Legge 104 spettano agevolazioni fiscali anche a chi acquista l’auto

Legge 104 spettano agevolazioni fiscali anche a chi acquista l’auto

La Legge 104 del 5 febbraio 1992 nasce per tutelare le persone con disabilità ed i loro familiari. Le persone con invalidità riconosciuta in Italia possono godere di una serie di agevolazioni di natura economica e fiscale, di diritti e di benefici. In alcuni casi i benefici sono estesi anche ai familiari che fanno assistenza alla persona disabile. Alcuni di questi vantaggi di natura fiscale riguardano l’acquisto di un mezzo di trasporto.

I permessi di lavoro previsti per i familiari di un disabile sono probabilmente i benefici più conosciuti della Legge 104. Ma questa norma prevede anche importanti agevolazioni fiscali per chi ha una disabilità. Per esempio concede sgravi per le spese sanitarie e per l’assistenza personale, per l’abbattimento delle barriere architettoniche e per l’acquisto di mezzi informatici specifici.

Chi sono i disabili per la Legge 104

Un capitolo importante dei vantaggi fiscali riservati ai disabili riguarda l’auto. Chi ha una disabilità può godere di abbattimenti di alcune imposte relative all’acquisto e al mantenimento di un veicolo di trasporto. Questi benefici in certi casi possono estendersi anche al familiare. Quindi analizziamo quali sono i vantaggi di natura economica che la Legge 104 riserva a un disabile che acquista un’auto.

Prima di tutto, quali sono le persone disabili che possono usufruire delle agevolazioni riservate al settore dell’auto? I non vedenti, le persone sorde, quelle con disabilità psichica o mentale titolari di un’indennità di accompagnamento, posso usufruire dei benefici economici. Anche le persone con grave limitazione nei movimenti e colpite da gravi amputazioni rientrano in questo elenco. Inoltre anche i disabili con capacità motorie ridotte al minimo o addirittura assenti possono godere delle agevolazioni fiscali indicate nella Legge 104.

Leggi anche:  Legge 104: quali benefici spettano ai disabili non gravi (comma 1)? Alcuni sono imperdibili

Legge 104 spettano agevolazioni fiscali anche a chi acquista l’auto

Un disabile che acquista un mezzo di trasporto (autovettura, autocaravan, motocarrozzette, motoveicoli, eccetera), può usufruire di una detrazione IRPEF del 19% del prezzo. Tuttavia esiste un limite pari a 18.075,99 euro di spesa. Questa detrazione è valida una sola volta in un quadriennio. Quindi un disabile può sfruttare questo beneficio fiscale solo una volta ogni 4 anni.
La detrazione vale anche per le spese di riparazione del mezzo, oltre che per le spese di acquisto.

Un ulteriore agevolazione che concede la Legge 104 è la riduzione dell’IVA al 4%, anziché al 22%. Questo beneficio fiscale vale sia per l’acquisto di auto nuove che per l’acquisto di mezzi usati. La norma prevede che la detrazione IVA possa essere applicata solo ad autovetture con una cilindrata non superiore a un certo valore indicato nella Legge. Inoltre la detrazione al 4% è valida anche sull’acquisto di accessori ed optional che facilitino l’utilizzo del mezzo al disabile.

Leggi anche:  Analisi Tecnica: Future FTSE MIB del 17/06/2022

Un disabile che possiede un mezzo di trasporto grazie alla Legge 104 non deve pagare il bollo auto. L’esenzione del pagamento del bollo è applicabile solamente a modelli che hanno una cilindrata non superiore a quella indicata nella norma. Anche un familiare, che ha fiscalmente a carico un disabile, può usufruire dell’esenzione permanente del pagamento del bollo.

INPS e Legge 104

Altra importante esenzione riguarda l’imposta di trascrizione del passaggio di proprietà. La Legge 104 prevede che i disabili che acquistano un autoveicolo siano esentati dal pagamento dell’imposta per la registrazione dei passaggi di proprietà. Questa agevolazione, però, non è concessa a tutti i disabili. I non vedenti e i sordi non possono usufruire dell’esenzione dell’imposta applicata dal PRA.

Ai disabili con la Legge 104 spettano agevolazioni fiscali ma anche benefici di natura previdenziale. Tra i vantaggi che la Legge 104 riserva ai disabili ci sono anche vari Bonus e prestazioni sociali erogate dall’INPS. L’INPS eroga una serie di prestazioni economiche a seconda del grado di disabilità della persona. Tali prestazioni compresa la pensione di invalidità scattano solo con una disabilità superiore ad una certa soglia percentuale.

Leggi anche:  Pensione e maggiorazione contributiva per invalidi: assurdo 😯 in questi casi non ha valore

Approfondimento

L’INPS nel 2022 riconoscerà la pensione d’invalidità a questi pazienti con dolori alla cervicale a queste condizioni

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell’autore, consultabili QUI»)

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook