Lavoratori agricoli, qual è l’orario di lavoro giornaliero nel 2022?

Qual è l’orario di lavoro contrattualmente previsto per i braccianti agricoli? E’ corretto che molti lavoratori agricoli siano ancora nei campi nelle ore più calde del giorno?

Vediamo le singole questioni nel dettaglio.

In queste settimane di caldo africano e afa le regioni Puglia e Basilicata hanno vietato, con ordinanza locale, il lavoro nei campi, serre e altri posti esposti al sole dalle 12:30 alle 16:00. Ciò al fine di tutelare la salute e l’integrità psico-fisica di chi lavorando potrebbe subire le conseguenze del caldo torrido: non sono colpo di calore ma anche delirio e morte (clicca qui).

E infatti due tragici episodi di malore che ha portato alla morte, purtroppo, sono accaduti e proprio in quelle regioni che non hanno adottato provvedimenti per vietare il lavoro nelle ore di massimo calore (clicca qui per approfondire).

Si possono evitare queste tragedie? Ci sono delle soluzioni anche contrattuali, per evitare la strage sui campi sotto il sole a 40 gradi?

Leggi anche:  Ferrari lancia 15 nuovi modelli entro il 2026 e allarga lo stabilimento di Maranello

Certamente sì. Basterebbe rispettare l’orario di lavoro previsto dal CCNL Lavoratori Agricoli il quale prevede che l’orario di lavoro è pari a 39 ore settimanali, che corrispondono a 6 ore e 30 minuti giornaliere.

In estate il lavoro nei campi, si sa, inizia molto presto. Alle 6:00 del mattino o in alcuni casi anche molto prima. Far iniziare la giornata di lavoro alle 6:00 significa che il turno alle 12:30 è terminato. Da questo punto di vista non servirebbe neppure emettere ordinanze di divieto del lavoro dopo le 12:30 visto che la realtà del mondo agricolo e il CCNL costituiscono la cornice che offre le migliori garanzie.

Ma non tutte le aziende gestiscono il lavoro allo stesso modo. Per cui si può avere chi chiede il lavoro straordinario oltre le 12:30, tra questi poi c’è chi neppure paga le maggiorazioni, né il minimo contrattuale, tenendo la gestione completamente “in nero”. Insomma, se non vi fosse la solita nota stonata degli imprenditori che non rispettano le regole probabilmente i lavoratori sarebbero più garantiti, anche perchè – come visto – il CCNL di settore stabilisce una durata certa all’orario giornaliero.

Leggi anche:  Superbonus: Mite, costo estensione a Transizione 4.0 oltre 4 mld e serve ok Ue

Di recente Tuttolavoro24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News.

Resta connesso con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Leggi anche:  In Italia si muore più che si nasce e si parte più che si arriva.. ma non ditelo a Marattin e Salvini!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook