no a pregiudizi, ma no a scassare i conti- Corriere.it

Auguri. Ma anche qualche avvertenza. E una promessa: «Daremo tutto il nostro contributo, ma diremo sempre tutto quello che non ci convince e pazienza se ai politici non piace ciò che non ci sembra giusto». All’indomani della nascita del governo Meloni, il presidente di Confindustria Carlo Bonomi parla per la prima volta. Lo fa all’assemblea generale di Federchimica a Milano e poi a quella di Confindustria Alto Milanese. «È un governo storico – esordisce -, è la prima volta di una donna presidente del Consiglio quindi facciamo gli auguri personali di Confindustria al nuovo presidente del Consiglio e al nuovo governo. Come sapete – aggiunge -, non giudichiamo le persone, ma giudicheremo i provvedimenti nel merito».

E poi però entra nel merito e ricorda le urgenze dell’Italia che, come il resto d’Europa, nel 2023 si troverà ad affrontare «un rallentamento forte dell’economia e degli investimenti», nonostante «gli importanti rimbalzi del 2021 e del 2022 che ci hanno consentito di avere un extragettito fiscale molto importante, circa 60 miliardi, risorse utilizzate per tamponare le emergenze e non intaccare la discesa di deficit e debito pubblico». Ma il 2023 sarà diverso e quindi ci sarà bisogno di «riconfigurare la spesa pubblica: spendiamo circa 1.000 miliardi l’anno».

Leggi anche:  Guendalina Tavassi shock: è successo in stazione

Per la nuova legge di Bilancio su cui il governo Meloni dovrà subito iniziare a lavorare, il presidente di Confindustria auspica di «riconfigurare la spesa pubblica del 4-5%: ci metterebbe a disposizione quelle risorse per tamponare e non agire sul debito pubblico». Perché, lo ricorda, «non possiamo scassare i conti dello Stato». Le priorità del governo, secondo Bonomi, devono essere «l’emergenza energia da affrontare subito e il lavoro per cui auspichiamo che si apra veramente un confronto governo-parti sociali».

Ma l’urgenza è «mettere in sicurezza l’asset più importante del Paese, l’industria italiana». L’Europa dovrà aiutare l’Italia e i Paesi più deboli. Riconosce che «quanto fatto dall’ex premier Mario Draghi all’ultimo Consiglio europeo è un grande successo politico» cui deve seguire però «qualche fatto tecnico: ci sono alcuni caveat di tedeschi e olandesi che ci preoccupano». Ma se, come si prevede, l’economia dovesse peggiorare, l’«Europa dovrà fornire a tutti gli strumenti necessari per affrontarla», altrimenti, «avremo una sola strada, lo sforamento del deficit per salvaguardare l’economia italiana, mi auspico che non si arrivi a questo». E invita il governo ad «una grande assunzione di responsabilità su questi temi».

Leggi anche:  É sempre mezzogiorno | Ricetta minestrone della longevità di Michele Farru

Si rivolge poi ai partiti: «Capisco la legittima aspirazione di rispondere alle promesse elettorali, ma questo non è il momento». Interventi su prepensionamenti e flat tax, dice Bonomi possono aspettare: «Non ce li possiamo permettere, quelle poche risorse che abbiamo le dobbiamo dedicare a salvaguardare la manifattura». Cita Sergio Pininfarina ricordando quindi il «senso della missione di Confindustria: noi non facciamo campagna elettorale con le promesse, tutte le volte che suonano le campane dell’emergenza, metteremo l’interesse dell’Italia davanti ai nostri e non avremo timore di dire ciò che secondo noi sarebbe meglio per il nostro paese. Mai».

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Leggi anche:  Kabir Bedi ha ‘scavalcato’ Albano: l’ex gieffino e Romina lo fanno insieme

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News