Notizie H24

Scopri tutti gli aggiornamenti e le notizie del giorno in tempo reale!

Marina di Massa, le sorelle Malak e Jannat morte in tenda. Ora salveranno altre vite

Condividi Tramite:


Il secchiello arancione di Jannat, 3 anni da compiere a fine novembre, spunta da ci che resta della tenda, accanto a un ombrellone da mare arrotolato e a una bambolina di plastica dai capelli d’argento. Poco pi in l, nel disordine che la violenza di un vento mai visto prima ha creato in un attimo, ci sono altri piccoli giochi, una collanina, un paio di scarpe e uno zainetto. Sono di Malak, la sorella maggiore, 14 anni, promessa del judo. Un asciugamano con il volto di un’eroina dei cartoni animati che sorride, invece, rimasto appeso a un filo che lo lega all’albero sradicato.

Sono gli oggetti e i giochi delle sorelle Lassiri, torinesi, figlie di genitori arrivati anni fa in Italia da Casablanca, in Marocco. Le due sorelline sono morte schiacciate nella loro tenda, dove dormivano con i genitori, la sorella pi grande e il fratellino — rispettivamente di 19 e 9 anni —, dall’unico albero, un pioppo alto quattro metri, sradicato dal vento fortissimo ieri mattina poco dopo le 7. Avevano finito i pochi giorni di vacanza ma avevano ritardato il ritorno a casa di un giorno e sarebbero partite oggi. Quando i medici hanno comunicato loro la morte delle figlie, pap Hicham, 43 anni e mamma Fatima, 36, hanno abbracciato gli altri due figli, Nissrin e il piccolo Tari. Poi, in lacrime, hanno acconsentito alla donazione degli organi. Le loro vite salveranno altre vite, hanno detto ai medici.

La dinamica nella tragedia sembra chiara. Dopo una notte di maltempo, vento fortissimo e pioggia, quella che stata descritta come una tromba d’aria atipica, ha colpito all’alba il campeggio Verde Mare, in localit Partaccia, frazione del comune di Massa, e ha sradicato un solo albero, uno dei tanti pioppi del camping. Il tronco ha investito in pieno una parte della tenda dove dormivano le due bambine e le ha colpite alla testa. La pi piccola morta durante il trasporto in ospedale, la sorella di 14 anni tre ore dopo. Abbiamo tentato di tutto per salvarla, ma le sue condizioni sono apparse subito disperate, hanno spiegato i medici all’ospedale di Massa. Il padre, la madre, la sorella e il fratello che dormivano in un altro lato della tenda, sono stati svegliati da un rumore sordo. Abbiamo sentito tremare il terreno e abbiamo visto la tenda afflosciarsi — hanno raccontato sotto choc ai soccorritori —. La tenda si sgonfiata come un pallone bucato, poi abbiamo visto il tronco dell’albero e li sotto c’erano Jannat e Malal. Il padre ha preso in braccio la figlia pi piccola, ha urlato sotto la pioggia, ha pianto disperatamente cercando di rianimarla.

I soccorsi del 118 e dei vigili del fuoco sono stati tempestivi. Il medico giunto sul posto ha chiesto anche l’intervento dell’elisoccorso, reso per impossibile dal maltempo. Sembra che il velivolo abbia tentato pi volte di alzarsi ma poi ha dovuto desistere per il vento. I vigili del fuoco hanno lavorato tutta la mattina per mettere in sicurezza l’area. Alcuni bungalow e tende vicini ad alberi, considerati pericolanti, sono stati fatti evacuare.

Il pm Roberta Moramarco ha disposto per oggi accertamenti da parte di un perito agronomo. Si cerca di capire se quell’albero dovesse essere abbattuto dai proprietari del camping perch pericoloso. Le radici sembravano secche, il tronco spezzato in pi parti. Sabato e domenica la protezione civile della Toscana aveva diramato un allarme arancione per il maltempo e la procura adesso vuole capire se tutte le procedure di sicurezza sono state seguite in quel campeggio a due passi dal mare.

Il premier Giuseppe Conte in un tweet ha espresso cordoglio per la tragedia: La tragica scomparsa delle due sorelle che erano in vacanza a Marina di Massa ci addolora profondamente. Una vacanza tramutata in tragedia. Un forte, commosso abbraccio ai genitori e ai loro familiari. Il sindaco di Massa, Francesco Persiani, ha promesso ai genitori un aiuto da parte del Comune. Secondo alcuni amici presenti nel campeggio, la famiglia avrebbe usufruito del bonus governativo per fare una vacanza serena. La prima dopo tanti anni.

31 agosto 2020 (modifica il 31 agosto 2020 | 07:36)

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Fonte


Potrebbe interessarti anche...
Enable referrer and click cookie to search for pro webber