La Scuola dei Misteri: Las Cumbres 2, intervista ai protagonisti

Torna La Scuola dei Misteri: Las Cumbres. Dall’1 aprile è disponibile su Prime Video la seconda stagione del revival del cult El Internado: Laguna Negra, soap spagnola a tinte horror che ha conquistato il pubblico iberico a cavallo degli anni Duemila e Dieci.

Una miscela di Élite e Buffy – L’ammazzavampiri, El Internado: Las Cumbres racconta le peripezie di un gruppo di studenti e studentesse che frequentano un istituto privato noto per essere l’unica accademia in grado di riportare sulla retta via la gioventù più problematica. Quello che si nasconde tra i corridoi della scuola è una fitta rete di segreti che ha attraversato i secoli e che minaccia l’incolumità del corpo studentesco.

Tra sacrifici umani, sette misteriche e atmosfere paranormali, Las Cumbres tinge di oscurità le tipiche serie adolescenziali a cui ha abituato la Spagna negli ultimi vent’anni a cominciare da Fisica o Chimica, che con El Internado condivide la medesima casa di produzione Atresmedia.

Leggi anche:  Terza Puntata Serale Amici 21: allievi, sfide, ospiti ed eliminazioni

continua a leggere dopo la pubblicità

Nella seconda stagione, Amaia è diventata la leader del proprio gruppo di compagni di classe,” anticipa la sua interprete Asia Ortega, che aggiunge: “Rispetto alla prima stagione è come se fosse un altro personaggio, è più riflessiva e deve fare i conti con delle misteriosi visioni che la legano al personaggio di Inés”.

Quanto a Paul, il personaggio che ha il volto di Albert Salazar è coinvolto in problemi famigliari. Il ritorno di sua madre Patricia, insieme alle difficoltà della sorella Adele con le droghe lo metteranno a dura prova. “Nonostante tutto questo, Paul continuerà a lottare per ciò che è giusto e sarà la vicinanza di Amaia a fargli vedere le cose da una prospettiva diversa” riflette Salazar.

Leggi anche:  Zorzi e Garko inseparabili: i retroscena sul legame particolare, scoop di Chi

E poi c’è Manu, il loro compagno di classe sparito in circostanze misteriose alla fine della scorsa stagione. “Manu è un sopravvissuto,” dice Carlo Alcaide che lo porta in scena, continuando: “Lo vedremo in fuga per riappropriarsi della propria libertà, e tutto si lega ad un mistero molto più grande“.

Las Cumbres abbina metafore dell’orrore alle difficoltà dell’adolescenza. Crescere fa paura? “Più che paura, diventare grandi spesso è sinonimo di non sentirsi capiti e lo dico per esperienza” racconta Albert Salazar. Asia Ortega aggiunge: “A volte lo spauracchio più grande è imparare a vivere con noi stessi”.

continua a leggere dopo la pubblicità

 

In apertura di post, l’esperienza di intervista Asia Ortega, Albert Salazar e Carlos Alcaide con la seconda stagione de La Scuola dei Misteri: Las Cumbres, dall’1 aprile su Amazon Prime Video.

Leggi anche:  Luce dei tuoi occhi prossima puntata: quando in onda

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook