Meno Iva nella sanità, esterometro più snello

Agenzia delle Entrate

Stop all’Iva sulle prestazioni sanitarie rese dalle cliniche non convenzionate nell’ambito delle prestazioni di ricovero e cura: nei limiti dell’importo fatturato in esenzione dal professionista alla clinica, anche il ribaltamento da questa al paziente sarà esente dall’imposta. Le prestazioni di ricovero e cura non rientranti nell’esenzione, inoltre, saranno sottoposte all’aliquota ridotta del 10%, aliquota che si applicherà anche alle prestazioni di alloggio rese agli accompagnatori dei pazienti ricoverati.

L’obbligo di comunicare all’agenzia delle entrate le cessioni di beni e le prestazioni di servizi scambiate con soggetti esteri (c.d. esterometro) non vale per gli acquisti extraterritoriali di importo non superiore a 5.000 euro.

Queste le più importanti novità in materia di Iva contenute nello schema di dl sulle semplificazioni fiscali approvato ieri dal consiglio dei ministri.

Settore sanitario. Viene riformulato il n. 18) dell’articolo 10 del dpr 633/72, che esenta dall’imposta le prestazioni di diagnosi e cura alla persona rese nell’esercizio delle professioni sanitarie soggette a vigilanza, al fine di estendere l’esenzione anche alla prestazione sanitaria che costituisce “una componente di una prestazione di ricovero e cura resa alla persona da un soggetto diverso da quelli di cui al numero 19), quando tale soggetto a sua volta acquisti la suddetta prestazione sanitaria presso un terzo e per l’acquisto trovi applicazione l’esenzione di cui al presente numero”, fino a concorrenza del corrispettivo dovuto da tale soggetto al terzo. Per l’effetto, le cliniche non convenzionate, le cui prestazioni di ricovero e cura non fruiscono dell’esenzione prevista dal n. 19), potranno comunque riaddebitare in esenzione al paziente le prestazioni sanitarie fatturate loro da medici, infermieri, ecc., esenti a norma del n. 18) (es. la prestazione del medico che ha eseguito un intervento chirurgico), nei limiti dell’importo fatturato dal professionista alla clinica. Mediante la sostituzione del n. 120) della tabella A, parte III, allegata al dpr 633/72, inoltre, vengono ricomprese nell’aliquota Iva ridotta del 10%:

Leggi anche:  Valeria Arnaldi Una revisione, al ribasso, dei limiti di velocità, l'uso

– le prestazioni di ricovero e cura, comprese le prestazioni di maggior comfort alberghiero, non rientranti nelle esenzioni di cui ai nn. 18) e 19) dell’articolo 10

– le prestazioni di alloggio rese agli accompagnatori dei pazienti ricoverati nelle strutture sanitarie, convenzionate e non

– le prestazioni di maggior comfort alberghiero rese a persone ricoverate presso strutture sanitarie convenzionate (in questo caso, la riformulazione della norma esclude dall’agevolazione le strutture non convenzionate).

Esterometro. Il dl, riformulando la disciplina del c.d. esterometro recata dall’art. 1, comma 3-bis, del dlgs n. 127/2015, esclude ora dall’obbligo, oltre alle operazioni per le quali è stata emessa bolletta doganale o fattura elettronica via Sdi, come già previsto, anche “quelle, purché di importo non superiore ad euro 5.000 per ogni singola operazione, relative ad acquisti di beni e servizi non rilevanti territorialmente ai fini Iva in Italia ai sensi degli articoli da 7 a 7-octies” del dpr 633/72. Di conseguenza, non dovranno (più) essere comunicate, per esempio, le spese sostenute per servizi alberghieri, di ristorazione, di trasporto di persone fruiti all’estero, nonché gli acquisti di beni che non transitano dal territorio nazionale, purché di importo unitario non superiore a 5.000 euro.

Leggi anche:  La discarica di via Natale Attanasio, cartoni di giocattoli

Franco Ricca

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  “Scene Da Un Matrimonio” anticipazioni puntata del 23 ottobre

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook