La PostePay sarà disabilitata: ecco la novità pazzesca

PostePay è uno degli strumenti di pagamento più diffuso in Italia. La praticità di una prepagata con facilità di utilizzo e numerose altre funzionalità è stata poi replicata da quasi tutte le banche e gli altri istituti di credito. PostePay resta però la capostipite e anche grazie alla sua versione Evolution, la PostePay con IBAN associato, ha conquistato fette di mercato importanti e centinaia di migliaia di utenti.

Per questo motivo quando le persone vengono a sapere che la PostePay sarà disabilitata si preoccupano. Ma di cosa stiamo parlando? La disabilitazione della tessera gialla è infatti, in alcuni casi, anche una forma di tutela del cliente. In questo caso però, bisogna fare estrema attenzione. In questo articolo parliamo di ogni occasione in cui una PostePay può essere disabilitata, e quando invece tale provvedimento deve destare qualche sospetto.

Postepay sarà disabilitata: ecco la novità

La novità che riguarda la possibile disabilitazione della PostePay è proprio quella a cui è necessario porre maggiore attenzione. Si tratta infatti di una comunicazione via SMS che gira da diversi mesi e che nasconde una truffa destinata a rubarvi i dati personali e finanche il credito sulla vostra carta.  La comunicazione sembra arrivare da Poste Italiane: alcuni smartphone riescono anche a “leggere” il numero come proveniente da Poste.

Leggi anche:  Partita la guerra del gas all'Italia, aumentato in una settimana del 43%. Il governo convoca il tavolo di emergenza

Il testo dell’SMS recita: “Gentile cliente, Ti comunichiamo che l’accesso e le funzioni del tuo conto PostePay Poste Italiane sono state temporaneamente disabilitate”. La comunicazione si chiude con un invito a cliccare su di un link allegato in cui si annuncia la procedura per ripristinare le funzioni. Il link conduce ad una pagina simile al sito di Poste Italiane dove i criminali potranno carpire i vostri dati personali e quelli di accesso al conto PostePay. Ovviamente l’SMS va ignorato, cestinato e segnalato alla Polizia Postale.

PostePay disabilitata: quando succede e cosa fare

La PostePay può essere disabilitata fondamentalmente per tre motivi ordinari – intendiamo non in seguito a truffe. Il primo è se sbagliate per tre volte di seguito l’inserimento del PIN in un POS oppure in un Bancomat o Postamat. In questo caso la carta viene bloccata e per sbloccarla è necessario chiamare il numero verde 800.00.33.22 (se chiami dall’Italia), se invece ti trovi all’estero devi comporre il numero +39 02.82.44.33.33.

Leggi anche:  Caso Eitan, guerra sull'educazione del piccolo. "In Israele crescerà da vero ebreo"

Il secondo motivo è che la tua carta sia stata bloccata per aver inconsapevolmente violato le norme antiriciclaggio, o per attività sospette (troppe ricariche dalla stessa persona, o somme troppo alte, ndr), nonché per utilizzo irregolare. Se il tuo conto è stato clonato, oppure se hai una posizione debitoria non sanata, la carta non si può sbloccare.

Si può invece sbloccare e riabilitare se sei stato tu stesso a procedere al blocco temporaneo della carta, magari attraverso l’App, in caso di smarrimento o di blocco prudenziale per qualsiasi motivo. In questo caso sarà sufficiente contattare il Servizio Clienti.

postepay disabilitata


Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Leggi anche:  "Non votiamo la fiducia": lo strappo di Conte e M5S, Draghi verso la crisi di governo nel momento peggiore

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook