No Vax e No Green Pass: perquisizioni in 16 città italiane

Condividi articolo tramite:

La Polizia ha eseguito una serie di perquisizioni nei confronti dei No Vax e No Green Pass. In sedici città italiane ci sono stati 17 provvedimenti nei confronti dei più radicali affiliati al canale Telegram Basta Dittatura“. I reati ipotizzati sono i reati di istigazione a disobbedire alle legge e istigazione a delinquere, con l’aggravante del ricorso a strumenti telematici.

“Basta Dittatura” il canale Telegram di No Vax e negazionisti

Al centro delle indagini c’è il canale Telegram Basta Dittatura“, uno degli spazio web di riferimento per i negazionisti del Covid 19 e per i No Vax. Il canale era già stato chiuso dalla società Telegram, per via dei contenuti pubblicati. Inoltre, era già stato oggetto di un provvedimento giudiziario di sequestro. Per diverse settimane il canale è stato monitorato h 24. Le indagini sono stata svolte sotto la direzione di magistrati specializzati delle Procura della Repubblica di Torino, gruppo terrorismo ed eversione. Tutte le attività sono stata svolte congiuntamente dalla Polizia Postale e dalla Digos di Torino. Il canale Telegram è stato al centro delle indagini per era il “polo principale nell’organizzazione di proteste violente su tutto il territorio nazionale”, come riporta una nota della Polizia.

Leggi Anche |  Nuove regole per sciare: impianti di risalita con o senza green pass

In questo canale Telegram, i No Vax e i No Green Pass prendevano di mira forze dell’ordine, i medici, gli scienziati, i giornalisti e altri personaggi pubblici. Nel loro mirino c’era anche il Premier Draghi. L’”accusa” nei loro confronti era di “asservimento” e di “collaborazionismo” alla “dittatura”. Inoltre pesanti insulti erano rivolti alla popolazione vaccinata, che, secondo loro, si sarebbe resa “schiava” dello Stato. Nel canale erano frequenti i riferimenti a impiccagioni, fucilazioni e gambizzazione, nonché allusioni ad una nuova Marcia su Roma.

No Vax e No Green Pass: perquisizioni in 16 città italiane

“Ci stanno dando la caccia”: chi sono gli indagati e le città coinvolte

Tra gli indagati ci sono persone già note alle Forze dell’Ordine, in quanto hanno precedenti di resistenza a pubblico ufficiale, rapina, estorsione e spaccio. Tra gli identificati ci sono persone che hanno promosso i blocchi autostradali e ferroviari e che hanno partecipato ai disordini nelle piazze. Alla notizia delle perquisizioni a carico di alcuni membri della chat negazionista, alcuni utenti hanno proposto nuove proteste e chi sostiene che è in atto una sorta di caccia alle streghe. Ci stanno dando la caccia. Stiamo attenti. La verità fa male a questo governo, si legge in un messaggio.

Leggi Anche |  Calcio: non dobbiamo deludere Mancini, il boss Evani (4)

Potremmo organizzare gruppi di centinaia di persone ed entrare senza mascherine in un centro commerciale. Ci rivolgiamo alle forze dell’ordine: state difendendo un governo che non è giusto, che sta facendo male. Il popolo si sta ribellando non perché è cattivo. Il nostro è un modo di dire no alle ingiustizie“. I messaggi di questo tipo sono molto frequenti sul canale “Basta Dittatura”.

Le città coinvolte sono in totale 16 e sono Ancona, Brescia, Cremona, Imperia, Milano, Pesaro Urbino, Pescara, Palermo, Pordenone, Roma, Salerno, Siena, Treviso, Trieste, Torino, Varese. Le indagini sono state coordinate dalla Polizia di Torino e dalla Polizia Postale.

Leggi Anche |  Premio Breakthrough ai vaccini a mRna e alle italiane della fisica

Seguici anche su Facebook e Instagram

Adv

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Condividi articolo tramite:
Enable referrer and click cookie to search for pro webber