La strategia di Giorgetti per mantenere gli impegni (senza danneggiare i conti)- Corriere.it

Con il passare dei giorni si delinea l’approccio del ministro dell’Economia.

Giancarlo Giorgettinon intende lasciar cadere nessuno degli impegni elettorali del programma della sua coalizione. Ma non vuole neanche che essi si dimostrino cos onerosi da togliere spazio agli interventi per l’emergenza dell’energia— la sua priorit – o creino reazioni avverse all’Italia sui mercati.

La sintesi sar una realizzazione di tutti gli impegni presi dal centrodestra con gli elettori, ma in misura limitata. Solo cos sar possibile aiutare famiglie e imprese ad affrontare i costi dell’energia senza generare deficit allarmanti.

L’obiettivo del disavanzo, gi cos, sale. Il sentiero indicato da Daniele Franco, il predecessore di Giorgetti, prevedeva nel 2023 un deficit al 3,9% del prodotto lordo: abbastanza in calo da poter puntare vicino al 3% nel 2024 ed evitare una complicata procedura di Bruxelles quando le regole di bilancio (riviste) dovrebbero tornare in vigore fra quattordici mesi. Il governo di centrodestra alza l’asticella del disavanzo sul 2023 dal 3,9% al 4,5% del Pil, in gran parte per intervenire sulla crisi dell’energia come fanno Francia o Germania. Ma, appunto, questo lascia pochi margini per quanto era nel programma di coalizione.

Leggi anche:  This Is Us, la serie continuerà con uno spin-off secondo Milo Ventimiglia

L’aumento della flat tax al 15% per i titolari di partita Iva fra 65 mila e 100 mila euro di fatturato potrebbe diventare un’estensione solo fino a redditi fra 70 e 80 mila euro: cos il costo per il bilancio sarebbe circa dimezzato fra uno e due miliardi l’anno.

Altri interventi per limare gli oneri potrebbero riguardare l’attualebonus al 110% sulle ristrutturazioni immobiliari, varato dal governo giallo-rosso nel 2020, criticato da Daniele Franco e Mario Draghi, ma rimasto finora immutato per la resistenza dei 5 Stelle. L’approccio di Giorgetti qui potrebbe essere selettivo e attento a correggere l’impatto oggi a favore dei pi abbienti. Il bonus potrebbe essere riservato solo alle prime case, abbassato all’80% della spesa per i ceti medio-alti e mantenuto al 100% solo per le fasce di reddito relativamente pi deboli. Nessuno dovrebbe avere pi una copertura dei costi al 110%, con ampi margini per pagare le imprese o le banche che usano ormai i crediti d’imposta cedibili come moneta fiscale.

Un’altra nota di prudenza riguarda le modalit di aiuto sui costi dell’energia. Al ministero dell’Economia si studia il modello tedesco: il governo versa sussidi a compensazione sull’80% dei consumi, ma lascia che le famiglie o le imprese paghino il prezzo pieno dell’energia per il restante 20%; ci spinge gli utenti a ridurre il consumo di energia.

Leggi anche:  DAYDREAMER 6 aprile 2021 episodio 144 parte 2

La cautela di Giorgetti comprensibile: il governo esordisce pur sempre con un aumento del deficit programmato, proprio mentre per la prima volta da anni la Banca centrale europea alza i tassi e riduce il sostegno ai titoli di Stato.

Un deficit al 4,5% unito a una probabile, graduale riduzione del bilancio della Bce (che la porter a non rinnovare pi gli acquisti di titoli, quando scadono quelli che ha gi in bilancio) potrebbe portare l’Italia a dover finanziare nuovo debito nel 2023 per poco meno di un centinaio di miliardi. Sarebbe l’impegno pi oneroso da quando esiste l’euro, senza l’aiuto della Bce. Fabio Balboni di Hsbc, una banca di Londra, stima che un terzo circa di questo fabbisogno di Roma potr essere coperto dai prestiti e dai trasferimenti del Recovery Plan europeo: per questo essenziale mantenere il ritmo delle riforme concordato con Bruxelles. Ma per il resto l’Italia dovr saper attrarre investimenti da capitali nazionali e soprattutto internazionali, dopo che questi ultimi sono in calo netto sul debito pubblico di Roma in sei degli ultimi sette anni. Il supporto della fiducia sempre fragile. La prudenza di Giorgetti si spiega con l’obiettivo di mantenerla.

Leggi anche:  Anticipazioni Il Paradiso delle Signore 5 20 aprile 2021: puntata 132

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News