizionale.

Inoltre, trattandosi di uno strumento di risparmio, una volta raggiunta eventualmente la fatidica soglia di 5.000€ all’anno, non si è tenuti al pagamento (che è obbligatorio e scatta in automatico, con prelievo da parte della banca, in favore dello Stato), dell’imposta di bollo “patrimoniale”, così come definita in maniera colloquiale.

A fronte di tutto ciò, è doveroso sottolineare come il numero delle operazioni che è possibile effettuare su un conto con tali caratteristiche, è limitato.

Leggi anche:  Juliet Naked - Tutta un'altra musica/ Streaming del film su Rai 3 con Ethan Hawke

A ogni modo, risulta sufficiente per chi non ha particolari esigenze, ma necessita solo di poter prelevare e magari fare un bonifico ogni tanto.

Il conto prevede anche la possibilità di essere cointestato (solo con un componente del nucleo familiare chiaramente, dal momento che fa fede l’attestazione Isee, per poterne beneficiare) e di disporre di una carta di debito (bancomat) senza alcun costo aggiuntivo.

Come aprire un conto corrente gratis o conto base a zero spese

Prima di presentarsi in banca, è bene avere cura di predisporre tutta la documentazione necessaria ai fini dell’apertura del conto ovvero documento d’identità e codice fiscale in primis.

Trattandosi di un conto a zero spese, è evidente che portare con sé l’attestazione Isee aggiornata e in corso di validità, è fondamentale.

L’istituto bancario procede allora all’apertura del conto, potendo addebitare, come già abbiamo avuto modo di sottolineare, soltanto il costo annuale una tantum, a tariffa ridotta rispetto a quella che applica normalmente sui conti corrente tradizionali.

A questo punto, tutte le operazioni eseguite tramite tale conto corrente saranno gratuite per il beneficiario, il quale riceverà anche una carta di debito (tipo bancomat) da utilizzare all’occorrenza.

Le operazioni che spettano di diritto comprendono ad esempio l’accredito dello stipendio o pensione, l’uso del bancomat, i prelievi allo sportello, bonifici e  pagamenti da effettuare tramite il conto.

Attenzione, perché ciò non significa che non sia possibile effettuare altre tipologie di operazioni, se si verifica un’urgenza o se ne ha necessità, oppure superare il tetto massimo di operazioni consentite.

Semplicemente, si può continuare a utilizzare il conto ma, a questo punto, la banca è autorizzata ad applicare una commissione, sulle operazioni eccedenti o non previste.

Leggi anche:  Enrico Letta e compagni? Alessandro Sallusti: uniti solo dalla tristezza

A titolo di esempio, basti considerare che sono previsti sei prelievi allo sportello e sei richieste di elenco movimenti nell’anno. Se si superano questi limiti, allora si applica la commissione bancaria, che viene addebitata sul conto. È bene pertanto informarsi preventivamente sui costi extra applicabili.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook