Letta, ai giovani imprenditori: “Intervento choc su cuneo fiscale. Patto di maggioranza per ridurre inflazione e tasse sul lavoro”

“Propongo da qui un patto tra governo e parti sociali: mettiamo il grosso delle risorse del bilancio sulla riduzione del costo del lavoro, un intervento choc sul cuneo fiscale. Impegno fondamentale: dà più soldi ai lavoratori che possono affrontare l’inflazione che in autunno sarà durissima”. Così, Enrico Letta a Rapallo partecipando al Convegno dei giovani imprenditori di Confindustria. “Bisogna mettere subito nel mirino la legge di bilancio che deve essere finalizzata a combattere gli effetti dell’inflazione – spiega il segretario del Pd – E’ questa la tassa più diseguale che rischia di mettere in difficoltà il nostro Paese. L’obiettivo principale è combatterla e bisogna fare un grande patto nella maggioranza”. La legge di bilancio, continua “dovrà poi prevedere una grande riduzione delle tasse sul lavoro, una priorità che ha effetti sui consumi e sulla competitività delle imprese”.

 

Il taglio delle tasse? “Stiamo cercando in ogni maniera di arrivarci”, risponde subito Matteo Salvini, anche invitato a Rapallo al meeting dell’associazione. “Te lo firmo adesso nella prossima manovra, che deve essere almeno di 10 miliardi”. Lo dice Matteo Salvini, leader Lega, intervenendo al convegno dei Giovani imprenditori di Confindustria. E sull’argomento ecco anche l’altro Matteo, Renzi che racconta degli obiettivi raggiunti ai tempi di quando era premier. “Tutti parlano, quando è toccato a noi lo abbiamo fatto- spiega il leader di  Italia viva anche lui invitato alla convention ligure -. Quando noi siamo stati al governo sono arrivati gli 80 euro, è arrivata l’abolizione Irap oltre ad altre misure per il taglio del costo del lavoro. Sarebbe interessante chiedere a tutti quelli che fanno promesse cosa hanno fatto prima: Salvini con quota 100 ha distrutto un pezzo di economia, Conte l’ha distrutta tutta con il reddito di cittadinanza”. La risposta di Giuseppe Conte non si fa attendere: “Il reddito di cittadinanza è un’indiscutibile rete di protezione sociale, dice il capo dei pentastellati ai giovani imprenditori – : se non ci fosse stato durante la pandemia oggi ci sarebbe forse una guerra sociale. Chi volesse cancellare questa grande riforma si assumerebbe un grande atto di irresponsabilità”..

Leggi anche:  Progetti collettivi con persone che percepiscono il reddito di cittadinanza

Letta: “Di Maio nel Pd? Prematuro. Intanto continuo a parlare con tutti”

dalla nostra inviata

Serenella Mattera


Per il leader del Pd, da mettere su piatto di questo convegno, c’è anche la proposta delle quote “Sotto 40”. “Come s’è fatto per imporre le donne nei Cda – continua il leader del Pd – dovremmo fare lo stesso con i giovani. Sarà una proposta del nostro governo”. Perché spiega: “Hai bisogno nel tuo board di persone diverse, che portano esperienze e background nuove, donne e giovani. Mettere quote under 40 sarà una nostra battaglia”.

 

Parla poi dell’appuntamento di domani, dove in 13 città c’è la sfida dei ballottaggi per le amministrative. “E’ una partita difficile per no – spiega Letta -, giochiamo in rimonta e non sarà facile, ma nel corso della campagna elettorale ho incontrato tantissime persone. Tutte mi hanno chiesto come lo risolvete il problema siccità, come ridurrete tasse sul lavoro. Nessuno mi ha mai chiesto chi, come, con quali accordi. Le alleanze vengono sulla base delle cose che si vogliono fare”. E ancora: Metteremo in campo “un progetto per l’Italia 2023 e se saremo convincenti avremo tanti alleati, altrimenti vinceranno gli altri e andremo a casa. Ma se sono tornato” in politica “è perché ho in testa un’altra idea di Italia e mi batterò per questa Italia diversa e più giovane”.

Leggi anche:  Fast & Furious 5 film stasera in tv 9 maggio: cast, trama, streaming

 

Al convegno, che è anche l’occasione per uno scambio di idee riservato tra il presidente di Confindustria Bonomi  ed i leader dei partiti intervenuti tra ieri ed oggi naturalmente, Letta parla anche del problema gas. ” Sul tetto del gas oggi il bicchiere è mezzo vuoto – continua Letta – perché il tema di fondo è la necessità di una decisione comune, forte, europea. La questione del tetto del gas rimane tutta aperta, ci sono le condizioni però non bisogna perdere tempo quindi dobbiamo continuare il pressing molto positivo che Draghi ha portato avanti sui Paesi del Nord Europa e bisogna convincere i tedeschi soprattutto che questa volta intervenire dopo, come fatto in passato, sarebbe un errore. Bisogna intervenire preventivamente. Noi sosteniamo la linea di Draghi. Un altro recovery per l’inflazione? È un tema europeo; la cosa importante è il buon utilizzo dei fondi Pnrr.

Leggi anche:  Trasporto scolastico, dal 6 luglio al via le domande online per il nuovo anno

 

E l’argomento Sos energia torna protagonista con Salvini: ” “Fatela nella mia Milano, nel mio quartiere, a Baggio, la prima nuova centrale nucleare italiana”, dice il leader leghista. innescando la reazione di Renzi: “Salvini ora parla di nucleare ma ha un fratello gemello che, quando io lavoravo sul petrolio in Basilicata e le trivelle, lui fece la campagna elettorale dicendo che sarebbero scappati i turisti: lui e i Cinque Stelle sono i populisti di sempre”.

 

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook