la sterlina risale e la scommessa sui titoli vale il 4%- Corriere.it

Occhi puntati sulle emissioni governative inglesi. Il loro rendimento ballerino perch dall’entrata in scena del Primo ministro Liz Truss, che si gi dimessa dopo soli 44 giorni di governo, si registrata una grave incertezza sull’aumento del debito pubblico. Le successive vicende hanno in parte modificato la prospettiva, ma la nebbia sul futuro dei Gilt non si dissolta.Ecco, allora, salire l’interesse per l’investimento in questa tipologia di titoli governativi. Non solo per il rendimento offerto — varia dal 3,47% per la scadenza 2024, al 4,27% per quella 2032 — ma soprattutto per la convinzione che il valore della moneta del Regno Unito torner ad apprezzarsi nei confronti della moneta unica europea, l’euro. Non si pu escludere, infatti, che l’ipotesi di incrementare il debito pubblico inglese finisca per essere accantonata, con il cambio ai vertici del governo. Restando in campo anglosassone, il valore del dollaro Usa sembrerebbe essere aumentato in misura eccessiva: in questo caso, il rischio che la sua quotazione contro la moneta unica possa diminuire abbastanza probabile. Strategicamente, meglio optare per l’investimento in obbligazioni denominate nella moneta di Sua Maest, evitando i pi generosi T-Bond, espressione dell’esecutivo a stelle e strisce.

Quanto puntare sulla moneta inglese

Ma l’aspetto fondamentale la percentuale del personale portafoglio da destinare alla valuta londinese. Se la propensione al rischio modesta, meglio restare su Btp e/o emissioni denominate in euro. Se di valore medio, il 15% del portafoglio potrebbe essere investito in sterline inglesi. Livello che potrebbe raddoppiare al 30%, se la capacit di assumere il rischio di livello medio alto. Chi investe somme rilevanti in monete diverse dall’euro, disponendo di un patrimonio di livello medio alto, opta in talune occasioni per la cosiddetta copertura del rischio cambio. Questa strategia fa s che le oscillazioni vengano in gran parte annullate, a costo, in questo caso, di una commissione abbastanza elevata a favore della banca dove l’operazione viene fatta. Chi sceglie questa opportunit ricever un rendimento simile a quello pagato dai Btp, intorno al 4%, ma con un rischio emittente diverso da quello di casa nostra.

Leggi anche:  The Suicide Squad, James Gunn parla di Ratcatcher 2 e di Polka-Dot Man

Le valute pi interessanti al di fuori dell’Euro

Non di rado, gli investitori italiani, spesso ex Bot people, cercano tipologie di investimento extra euro. Tra le valute pi gettonate, il dollaro statunitense e la sterlina del Regno Unito. L’una e l’altra, nell’immaginario collettivo rappresentano monete forti.Meno soggette a situazioni di difficolt che potrebbero lambire la moneta unica europea perch espressione di diciannove Paesi, le cui politiche economiche e finanziarie, armonizzate solo in parte, incontrano anche momenti di frizione reciproca. Situazioni, queste ultime, che, in ogni caso, verrebbero regolate anche dalla presenza della Banca centrale europea, a cui spettano le principali decisioni in materia finanziaria, tra le quali emerge, in questa fase, quella di fissare il valore del tasso di riferimento, elemento fondamentale per stabilire il costo del denaro, sia per le imprese, sia per le persone fisiche. Ma in questo momento la Bce deve soprattutto cercare di ridurre il tasso d’inflazione che tanto pesa sui bilanci aziendali e sui costi a carico delle famiglie.

Leggi anche:  Anticipazioni Sei sorelle 29 luglio 2022: puntata 39
L’incidenza del debito sul rating

Al di l della considerazione dell’essere monete forti, dollaro Usa e sterlina inglese, spesso piacciono, perch offrono rendimenti quasi concorrenziali con quelli proposti via via dai tradizionali Btp. Ambedue, in ogni caso, portatori di gradi di affidabilit decisamente migliori di quello assegnato alle emissioni governative del nostro Paese, che come noto la tripla B. Alle emissioni made in Usa, invece, spetta la doppia A, mentre ora a quelle del Regno Unito la doppia A con un meno. In realt, anche per le emissioni pubbliche di Londra il rating era per tutte le agenzie specializzate doppia A, ma le recenti vicende di carattere politico hanno indotto una delle agenzie ad abbassare le prospettive per l’affidabilit del debito del governo britannico. Decisione assunta all’indomani dell’annunciato, poi ritirato, programma drastico di tagli fiscali alimentati dal debito. Un elevato indebitamento sempre osteggiato dalle agenzie di rating: il grado di affidabilit assegnato alle emissioni governative italiane, riportato sopra, ne l’esempio, perch obbliga l’emittente pubblico a collocare titoli a rendimenti superiori. In pratica a costi pi alti per la collettivit.

Leggi anche:  Paradiso serie tv, dal 23 agosto su Sky Atlantic

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News