No green pass 5 Belluno. Solo il tempo crea la scienza. Effetti avversi, dati contrastanti. Come può la classe medica accettare tutto questo?

Belluno, 4 settembre 2021 – “Solo il tempo crea la scienza, non possiamo dire adesso se si tratta di una scoperta scientifica”. “Propaganda faziosa sulla pelle dei bambini. Dati contrastanti sugli effetti avversi”. “Come può la classe medica accettare tutto questo”?

E’ l’estrema sintesi delle affermazioni e degli interrogativi posti da due farmacisti e una sociologa questa sera in piazza Duomo al quinto incontro “No green pass” di Belluno dinanzi a circa 100-150 persone.

“Ricordo che alcuni anni fa un farmaco molto richiesto, perché ritenuto molto efficace per l’osteoporosi, venne poi ritirato dal mercato per gli effetti collaterali. – racconta il farmacista –  Lo stesso avvenne per un antinfiammatorio anch’esso ritenuto miracoloso. Casi del genere ce ne sono stati diversi. E dunque non sappiamo fra qualche anno quale sarà l’esito di questo vaccino. Perché solo il tempo crea la scienza e non possiamo dire adesso che si tratta di una scoperta scientifica. Questo dovrebbe dire tutto il sistema sanitario”. Nel suo intervento il farmacista ha difeso il diritto di scelta dell’individuo nel sottoporsi o meno al vaccino. Ed ha concluso richiamando l’attenzione del pubblico affinché, “quando tutto sarà finito”, non ci si dimentichi ciò che oggi viene detto dagli esperti.

La sociologa, nel suo intervento, ha criticato il video diffuso dalla Ulss 1 Dolomiti, poi rimbalzato su Facebook, di un medico sostenitore dei vaccini sui minori, evidenziando che i messaggi postati nel social, che riportavano il dissenso di 1600 pediatri firmatari di una petizione a favore della sospensione immediata dei vaccini covid19 nei bambini, venivano puntualmente cancellati. Sugli effetti avversi e i casi d’infiammazione al miocardio, i dati diffusi dai quotidiani italiani sono discordanti rispetto a quelli pubblicati dal Providence Regional Medical Center di Everett che prende in considerazione oltre 2 milioni di persone in 40 ospedali, dall’Oregon alla California. Sconcertante quello che è successo sulla spiaggia di Ostia, dove un drone con termoscanner controllava la temperatura corporea dei bagnanti. E il garante della privacy apre tre inchieste. Oppure l’Università di Trieste che chiede il green pass agli studenti per accedere agli esami on line.

In chiusura dell’incontro l’interrogativo lanciato dalla farmacista: “Come può la classe medica accettare tutto questo”?  “L’emergenza non può durare all’infinito”!

(rdn)

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook