Lavoratori dello Spettacolo, novità contributi e pensioni con Riforma 2022: cosa cambia

Approvata il 13 luglio scorso all’unanimità la legge delega di riforma dello spettacolo, uno dei disegni di legge collegati alla manovra di bilancio per il triennio 2023-2025 e che delega al governo l’adozione di un nuovo “Codice dello spettacolo”.

Ottimi i cambiamenti in arrivo per i professionisti del teatro, della musica, della danza, degli spettacoli viaggianti, delle attività circensi, dei carnevali storici e delle rievocazioni storiche. In attesa che il Governo eserciti la delega (ha 9 mesi di tempo per farlo), vediamo qualche importante novità.

Riforma spettacolo 2022: cosa cambia per la pensione

Grazie a questa nuova riforma, migliaia di lavoratori dello spettacolo potranno andare in pensione. Una novità non da poco e che purtroppo, fino a ora, non poteva considerarsi scontata.

Questo perché fino allo scorso 13 luglio il tempo che gli attori, i musicisti e più in generale tutti coloro che lavorano dietro le quinte non trascorrevano attivamente sul palcoscenico era considerato, ai fini previdenziali, tempo perso. Un tempo necessario e fondamentale per garantire la (buona) riuscita dello show ma che ai fini della pensione, in pratica, non valeva nulla.

Leggi anche:  Elezioni, Renzi "C'è spazio riformista e moderato"

Fino a ora infatti sono stati pochissimi gli artisti riusciti a maturare il requisito dei 90 giorni per avere i contributi ai fini pensionistici. Adesso, con la riforma potranno valere a questi fini anche i giorni di preparazione di uno spettacolo

Riforma spettacolo 2022: altre novità

Inoltre, tra le novità della riforma dovrebbe essere previsto anche un contributo economico per chi ha un reddito inferiore a una certa soglia (ancora da stabilire). In questo modo non solo si aiuterebbero le aziende piccole e indipendenti, le più colpite dalla pandemia e per questo a volte anche costrette a lasciare il settore, ma si scongiurerebbe anche il lavoro in nero.

Tra le altre disposizioni dovrebbero figurare la definizione di nuove norme in materia di contratti di lavoro nel settore dello spettacolo e di un equo compenso per i lavoratori autonomi dello spettacolo e il riconoscimento del ruolo professionale degli attori.

Leggi anche:  Reggio. Operazione 'Ghost', sgominata organizzazione criminale: 212 truffe e 55 furti, 16 persone in arresto

Di recente Tuttolavoro24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News.

Resta connesso con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Leggi anche:  Cloud della pubblica amministrazione, Fastweb in vantaggio, tempi stretti per la rimonta Tim

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook