NINO CASTELNUOVO, COM’È MORTO?/ Lottava contro un glaucoma da quasi 50 anni

Condividi articolo tramite:

Nino Castelnuovo è morto, all’età di 84 anni, nella sua casa a Roma. La famiglia ha parlato di una “lunga malattia”. Da oltre cinquant’anni l’attore conviveva contro un glaucoma. “È un male vigliacco, si insinua lentamente e ti sconvolge l’esistenza”. Così lo aveva definito nel corso di una intervista al Corriere della Sera.

La diagnosi era arrivata all’età di soli 35 anni. “Ho capito con il tempo che non bisogna contrastarla o far finta che non ci sia. Devi accettarla e conviverci, altrimenti non ne esci”, aveva raccontato Nino Castelnuovo. La malattia degenerativa, col tempo, lo aveva reso ipovedente. “Provo soprattutto disagio, anche rabbia forse, perché è una malattia subdola perché mi rende dipendente per molte cose dagli altri”. Nella sua lotta contro il glaucoma gli sono sempre stati accanto la moglie Maria Cristina, il figlio Lorenzo e la sorella Marinella. (Aggiornamento di Chiara Ferrara)

NINO CASTELNUOVO: LA LUNGA MALATTIA

Nino Castelnuovo si è spento all’età di 84 anni. L’annuncio della dipartita dell’attore, che ha esalato l’ultimo respiro a Roma, è stato dato in una nota dalla moglie M. Cristina, dal figlio Lorenzo e dalla sorella Marinella. A pochi minuti dal lancio della notizia sono in tanti a domandarsi com’è morto Nino Castelnuovo. Cosa possiamo dire in merito? Nella comunicazione con cui i suoi cari hanno annunciato la morte del proprio congiunto, viene fatto espresso riferimento ad una “lunga malattia” affrontata da Castelnuovo, senza l’aggiunta di ulteriori dettagli. La famiglia, prosegue la nota, “si chiude nel dolore per la perdita del caro Nino e richiede comprensione e riservatezza in questo momento difficile”. Una posizione molto chiara da parte dei familiari di Nino Castelnuovo: questo è il momento del dolore.

NINO CASTELNUOVO, COME E’ MORTO?

Rispetto alle condizioni di salute precedenti alla morte di Nino Castelnuovo è noto come l’attore soffrisse, fin dall’età di 35 anni, di una gravissima malattia degenerativa degli occhi, il glaucoma. La patologia, determinata da un aumento della pressione intraoculare, aveva avuto un impatto significativo non solo sulla sua vista, ma di conseguenza sulla sua vita e sulla carriera artistica. Si trattava, infatti, di un problema non da poco che, se non curato, avrebbe potuto condurlo alla cecità. Con la morte del suo oculista di fiducia, purtroppo, la malattia non fu gestita a dovere e Nino sperimentò un brusco calo della vista. Intervistato dal Corriere della Sera, qualche tempo fa disse: “È una malattia vigliacca, si insinua lentamente e ti sconvolge l’esistenza. Ho capito con il tempo che non bisogna contrastarla o far finta che non ci sia. Devi accettarla e conviverci, altrimenti non ne esci”. La sua vista era dunque ridotta al minimo: “Cosa provo? Soprattutto disagio, anche rabbia forse, perché è una malattia subdola perché mi rende dipendente per molte cose dagli altri”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Condividi articolo tramite: