Lavorare come vigile urbano grazie a questa nuova selezione: garantiti più di 1.500 euro al mese!

Un nuovo concorso per diventare vigile urbano è stato da poco pubblicato: molti i vantaggi, oltre alla possibilità di arrivare al posto fisso.

Lavorare, formarsi attraverso un apposito corso e intanto portare a casa uno stipendio davvero niente male. Sostanzialmente sono queste le premesse della nuova proposta lavorativa.

vigile urbano
Canva Foto

Per chi stesse cercando una conferma nel mondo del pubblico, potrebbe provare con una nuova selezione. Questa ha lo scopo di assumere 17 vigili urbani e garantire loro uno stipendio mensile pari a 1.695 euro. Il concorso in questione arriva dalla Regione della Lombardia e, ancora più nello specifico, è stato indetto dal Comune di Brescia. Lo stesso è indirizzato agli agenti di polizia i quali saranno assunti con un contratto a tempo determinato di formazione lavoro. Il corso di formazione si svolgerà in 12 mesi ed è possibile che il contratto di lavoro diventi di tipo indeterminato.

Il tempo del suddetto corso sarà così diviso: 20 ore saranno dedicata alla teoria di base, mentre le restanti 151 alla formazione teoria di tipo tecnica. Il compenso lordo si aggira attorno ai 20.344,07 euro e sono previste anche altre cifre. Ad esempio, gli assunti riceveranno l’indennità di vigilanza con funzioni di Pubblica sicurezza e l’indennità di comparto. Inoltre, è prevista la 13esima mensilità e altri compensi.

Leggi anche:  Riceveranno 150 di bonus le famiglie con bambini fino a 3 anni: contributi comunali

Insomma, nonostante i posti messi a disposizioni siano davvero pochi, sono molti i vantaggi di un lavoro del genere. Tuttavia, per chi fosse interessato ad altro, segnaliamo ulteriori offerte di lavoro. La prima ha a che fare col mondo del privato grazie alla possibilità di essere impiegati nel settore alberghiero presso la città di Roma. La seconda, invece, riguarda il settore dell’igiene ambientale che a sua volta sta cercando 200 nuove unità da assumere. Ebbene, dopo questa piccola parentesi, possiamo procedere con l’illustrazione del nuovo concorso per vigile urbano.

Formarsi per diventare vigile urbano, quali sono i requisiti richiesti da parte della selezione pubblica?

Per partecipare è importante essere cittadini italiani, avere tra i 18 e i 32 anni e possedere la patente di guida B. Poi, bisogna godere dei diritti civili e politici e far parte dell’elettorato politico attivo. Come unico requisito formativo basta essere in possesso del diploma di maturità. Inoltre, è importante possedere la giusta idoneità fisica richiesta per l’impiego e quindi essere propensi al porto d’armi. Detto ciò, soprattutto per la compilazione della domanda di partecipazione, la quale si svolgerà online, è necessario essere in possesso dello SPID, CIE o CNS.

Leggi anche:  Smart working e caro bolletta: il consumo di pc fisso e portatile che non tutti conoscono

Non possono partecipare al concorso tutti coloro che sono soggetti a condanne penali o a procedimenti penali in corso. Stessa cosa vale per chi si trova in uno stato di prevenzione, per chi è stato espulso dalle Forze Armate oppure dai Corpi militari. Analogamente, anche chi è stato condannato per delitto non colposo non può fare domanda. Così pure chi è stato destituito oppure dispensato da un precedente pubblico impiego.

Come si svolgerà la selezione e cosa bisogna fare per candidarsi?

Sostanzialmente, tutti coloro che ambiscono al ruolo di vigile urbano saranno sottoposti a due prove. La prima è di tipo preselettiva ed avrà origine soltanto nel caso in cui vengano inviate più di 150 domande. Di seguito, si passerà alla unica e vera prova d’esame, ovvero quella di tipo orale. All’interno di questo colloquio, sarà anche valutata la conoscenza della lingua inglese.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia

  1. Telegram – Gruppo
  2. Facebook – Gruppo

Per partecipare alla selezione bisogna pagare un contributo pari a 6,40 euro per la tassa di concorso. Il pagamento avverrà online tramite la piattaforma di PagoPA. Proprio come la tassa, anche la domanda deve essere inviata online entro il giorno 26 settembre 2022. La piattaforma di riferimento è riportata all’interno di questa pagina a cui bisogna prima registrarsi. Per quanto riguarda altre informazioni inerenti al metodo di pagamento, delle materie da studiare, si può leggere il bando al seguente link.

Leggi anche:  Spesa pubblica: Gdf Piemonte, in 2021 - 2022 4.147 interventi

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News