Lutto nel mondo della Tv, trovato morto Paolo Calissano

Condividi articolo tramite:

Morto l’attore Paolo Calissano. L’attore genovese aveva 54 anni. Secondo quanto riportato da Il Messaggero e da Il Corriere della Sera, a dare l’allarme è stata la compagna nella tarda serata di giovedì 30 dicembre.

L’attore è stato trovato senza vita dalle forze dell’ordine, giunte all’abitazione di Calissano a Roma dopo le ore 23. All’interno dell’appartamento, ritrovato in ordine, sarebbero stati rinvenuti psicofarmaci. Stando a quanto riportato da Ansa e Fanpage, sul posto sono arrivati i carabinieri e il medico legale: è stata disposta l’autopsia per accertare le cause del decesso. La salma è stata poi portata all’obitorio del Gemelli, dove si trova attualmente. Non si esclude nessuno scenario al momento, tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti una overdose di farmaci accidentale o volontaria.

Nato a Genova il 18 febbraio 1967, Paolo Calissano si è fatto conoscere dal grande pubblico italiano per la sua partecipazione ad alcune delle serie tv trasmesse a cavallo tra gli anni Novanta e Duemila. Tra queste “General Hospital”, “La Dottoressa Giò”, e “Linda e il Brigadiere”. La consacrazione a uno dei volti più amati del piccolo schermo arriva grazie alle soap nostrane. In “Vivere” Calissano prestava il volto al dottor Bruno De Carolis, mentre in “Vento di ponente” era il manager Guido Mandelli. Nel 2004 la sua partecipazione alla seconda edizione de “L’isola dei famosi”, poi interrotta a causa di un infortunio al ginocchio.

Leggi Anche |  Sardegna, apocalisse di fuoco: in Italia il 96% degli incendi è causato dall’uomo

continua a leggere dopo la pubblicità

L’anno successivo la ballerina brasiliana Ana Lucia Bandeira Bezerra morì per overdose nell’appartamento genovese di Calissano. L’attore venne arrestato con l’accusa di avere causato la morte di Bandeira Bezerra cedendole la cocaina che le fu fatale. Calissano patteggiò la pena di quattro anni, che scontò nella comunità di recupero per tossicodipendenti ‘Fermata d’autobus’ di Trofarello, in provincia di Torino, e ottenne successivamente anche l’indulto.

Il ritorno alle scene avvenne nel 2007 all’interno del musical “A un passo dal sogno” in scena al Teatro Brancaccio di Roma; successivamente lasciò la produzione per motivi di salute. L’anno seguente Calissano fu ricoverato a Genova per debolezza, sudorazione fredda e dolore al petto, a seguito di un incidente stradale accaduto qualche giorno prima, e fu trovato positivo alla cocaina. Risale al 2018 la sua ultima apparizione sullo schermo nell’ottavo episodio della fiction “Non dirlo al mio capo 2”.

Leggi Anche |  Cosa è successo nella quarta stagione dell'Attacco dei Giganti

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi Anche |  Olanda, scatta il lockdown: tutto chiuso dalle 17

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Condividi articolo tramite:
Enable referrer and click cookie to search for pro webber