L’investimento Intel da 4,5 miliardi e le possibilità dell’industria in Italia- Corriere.it

In Italia siamo abilissimi a individuare i problemi. A volte anche le soluzioni. Peccato che l’attuale situazione di crisi, non solo dovuta al passaggio di consegne tra un governo e l’altro, ma anche alle questioni geopolitiche, consiglierebbe di avere tutt’altro approccio. Partire cio dai nostri punti di forza. Per capire quanti rimarranno tali e quanti potrebbero essere intaccati dai cambiamenti, ad esempio, nel commercio mondiale. Gli studi di Richard Baldwin, ripresi in un articolo di Martin Wolf sul Financial Times del 13 settembre, indicano un cambiamento netto nel commercio mondiale negli anni attorno alla crisi finanziaria del 2008. in quel periodo che si registrano i picchi negli scambi globali. Tranne l’Europa che partecipa sempre con la stessa percentuale alla globalizzazione, mentre dal 2006 la Cina inizia a farlo meno, lo stesso per Usa e Giappone. Parlando di merci.

Leggi anche:  Quanto potrà valere Cardano? Incredibile, ecco la risposta

La mappa

Dal punto di vista dei servizi invece la crescita stata continua (con una frenata dovuta al Covid). Certo in valore i termini sono molto diversi. Ma la tendenza chiara. Si sta evidenziando il fatto che le catene di produzione di merci tendono a localizzarsi. La Cina assorbir meno prodotti, e al tempo stesso produrr meno per noi. Si aprono grandi spazi per strutture manifatturiere come quella italiana. per questo, come scritto ancora sull’Ft da Rana Foroohar, che anche gli investitori tornano ad amare l’industria. Eppure nel nostro Paese l’attirare investimenti industriali sembra non essere una priorit. Il fatto che Intel voglia costruire un impianto di produzione di chip in Italia pare interessare poco. Cos come il rafforzamento di StM in Sicilia nello stesso settore. Mentre gli sforzi del governo Draghi, del ministro Colao, e delle Regioni che si contendono la sede, Piemonte e Veneto, dovrebbero fare da bussola su come si riesce a convincere un colosso come Intel. Non solo per l’investimento (almeno 4,5 miliardi) o dei posti di lavoro (3.500 tra diretti e indiretti), ma anche per la qualit delle produzioni. Che vanno a inserirsi esattamente nella parte di commercio mondiale in crescita.

Leggi anche:  Amici 21: chi sono i professori della nuova edizione del talent

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Corona, altri 9 mesi di carcere in più: la decisione della Cassazione

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News