Lavoro: chi può richiedere un aiuto se presenta la domanda entro pochi giorni

Alcune categorie di lavoratori prenderanno un sussidio da metà giugno a inizio settembre. Ecco come fare richiesta e quali sono i tempi per usufruire dell’agevolazione. Scopriamo nel dettaglio come funziona. 

Anche quest’anno i lavoratori precari, dovranno presentare la domanda di disoccupazione all’INPS. Purtroppo, questa categoria non ha diritto a prendere la NASPI, ovvero l’indennità per i disoccupati che viene erogata quando si viene licenziati involontariamente. Ma in pochi sanno, che anche chi ha un lavoro a tempo determinato può ricevere un indennità. Come scopriamolo insieme?

sussidio lavoratori
Sussidio lavoratori: manda la richiesta entro questa data per ottenerlo

Sempre più precari tendono ad essere assunti con un contratto a tempo determinato, spesso però, si pensa che nel momento in cui non si viene riconfermati, non si ha diritto all’indennità.

In realtà non è affatto così, anzi, il termine di un contratto equivale ad una perdita involontaria del rapporto di lavoro. Di conseguenza potranno richiedere anche loro la NASPI.

Leggi anche:  Transformers L’Ultimo Cavaliere film stasera in tv 26 maggio: cast, trama, streaming, recensione

Proprio in questi giorni, i precari scolastici potranno rivolgersi all’INPS per richiedere il sussidio. Infatti, con la fine dell’anno scolastico, molti lavoratori a tempo determinato non saranno riconfermati, per questo motivo potranno richiedere la NASPI.

Attenzione però, per ricevere il sussidio è necessario stare attenti ad alcune clausole quando si chiude il rapporto di lavoro. Siete curiosi di scoprire quali sono? Vediamole insieme.

Lavoratori precari: ecco come ottenere il sussidio

Per riuscire ad ottenere il sussidio è necessario fare domanda 8 giorni prima dalla data di interruzione del rapporto di lavoro. Molti tendono a non fare attenzione all’arco temporale e rischiano di perdere la NASPI. Per questo motivo, prima si presenta la domanda e meno rischi si avranno di perdere i soldi.

La NASI però può anche essere presentata dopo gli 8 giorni a patto che non siano trascorsi 68 giorni dalla data di perdita del posto di lavoro.

Leggi anche:  Superbonus: chi è e cosa fa il General Contractor

In ogni modo, la richiesta andrebbe presentata il primo possibile soprattutto per chi è un precario scolastico. Il motivo? Un lavoratore della scuola che ha fatto servizio per un anno, ha il diritto di ricevere almeno 4 mesi di NASPI.

sussidio lavoratori
Ecco quali sono i lavoratori che prenderanno un sussidio da metà giugno a inizio settembre

Il sussidio, infatti è pari alla metà delle settimane lavorate durante l’anno scolastico. Quindi è importante richiederla quanto prima per una questione di tempistiche, perché se si viene riassunti a settembre, si rischia di non usufruire dell’intera indennità.

Questa tipologia di lavoratori, ha tempo solo da metà giugno ai primi di settembre per percepire la NASPI maturata. Per beneficiarne è fare richiesta 8 giorni prima della fine del contratto di lavoro.

Leggi anche:  Di Muro (Lega) sul greenpass "Regole chiare per tutti. Verifiche anche per migranti"

Voi cosa ne pensate?

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook