“Mi candido a Milano “. E poi Salvini zittisce Letta

La volontà è quella di chiudere il capitolo delle liste nella giornata di oggi, dopo aver lavorato per limare gli ultimi dettagli e farsi trovare pronti all’appuntamento elettorale di domenica 25 settembre. Intanto Matteo Salvini conferma le indiscrezioni emerse nei giorni scorsi: “Sarò orgogliosamente candidato nella mia Milano“. Senza far mancare una stoccata all’indirizzo di Matteo Renzi, che potrebbe candidarsi nel capoluogo lombardo: “Gli faccio i miei auguri, ma c’è tanta voglia di Lega, centrodestra e di cambiamento“.

Il leader della Lega ha fatto sapere che alla fine verranno partorite “belle liste“. Il Carroccio ha deciso di confermare nuovamente tutta la squadra di governo, mentre la sinistra in questi giorni è alle prese con malumori e diverbi interni. L’ex ministro dell’Interno ha inoltre annunciato che sono arrivate disponibilità da parte della società civile, di sindaci e amministratori locali. Porte aperte a Umberto Bossi: “Per lui il posto c’è sempre. Il suo posto alla Camera in provincia di Varese non si tocca“.

Leggi anche:  Croatti (M5s) risponde a Gianni Indino sul reddito di cittadinanza

Il “caso Russia”

Salvini ha toccato il tema della richiesta di Enrico Letta di rompere l’accordo firmato con Russia Unita, specialmente dopo che Dmitri Medvedev ha invitato i cittadini europei a punire i propri governi. “Non vado in Russia da anni, non ho contatti con politici vari da anni. La Russia non ha la minima influenza sul voto italiano. Se qualcuno pensa che possa influenzare il voto italiano offende gli italiani“, è la convinzione del segretario della Lega.

L’ex titolare del Viminale ha invitato Enrico Letta a favorire un dibattito politico sano sulle ricette per risollevare le sorti del Paese piuttosto che cacciare ogni giorno dal cilindro una polemica per tentare di screditare gli avversari politici: “Letta si confronti su pace fiscale, flat tax e quota 42“.

Leggi anche:  Naspi, quando spetta dopo le dimissioni: la guida completa

La flat tax

Salvini ha parlato anche della flat tax, su cui si sta elaborando una proposta definitiva: il piano della Lega è quello di estendere la tassa al 15% ad altri lavoratori autonomi e nei prossimi mesi anche ai lavoratori dipendenti, ai pensionati e alle famiglie. “Il costo è sostanzialmente identico a quello del reddito di cittadinanza. Tutto per tutti subito evidentemente non è possibile, ma i soldi ci sono“, ha garantito.

La premiership

Infine il segretario leghista si è espresso sull’unità del centrodestra in vista delle prossime elezioni politiche. Il suo auspicio è che il Carroccio “possa essere il traino” della coalizione. Sul tema della premiership è stato chiaro, ribadendo che chi avrà maggiori consensi avrà la possibilità di indicare chi far sedere a Palazzo Chigi: “Com’è giusto che sia, chi prende un voto in più avrà l’onore di prendere per mano questo Paese“.

Leggi anche:  Truffa da 600mila euro con Rdc, denunciati 84 extracomunitari

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook