L’onore delle armi. Le parole diplomatiche di Francesco su Draghi e quelle che condividiamo di Santoro (S.I.)

L’onore delle armi. Le parole diplomatiche di Francesco su Draghi e quelle che condividiamo di Santoro (S.I.)

Pope Francis shakes hands with Italian premier Mario Draghi at a conference on the Demographic Crisis in Rome Friday, May 14, 2021. Pope Francis added his voice Friday to the chorus of alarm about Italy’s demographic crisis, calling for government policies that provide the necessary financial stability to encourage young people to stay in Italy and have families. (AP Photo/Andrew Medichini)

Papa Francesco nella sua conversazione con i giornalisti sull’aereo che lo riportava a Roma dal Canada ha risposto in modo molto diplomatico a una domanda sulla crisi politica in Italia. “Prima di tutto – ha risposto al brillante vaticanista del Tg1 Ignazio Ingrao – io non voglio immischiarmi nella politica interna italiana. Secondo: nessuno può dire che il presidente Draghi non fosse un uomo di alta qualità internazionale. È stato presidente della Banca (Centrale Europea). Ha fatto una buona carriera. Io ho fatto una domanda soltanto a uno dei miei collaboratori: dimmi, quanti governi ha avuto l’Italia in questo secolo? Lui mi ha detto 20. Questa è la mia risposta…”.

Correttamente Ingrao ha insistito per avere un orientamento più chiaro, chiedendogli un appello alle forze politiche. E Francesco ha risposto laconicamente: “Responsabilità, responsabilità civica”.

Insomma non se ne può trarre un panegirico a favore di Draghi, come hanno fatto alcune testate schierate con il PD, che in mancanza di leadership più convincenti si è avvinghiato in un abbraccio mortale all’ex premier ignorando il fatto che, a giudicare dai risultati economici e sociali, ha guidato il governo più nefasto della Repubblica.

Sì, noi di FarodiRoma neghiamo a Draghi, dissociandoci per una volta dal Papa e dal presidente della Cei, card. Matteo Maria Zuppi, l’onore delle armi. E questo a causa della sua dissennata politica estera, che con la frenesia di inviare armi sempre più micidiali in Ucraina, ci ha spinto sull’orlo di una guerra e nel baratro di una crisi energetica che arriva dopo gli anni della crisi economica e quelli della pandemia.

Leggi anche:  “Peppermint – L’angelo della vendetta”: Jennifer Garner giustiziera stasera in tv

Francesco e Zuppi non hanno certo appoggiato la spericolata disinvoltura dei provvedimenti secretati per tutti e sottoposti solo al Copasir, ma pur criticando gli invii e avvertendo del pericolo che comportano, “una follia” li ha definiti il Papa, la Chiesa però ha voluto sempre salvare la figura di Draghi. Offrendogli appunto, per così dire, “l’onore delle armi” il che, trattandosi di un personaggio molto attento alla produzione delle stesse (come i suoi sponsor del PD e gli affezionati durigenti di Leonardo), ci strappa un mesto sorriso.

A dividersi con l’intervista del Papa l’apertura dei siti è stata oggi l’intervusta di Repubblica a Michele Santoro, del quale condividiamo alcune affermazioni a cominciare dalla messa in guardia dal rischio di scivolare in una situazione che “provochi la fine del mondo. Siamo entrati con disinvoltura, fischiettando Topolino come i marines di Full Metal Jacket, in una situazione che ci ha già portati nell’anticamera di una guerra mondiale e nucleare. Usa e Germania in recessione, la crisi di Taiwan che incombe. Tutta la campagna elettorale dovrebbe parlare di questo, e invece niente: la vicenda Ucraina è scesa di interesse perché l’informazione ha puntato sulla tv del dolore che dopo un po’ diventa ripetitiva”.

Leggi anche:  Beatrice Valli replica alle accuse: 'Reddito di cittadinanza? Tanti se ne approfittano'/ 'Chi ne ha bisogno…'

Ma chi ci sarà nel prossimo Parlamento a osteggiare la guerra e le politiche a favore del più becero capitalismo come la rimozione decisa da Draghi del blocco dei licenziamenti? “Serve – afferma Santoro – il partito che non c’è e che non c’è mai stato. Se il Pd rimuove l’agenda Draghi apre uno scenario, altrimenti se tutti quelli che non condividono l’agenda Draghi si prendono per mano è un fatto positivo”.

Secondo Santoro, “il Pd non ha più nulla a che vedere con la sinistra, è un partito moderato specializzato nella gestione del potere e partner ideale dei tecnici. Oltre al fatto che è diventato il più atlantista di tutti. Ma almeno non è un convertito dell’ultim’ ora come Meloni, che era innamorata di Putin e ora lo è degli Usa’.
Personalmente, confida Santoro, “sono per mantenere le alleanze atlantiche, ma in un quadro dove l’Europa sia padrona delle sue scelte. Non doveva consentire che gli Usa armassero l’Ucraina ancora prima della guerra, dando a Putin l’alibi per poter fare l’invasione”. Così “gli Usa stanno sperimentando una guerra fondata non più sull’invio di truppe ma sul coordinamento delle informazioni sul campo di battaglia, come dimostrano le uccisioni mirate”.

Tra gli ex partiti di governo, Santoro critica Renzi, “un politico goffo e maldestro” e Salvini, che “dovrebbe dare spiegazioni serie” per il suo ondeggiare tra posizioni apparentemente inconciliabili, ma è meno severo con Berlusconi, che “se chiama l’ambasciatore russo non è un attentato. Conosco Berlusconi, sono sicuro che è contro la guerra, accetta la linea del governo per convenienza”. E salva infine i 5Stelle cui riconosce “la qualità di aver saputo interpretare un pezzo di società che non aveva voce, pur con tutte le contraddizioni. Reddito di cittadinanza e superbonus sono provvedimenti mal fatti ma importantissimi”. Analisi che a noi sembrano condivisibili.

Leggi anche:  Chi prende il reddito di cittadinanza impiegato in scuolabus, Avigliano approva progetto

S.I.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook